Aspettando Sanremo 2021: Bugo torna al Festival con “E invece sì”, canzone sulla voglia di cose impossibili

Blind
Blind, dopo X Factor il nuovo singolo “Promettimi” feat. Guè Pequeno e Nicola Siciliano
17 Febbraio 2021
Ermal Meta
Si chiamerà “Tribù Urbana” il nuovo album di Ermal Meta
17 Febbraio 2021

Aspettando Sanremo 2021: Bugo torna al Festival con “E invece sì”, canzone sulla voglia di cose impossibili

SANREMO 2021 - Bugo

Bugo torna al Festival di Sanremo senza Morgan con “E invece sì”. Il brano, incluso nel suo prossimo progetto discografico, racconta che le cose impossibili si possono fare, i sogni si possono realizzare a 40 anni, come a 50 o 60 e oltre. Una canzone che rappresenta l’uomo oltre all’artista in cui c’è quella voglia di rivalsa che ci sta accumunando tutti. La voglia di poter tornare a vivere i nostri sogni il prima possibile, anche quelli che sembrano impossibili (soprattutto quelli).

Cristian Bugatti, classe 1973, è un cantautore brillante e innovativo, molto popolare nella scena alternative con all’attivo nove album e una vocazione artistica che dalla musica arriva anche alle arti visive. Schivo e poco mainstream, è diventato popolare, suo malgrado, dopo la lite con Morgan della scorsa edizione del Festival. Durante la penultima serata, ha abbandonato il palco dopo che Morgan, aveva riscritto le parole dell’intro di “Sincero” con le ormai celebri frasi: “Le brutte intenzioni, la maleducazione, la tua brutta figura di ieri sera”. Bugo lascia il palco, Morgan confuso in scena e grandissimo imbarazzo in sala. Il resto è storia: i due, squalificati dalla gara spariscono – letteralmente – nella notte di Sanremo, il tormentone “dov’è Bugo?” impazza per mesi, così come il meme, ancora attuale, di Morgan che si chiede “Che succede?”. Dopo la fuga dall’Ariston l’album “Cristian Bugatti” che contiene “Sincero” e “Mi manca”, in duetto con Ermal Meta. Sposato, un figlio, appassionato di calcio e grande tifoso della Juventus, è una presenza fissa della nazionale Cantanti.

Impara a suonare la chitarra durante il servizio militare, scrive la sua prima canzone e fonda un gruppo, i Quaxo. É Il 1994. Due anni dopo Cristian decide di esibirsi da solo come Bugo, il soprannome delle Medie. Durante il primo concerto nel 1998 a Vigevano viene notato da Bruno Dorella che gli propone di collaborare con la sua etichetta Bar La Muerte. Esce il singolo d’esordio “Questione d’eternità” e l’album “La prima gratta” che contiene “Spermatozoi”, uno dei pezzi più amati. Seguono altri dischi, concerti, una prova come attore nel film Missione di pace, presentato fuori concorso a Venezia e varie mostre personali. Nel 2013 realizza un’opera pubblica per le strade di Ghaziabad, 30 km da New Delhi e un autoritratto enorme per le strade della capitale in occasione dell’India Art Fair 2014. Nel febbraio del 2015 passa dalla Universal alla Carosello Records e il suo volto viene scelto da Rolling Stone tra i 100 più noti della musica italiana per lo speciale celebrativo. Nell’aprile 2016 viene pubblicato l’ottavo album, “Nessuna scala da salire”. Il disco arriva al primo posto della classifica ufficiale vinili della FIMI. Il primo singolo estratto è Me la godo. Segue un tour promozionale in tutta Italia, tra cui il concertone del Primo Maggio a Roma e una tappa all’estero allo Sziget Festival di Budapest. Nel maggio 2018 pubblica l’album RockBugo, prima raccolta ufficiale con i successi di 18 anni di carriera solista riarrangiati in chiave rock. Viene scelto per la candidatura a “miglior album italiano” per i Rockol Awards. Nell’autunno 2019 viene pubblicato da Rizzoli il primo libro di Bugo, “La Festa Del Nulla”, un romanzo di formazione che unisce vicende e personaggi di fantasia a tratti autobiografici del cantautore. L’anno successivo partecipa al Festival di Sanremo in coppia con Morgan proponendo “Sincero”, brano scritto da lui che per testo e melodia forse meritava un posto più alto del 17esimo con cui si è classificato prima della squalifica. Ora Bugo torna sul palco abbandonato un anno fa, sempre sincero, educato e pronto a fare bella figura.

Bugo a Sanremo 2021 – La scheda

Nome: Cristian Bugatti detto Bugo

Album in studio: 9

Presenze a Sanremo: 2

Vittorie a Sanremo: 0

Brano con cui è in gara a Sanremo 2021: E invece sì

Bugo – E invece sì | Testo

di C. Bugatti – A. Bonomo – S. Bertolotti – C. Bugatti – A. Bonomo
Ed. Edizioni Curci/Tetoyoshi Music Italia
Milano – Nizza Monferrato (AT)

Le metropolitane vanno molto veloci
I giornali gratis
La radio
Le voci
Bella la campagna ma mi rende un po’ triste
Vorrei comprare un disco ma non ho il giradischi
Vorrei fare l’arbitro ma non mi piacciono i fischi
Il superfluo è a volte più importante
Scriverò il nostro nome sui portoni
Anche se mi dici
Cristian cresci, stai su dritto
Grazie ma io
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che il paradiso è il mio supermercato
Con la birra in saldo e il poster di Celentano
È meglio così
Voglio immaginarmi che anche un dittatore
S’innamora, vomita e poi si commuove
Che davvero non ci avranno mai capiti
E invece sì
Na na na na na
Vorrei pensare che Ronaldo non sia perfetto
Vorrei essere onesto ma non timbro il biglietto
Chiamare mio papà per dirgli che sto bene
Scriverò le risposte sulla mano
Anche se mi dici
Cristian sveglia, perdi il treno
Grazie ma io
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che il paradiso è il mio supermercato
Con la birra in saldo e il poster di Celentano
È meglio così
Voglio immaginarmi che anche un dittatore
S’innamora, vomita e poi si commuove
Che davvero non ci avranno mai capiti
E invece sì
E tu gridami addosso
Che va bene lo stesso
E tu gridami addosso
Cristian cresci, stai su dritto
Grazie ma io
Voglio immaginarmi che non ho sbagliato
E che Ringo Starr è il mio miglior amico
Che io e lei lo abbiamo fatto e le è piaciuto
Si dice così
Voglio immaginarmi che anche un dittatore
S’innamora, vomita e poi si commuove
Che davvero non ci avranno mai capiti
E invece sì
E invece sì

Comments on Facebook

Comments are closed.