5 libri famosi sul mondo del gioco

Simona Severini: Con “Non faccio niente” racconto il mio viaggio introspettivo INTERVISTA
28 Marzo 2022
App
Mercato delle app in crescita (esponenziale): i numeri
12 Maggio 2022

5 libri famosi sul mondo del gioco

foto di Jonas Jacobsson

Il gioco al tavolo verde, soprattutto negli ultimi anni, ha ottenuto dei numeri decisamente importanti. Con l’avvento dell’online, infatti, l’accessibilità alle attività ludiche è aumentata ancora di più, motivo per cui diversi videogiocatori, incuriositi, anche a causa dei bonus per i giochi di casinò, si sono avvicinati al mondo del gioco in formato digitale. A prescindere dalle sue modalità e dalle sue caratteristiche, è innegabile il fatto che attorno al gambling si siano sviluppate delle storie interessanti, tanto da portare registi e scrittori ad approfondire l’argomento. Alcuni di loro, rimasti colpiti dall’influenza che il gioco ha avuto e ha ancora su determinate persone, hanno deciso anche di incentrare le loro opere sul suddetto tema. Tra film e libri, sono diversi i lavori che trattano argomenti del genere.

In particolar modo tra i libri ce ne sono alcuni che, in un modo o nell’altro, sono passati alla storia. Uno di questi è sicuramente “Batti il banco” di Edward Thorp, pubblicato nel 1966. Si tratta con assoluta certezza del libro più celebre sul blackjack, ancora oggi, a distanza di 50 anni, considerato un vero e proprio must per tutti gli appassionati del gioco. In questo libro si analizzano vari sistemi di conteggio delle carte, oltre a diverse strategie per affrontare il banco. Insomma, si tratta del libro giusto per chi desidera avere più informazioni possibili sul blackjack. Un altro libro di cui vi andremo a parlare oggi è “Blackjack professionale” di Stanford Wang, pubblicato nel 1975. In quest’opera si analizzano i cambiamenti vissuti dal blackjack, che, come tutte le cose, si è sviluppato con il passare degli anni in una chiave più moderna.

 Sembra quasi essere un’opera predittiva, visto che contiene un capitolo basato sullo studio del gioco attraverso il computer. Non banale per un libro scritto nel 1975. Questo volume ha conquistato una certa notorietà anche per il fatto di aver teorizzato per primo un determinato sistema di conteggio delle carte: l’Hi-Lo. Un libro sul blackjack leggermente più recente è “Blackjack Bluebook”, pubblicato nel 2006 da Fred Renzey. Le nozioni all’interno del libro sono decisamente più aggiornate rispetto a quelle che caratterizzano i precedenti due libri, tanto che ci si concentra particolarmente su un approfondimento maggiormente dettagliato del gioco del blackjack. Spostando l’attenzione su due libri che trattano il tema della roulette, altra attività ludica, volgiamo lo sguardo verso due veri e propri mostri sacri della scrittura.

Un altro libro di cui vi parliamo è “Il giocatore”, pubblicato da Fëdor Dostoevskij nel 1866. Grande fanatico della roulette, lo scrittore russo racconta la storia di Alexei Ivanovich, un precettore che lavora per una famiglia russa, il cui patriarca è fortemente indebitato con il francese De Grieux. Ivanovich, innamorato della nipote del patriarca, decide di recarsi al casinò del paese e di effettuare una puntata a suo nome, giocando e vincendo alla roulette. L’altra ed ultima opera di cui vi parliamo oggi è “Il Fu Mattia Pascal”, pubblicata da Luigi Pirandello. Il protagonista, che riprende il nome presente nel titolo dell’opera, scontento del suo lavoro e della sua famiglia, fugge a Montecarlo e, giocando alla roulette, vince ingenti somme di denaro. Prima di tornare a casa scopre che la moglie e la suocera lo hanno dichiarato morto, a quel punto, decidendo di approfittarne, cambia completamente vita.

Comments on Facebook

Comments are closed.