Entertainment

Il bilancio della stagione di tennis 2022 da poco conclusa

Possiamo affermare che quella da poco conclusa è stata una delle stagioni più spettacolari, belle ed esaltanti per gli appassionati di tennis e di sport in generale. Non capita tanto spesso di vedere una parata di stelle del tennis, accorpate in un unico gruppo. Eppure è quello che è accaduto quando si sono visti campioni come Novak Djokovic, Daniil Medvedev e Stefanos Tsitsipas – oltre al potente Andrey Rublev, che sta facendo la sua terza apparizione consecutiva per il finale di stagione. È la prima volta dal 1996 che tre campioni vengono inseriti nello stesso girone.

In effetti non capita spesso di vedere Djokovic incontrare Tsitsipas nella sessione serale dopo che Medvedev e Rublev si sono affrontati all’inizio della giornata. Nel doppio, Thanasi Kokkinakis e Nick Kyrgios fanno il loro tanto atteso debutto alle Nitto ATP Finals contro le teste di serie Neal Skupski e Wesley Koolhof, prima che i croati Nikola Mektic e Mate Pavic affrontino Ivan Dodig e Austin Krajicek.

Tutte le sfide di tennis che hanno caratterizzato il 2022

Appena nove giorni dopo il loro thriller in semifinale al Rolex Paris Masters, Tsitsipas e Djokovic si incontrano su un palco ancora più grande al Pala Alpitour. Il greco è arrivato a meno di tre punti da una serie di sette sconfitte consecutive contro l’ex numero 1 del mondo in quella gara, conducendo per 4/3 nel tie-break dell’ultimo set, ma Djokovic è riuscito a superare il traguardo vincendo 6-2, 3-6, 7-6(4).

Tsitsipas è stato quasi premiato per la sua strategia costante in finale, mentre guadagnava pazientemente punti e si faceva strada nella zona d’attacco con regolarità. “Ho armi che posso usare”, ha detto prima della resa dei conti di Parigi. “Ma in passato sento di aver usato troppa rotazione o potenza. È importante rimanere a un livello medio e non esagerare. Sarà una partita fisica e dovrò muovermi bene”.

Tsitsipas, che guida l’ATP Tour in questa stagione per vittorie (60), lunedì avrà un’altra opportunità per perfezionare la sua tattica contro il serbo. Deve affrontare un compito arduo, con le statistiche sulla qualità del tiro di INSIGHTS che dipingono un bel quadro per Djokovic, che guida la coppia ATP Head2Head 9-2.

Il campione serbo a caccia di vittorie e record anche per il 2022

Mentre Djokovic non guarderà oltre la seconda testa di serie — che può concludere la stagione con il numero 1 del ranking ATP Pepperstone di fine anno alzando il titolo di Torino come campione imbattuto — il serbo sta inseguendo un po’ di storia nel finale di stagione. Cinque volte campione all’evento, Djokovic può eguagliare il record di sei titoli di Roger Federer andando fino in fondo questa settimana. “[Sarebbe] un finale perfetto [per la stagione]”, ha detto Djokovic ad ATP Media venerdì. “La ciliegina sulla torta, di sicuro, ma è una lunga strada. È una settimana lunga”. Il serbo ha vinto sei dei sette set che ha giocato quest’anno contro Tsitsipas, vincendo due set nelle finali di Roma e Astana prima del thriller in tre set di Parigi.

“L’ho affrontato negli ultimi due tornei che ho giocato, nella finale ad Astana e nelle semifinali a Parigi”, ha detto Djokovic. “Entrambe le partite sono state abbastanza ravvicinate, in particolare quella di Parigi. So che mi aspetto senza dubbio una partita difficile”.

Con il suo stile di gioco descritto come “Solid Baseliner” da INSIGHTS, Djokovic cercherà ancora una volta di usare il suo gioco a tenuta stagna per smussare l’attacco di Tsitsipas. Ma la più grande forza del serbo potrebbe essere una caratteristica che non può essere quantificata: la sua gelida compostezza sotto pressione. Sia Medvedev che Rublev sono diventati clienti abituali delle Nitto ATP Finals, con Medvedev che appare ogni anno dal 2019 e Rublev che torna ogni anno dal 2020. Ma mentre Rublev deve ancora superare la fase del girone all’italiana, Medvedev ha raggiunto la finale in ciascuna delle negli ultimi due anni, sollevando il trofeo nel 2020 nell’ultimo anno dell’evento a Londra.

La classifica ATP Finals per il campione Medvedev

Con un record di 9-4 nel finale di stagione, Medvedev sa meglio di chiunque altro cosa serve per avere successo in questa competizione unica. “Sin dalla prima partita, affronterai un avversario tosto”, ha detto Medvedev durante il media day. “C’è un’energia speciale in questo torneo e lo adoro assolutamente, e spero di mostrare il mio miglior tennis. Mi sento fiducioso, ma non si sa mai prima della prima partita”.

Ad aumentare l’incertezza ha giocato sicuramente il fatto che non ha incontrato il suo primo avversario dalle semifinali di Cincinnati del 2021, dove Rublev ha ottenuto una vittoria per tre set. Prima di quell’incontro, Medvedev ha vinto i quattro precedenti confronti ATP Head2Head tra i due – tutti in due set, tutti nei quarti di finale e tutti sul cemento – inclusi gli US Open 2020 e gli Australian Open 2021. Sebbene Rublev sia noto per il suo potere e la sua passione in campo, è molto più di un attaccante da fondo campo. Pertanto, il 25enne non vede l’ora di confrontarsi con un maestro tattico come Medvedev.

“Contro Daniil, sarà una vera partita a scacchi”, ha detto Rublev, sapendo che dovrà cronometrare bene la sua aggressività. “Non sto nemmeno guardando le mie altre partite. Credo che entrambi mostreremo un grande livello che gli spettatori apprezzeranno”. Con entrambi i giocatori ben consapevoli della difficoltà del loro gruppo, la posta in gioco è alle stelle fin dall’inizio.

Conclusione

Come sostenuto in apertura, è stata una brillante ed entusiasmante stagione per il tennis, quella del 2022, che si è conclusa con dei segnali molto incoraggianti riguarda quello che andremo a vedere da qui a poco più di 2-3 settimane. Gli appuntamenti con la classifica ATP andranno a stabilire le gerarchie fondamentali e a caratterizzare il tema dei pronostici e delle scommesse sul tennis per quanto riguarda le battaglie tra i campioni di oggi sarà ancora più entusiasmante e stimolante da seguire.

Comments on Facebook

Redazione

About Author

Leggi anche:

Entertainment

L’ARRIVO DI WANG La Fantascienza Italiana dei Manetti Diventa Seria

La sorpresa più grande che regala L’Arrivo di Wang è la sua assoluta serietà. In un panorama cinematografico come quello
Entertainment

LO STILE INCONFONDIBILE DI LOUIS VUITTON E MIUMIU
Parigi Fashion Week 2012

Un treno a vapore con dentro delle bellissime donne eleganti e chic. Questo è il treno che è entrato nella