Enrico Ruggeri torna col singolo inedito “L’america (Canzone per Chico Forti)”

Francesca Michielin Cattive Stelle feat Vasco Brondi
Francesca Michielin, un nuovo capitolo di “Feat” con “Cattive stelle” insieme a Vasco Brondi
19 Gennaio 2021
Michele Bravi
Michele Bravi, fuori venerdì “Mantieni il bacio”, singolo che anticipa il nuovo album
19 Gennaio 2021

Enrico Ruggeri torna col singolo inedito “L’america (Canzone per Chico Forti)”

Enrico Ruggeri

Da oggi, martedì 19 gennaio, è in radio e disponibile in digitale “L’America (Canzone per Chico Forti)”, il nuovo intenso brano di Enrico Ruggeri (Anyway Music / Believe Digital), dedicato alla vicenda che da 20 anni tiene in sospeso la vita di un uomo.

Chico Forti, velista e produttore tv, è stato incarcerato negli Stati Uniti nel 2000, condannato all’ergastolo per un omicidio di cui si è sempre dichiarato innocente. Il 23 dicembre 2020 è stata accolta l’istanza che permetterebbe a Chico Forti di tornare in Italia, ma attualmente è ancora detenuto al Dade Correctional Institution in Florida.

Proprio questi ultimi sviluppi hanno spinto Enrico Ruggeri a tirare fuori dal cassetto questa canzone e a incontrare Gianni Forti, lo zio di Chico, la persona che in questi 20 anni si è battuto per riportare in Italia il nipote.

Grazie allo zio, il cantautore ha conosciuto altre persone straordinarie che si sono dedicate a questa vicenda come il fumettista Chiod (Massimo Chiodelli) e il documentarista Thomas Salme. Insieme hanno realizzato il video del nuovo brano che si avvale delle illustrazioni tratte dal libro “Una dannata commedia” di Massimo “Chiod” Chiodelli. Fotografia e montaggio di Thomas Salme.

L’America (Canzone per Chico Forti)” è un brano diretto, che testimonia l’urgenza creativa e la sensibilità che hanno contraddistinto Enrico Ruggeri in questi oltre 40 anni di carriera.

Enrico Ruggeri – L’America (Canzone per Chico Forti) | Testo

Ho volato sull’acqua, ho passato montagne
Ho spiegato le vele nel sole
Ho guardato le albe, i colori e i tramonti
Calpestando la terra, scivolando sul mare
Cittadino curioso del mondo
Con la stessa pietà per vincenti e perdenti
Ed ora che ho un numero addosso
E la stessa divisa degli altri
Ho visto cambiare il mio mondo
Ho visto colombe nel nido dei falchi

L’America è troppo lontana
Eppure io sono al suo interno
La barca che sta sulla riva sbagliata
L’ America è un treno che passa
Fermandosi in certe stazioni
Spostando dal viaggio la mia

Ho vissuto due vite, la prima correndo
E l’altra nei giorni infiniti
Passati leggendomi quello che ho dentro
Raccontando una storia incredibile e vera
Un dolore nel grido che senti
Coperto da certi infiniti silenzi
Da fuori mi scrivono spesso
E arriva qualcuno a cercarmi
Intanto io leggo e lavoro
E il tempo che passa non riesce a cambiarmi

L’America è ancora lontana
Eppure io sono al suo interno
E vivo la notte il mio sogno sbagliato
L’America è un aereo che passa
Lasciando cadere qualcuno
Portando qualcuno più su
Rimangono rami tagliati
Non crescono più

L’America è troppo lontana
Eppure io sono al suo interno
La barca che sta sulla riva sbagliata
L’America è un treno che passa
E corre via

Comments on Facebook

Comments are closed.