Spotify acquisisce Heardle: entrerà presto nel mercato dei giochi?

Edward Spitz
Edward Spitz, in Sardegna in mostra le opere del misterioso artista internazionale
28 Luglio 2022
Musica e calcio
Musica e calcio: le canzoni più famose con il pallone protagonista
6 Settembre 2022

Spotify acquisisce Heardle: entrerà presto nel mercato dei giochi?

heardle

Unsplash

Proprio qualche giorno fa è stata resa ufficiale l’acquisizione del noto gioco Heardle da parte del colosso dello streaming musicale Spotify. Una mossa particolare, che solleva più di qualche domanda sullo scopo di questa operazione. Prima di addentrarci nella notizia vera e propria vogliamo parlare brevemente delle due piattaforme coinvolte.

Spotify

Spotify è una piattaforma di streaming musicale leader nel settore. Fondata nel 2009, a oggi conta 406 milioni di utenti attivi ogni mese. Il suo utilizzo è completamente gratuito e permette di fruire di un parco di autori, album e canzoni quasi infinito: se il tuo artista preferito è effettivamente un cantante o un compositore di professione, lo troverai sicuramente all’interno del suo vasto catalogo.

Spotify dà anche la possibilità di sottoscrivere un abbonamento mensile, al costo di partenza di 9,99€, così da poter usufruire di diversi servizi. In primis potrai ascoltare musica senza interruzioni pubblicitarie e inoltre potrai utilizzare l’app in totale libertà, oltre che scaricare brani o interi album per l’ascolto offline.

Utilizzando l’app in versione gratuita, infatti, non sarà possibile usufruire del servizio al meglio: ad esempio, se selezioni un artista, non potrai scegliere una traccia audio specifica da riprodurre, ma solo ascoltare canzoni con la riproduzione casuale. Dunque, sottoscrivendo l’abbonamento, potrai ascoltare tutta la musica che vuoi così da prenderti una pausa dagli impegni o dai giochi mobile come Crazy Time gioco.

Unsplash

Heardle

Heardle è un gioco online che si sviluppa con le meccaniche di un quiz musicale, dove l’utente è chiamato ad indovinare la canzone ascoltando solo poche note. Coloro che hanno qualche anno in più ricorderanno senza dubbio il famoso programma “Sarabanda”, condotto da Enrico Papi su Italia Uno. Heardle, bisogna dirlo, non nasce da un’idea originale ma si ispira molto a un altro gioco molto celebre chiamato Wordle, che è stato acquistato qualche tempo fa dal noto quotidiano statunitense The New York Times.

Cos’ha in mente Spotify?

Se la domanda che ti stai ponendo dopo aver letto quanto sopra è “perché?”, noi purtroppo non siamo a conoscenza del motivo che ha spinto il colosso svedese a fare questo acquisto, ma possiamo provare a immaginarlo. L’unica motivazione che ci viene in mente, e che ci convince abbastanza, è quella di una campagna di fidelizzazione da parte di Spotify del proprio pubblico. Se ci pensiamo bene, il quiz è essenzialmente composto da una fase di ascolto e di risposta, nulla di troppo complicato, e le persone potrebbero trovare un piccolo passatempo mentre ascoltano la loro musica preferita.

Siamo sicuri che l’intento della nota piattaforma di streaming sia legato a motivi simili, ma siamo coscienti che una persona in malafede potrebbe affermare che Spotify l’ha fatto per portare la fetta di pubblico di Heardle sotto il proprio controllo. Al di là di tutto, c’è da dire che il gioco musicale ha appena 4 mesi di vita, dunque troppo pochi per avere una fanbase vera e propria.

Quasi sicuramente Spotify era interessata a questo format e ha deciso di comprarlo così da avere a disposizione un prodotto già collaudato. Per quanto riguarda le cifre dell’affare non sono state dichiarate ma, tenendo presente quanto il NYT ha pagato Wordle, possiamo immaginare che si aggirano a somme di un certo spessore.

Cosa accade oggi?

Ad oggi sappiamo che l’utilizzo di Heardle è disponibile solo per alcuni paesi, come: Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda e Gran Bretagna. Il motivo, secondo quando dichiarato da Spotify, sarebbe quello di un aggiornamento dei sistemi e un ampliamento della libreria musicale. Visto però il malcontento di tanti assidui giocatori di Heardle, Spotify ha già reso noto che tornerà disponibile in breve tempo in tutto il mondo, con tante nuove funzioni e ancora più divertente quindi, non ci resta che aspettare.

Comments on Facebook

Comments are closed.