Mobrici: dai Canova alla carriera solista con il singolo “20 100”

Gaia Sanremo 2021
Aspettando Sanremo 2021 – Gaia per la prima volta all’Ariston con “Cuore Amaro”
19 Febbraio 2021
Annalisa
Annalisa svela titolo e cover del nuovo album: ecco a voi “Nuda10”
19 Febbraio 2021

Mobrici: dai Canova alla carriera solista con il singolo “20 100”

Mobrici

foto di Giulia Bersani

Quando finisce una storia e si comincia un altro percorso è sempre difficile, che si tratti di relazione amorose, di amicizie o di band che si sciolgono. Lo sa bene Matteo Mobrici, l’ex frontman della band Canova, una delle realtà di culto del panorama indie pop italiano scioltasi nel 2020

E’ difficile, ma la prova di Mobrici è più che convincente. Il nuovo singolo “20 100” (Maciste Dischi/Virgin Records/Universal Music Italia), già in radio e su tutte le piattaforme digitali, è una canzone cruda e romantica, nata ed ispirata dalla città di Milano, come racconta bene il titolo (il cap generico del capoluogo lombardo).

È una canzone nata in pochi minuti – spiega Mobrici – con due elementi fondamentali: una tastiera e la voglia di dire qualcosa a qualcuno attraverso parole e musica. Cosa dovrei fare per riavere la tua attenzione? Incendiare una stazione, rubare e bruciare il simbolo della città, morire nei giorni di Natale, allagare le strade? La vita va avanti, ogni minuto può essere un momento nuovo, di svolta e quando perdiamo qualcuno a volte vorremmo tornare indietro o lasciare tutto com’è.”

Anche il video – diretto da Lorenzo Invernici e prodotto da Borotalco.tv , omaggia Milano e, in particolare, uno dei posti iconici della città, i Navigli, luogo caro a Mobrici, che canta “inonderò il Naviglio con le lacrime”. Nel videoclip, infatti, lo vediamo attraversare il Naviglio Grande su un’imbarcazione mentre canta e suona la tastiera, fino ad arrivare in Darsena.

Mobrici – 20 100 | Testo

Dimmi cosa devo fare
Per farmi un attimo considerare
Dare fuoco alla Stazione Centrale
O uccidermi sotto Natale
Vivere sotto un ponte
Con una bicicletta dalle luci rotte
Scrivermi sulla fronte
Di quanto sia difficile la vita adesso

Ti ho persa tra un esame e un altro
Tra un passaggio dato da qualcun altro
Tra una bevuta di domenica sera
Tra un bicchiere di vino e una risata leggera
E scusami se non sono stato bravo abbastanza
Da capire al volo
Dove andasse la tua vita adesso
Ti ho persa sotto una luna piena
Na na na na na na

Ruberò la Madonnina
E ci farò un falò con della benzina
Inonderò il Naviglio con le lacrime
E i turisti annegheranno facile
Ti ricordi di me? La camicia che avevo
Era bianca, ma sembrava vintage
Ti ricordi di te? Della tua preoccupazione
Nelle cose?

Ti ho persa tra un esame e un altro
Tra un passaggio dato da qualcun altro
Tra una bevuta di domenica sera
Tra un bicchiere di vino e una risata leggera
E scusami se non sono stato bravo abbastanza
Da capire al volo
Dove andasse la tua vita adesso
Ti ho persa sotto una luna piena

Ti ho persa sotto una luna piena

Comments on Facebook

Comments are closed.