Sanremo 2021, ancora giù gli ascolti nella seconda serata – Conferenza stampa

Sanremo 2021 Classifica
Sanremo 2021, la classifica generale dopo due serate
4 Marzo 2021
Folcast
Sanremo 2021. Incontriamo Folcast tra i finalisti delle Nuove Proposte con “Scopriti” – Intervista
4 Marzo 2021

Sanremo 2021, ancora giù gli ascolti nella seconda serata – Conferenza stampa

Sanremo 2021 palloncini

Un festival della ripartenza che non riparte, anzi arranca non poco. Specie rispetto ai dati incredibili dello scorso anno, considerando pure che siamo tutti forzatamente a casa: la seconda serata di Sanremo 2021 raccoglie 43% di share con 7 milioni e mezzo di spettatori complessivi (contro i quasi 10 milioni dello scorso anno). Numeri che non si vedevano dai tempi del secondo Fabio Fazio (2014).

Chapeau ad Amadeus e Fiorello, è stata una serata televisivamente molto appropriata per i tempi che viviamo. E’ ovvio che tutti ci aspettano al varco con gli ascolti, ma davvero questa edizione non è comparabile con tutte le altre. Se avessi trovato delle maglie rotte sarei stato qui a dirlo, ma questo racconto è da apprezzare proprio nella misura del periodo che stiamo vivendo.” dichiara il direttore di Rai1 Stefano Coletta che aggiunge “Ieri il declino di 4,5% rispetto alla prima sera è tutto da imputare alle partite di Serie A, che era dal 2014 che non si confrontava con il Festival. Picco di share su “Vattene Amore”, mentre il picco di persone connesse è stato quando Elodie e Amadeus hanno presentato Bugo“.

Tutto quanti stiamo facendo qualcosa di unico e straordinario, sarebbe stato più facile buttare via tutto e rimandare” dice Amadeus Avere il pubblico non era semplicemente un capriccio, la sua mancanza toglie il senso all’evento. L’evento lo fa tutta la macchina di Sanremo, la sala stampa, le polemiche, i palchi esterni, le signore in prima fila, i politici: tutto questo diventa evento, e se non fosse un evento Sanremo sarebbe solo un programma televisivo come gli altri. E quest’anno è evidentemente qualcosa di diverso, un evento svuotato, per questo i dati vanno letti con un’altra ottica. Questo è il Sanremo “televisivo” più forte che ci possa essere, naturalmente non è l’evento per antonomasia degli anni scorsi.

Non esiste uno spettacolo televisivo perfetto” ammette Ama “ma se la serata di ieri, para para, fosse andata in onda l’anno scorso avrebbe fatto gli stessi risultati di un anno fa. La gente a casa è arrabbiata, e se sono arrabbiato e qualcuno mi invita ad una festa io non ci vado. Per questo il dato è clamoroso in positivo: con questa situazione drammatica, 10 milioni di persone hanno scelto di stare in nostra compagnia. E’ una buona notizia“.

Qualche polemica sui giudizi della giuria demoscopica, non proprio in linea con i gusti di pubblico e critica “La giuria demoscopica ha un’entità diversa dalle altre giurie. E’ lontana dalle innovazioni ma anche dalle forti tradizioni, come se fosse una giuria rassicurante. Credo che le tre componenti di valutazione siano tutte diverse tra loro, sono curioso di vedere che risultato regaleranno. Evidentemente la demoscopica ragiona su tendenze discografiche ben sedimentate.

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.