X Factor 2020: è tempo di Bootcamp. Stasera le categorie, “Manuelito” Hell Raton e Mika i primi a sentenziare

Viva Lion
Il folk italiano (r)esiste e “Bona Fide” di Viva Lion ne è la più raffinata dimostrazione – RECENSIONE
8 ottobre 2020
Maestro Pellegrini
Maestro Pellegrini: con “Fragile” apro il mio cassetto di parole – INTERVISTA
22 ottobre 2020

X Factor 2020: è tempo di Bootcamp. Stasera le categorie, “Manuelito” Hell Raton e Mika i primi a sentenziare

Scatta la “fase 2” per X Factor 2020. Stasera alle 21:15 su Sky Uno e in streaming su Now Tv (in replica venerdì su TV8) vanno scena i primi Bootcamp col temuto “gioco delle sedie”. Puntata saliente che finalmente ci permetterà di scoprire le categorie assegnate a ciascuno dei 4 giudici di questa edizione: Mika, Emma Marrone, Manuel Agnelli ed Hell Raton.

Iniziano quindi a formarsi le squadre e a delinearsi le prime strategie di gioco. La fase 2 in cui, come ha scherzato il veterano del talent Manuel Agnelli, dal momento idilliaco delle Auditions i 4 colleghi passeranno ad “odiarsi”. Stasera i primi a salire in cattedra per farsi la formazione saranno Mika e “Manuelito” Hell Raton, per Emma e Agnelli appuntamento alla prossima settimana. Come sempre 5 sole sedie per un botto di aspiranti partecipanti tra chi si siede, chi torna direttamente a casa, chi si alza, chi fa lo stronzo di turno che dice all’altro “no, ma ora fa alzare me vedrai” e gliela tira, e chi una volta preso posto non si schioderà più di là pur sudando sino all’ultimo secondo.

Assisteremo a dei Bootcamp completamente diversi da quelli a cui eravamo abituati, sono pur sempre i “Bootcamp ai tempi del Covid” senza il pubblico a farla da padrona, a fare le ola, a fischiare, a urlare a squarciagola i numeri (neanche i nomi) dei concorrenti che vogliono far “switchare”, il fantastico meccanismo per cui chi è seduto non è mai troppo al sicuro e da un momento all’altro potrebbe dover lasciare la sedia all’ultimo arrivato. Senza spettatori in presenza è un po’ una noia, ammettiamolo. Come giocare a PES da soli contro il computer, senza un amico da paraculare o bestemmiare ed esultando da soli. X Factor 2020

Un po’ triste insomma. Però “andrà tutto bene” e confidiamo nei giudici che tra alti e bassi per ora non ci dispiacciono. Anche per loro, come per gli aspiranti concorrenti, è ancora troppo presto per sbilanciarsi. Il montaggio fa miracoli e a XF sono dei fuoriclasse in questo senso. Solo coi live, col bello della diretta, vedremo come i 4 se la caveranno. Perché, musica a parte, XF resta comunque uno show e ha anche il sommo dovere di divertire la sua platea. Per ora, a fiducia, diamo loro “3 sì di incoraggiamento”. Si parte sicuramente meglio rispetto allo scorso anno con dei dimenticabilissimi Sfera Ebbasta e Malika Ayane. “Tre sì” per il copione che si ripete, giudici diversi ma solite cose di cui da anni sono a caccia tutti: la sincerità, la personalità, la credibilità e la famosa attitude. “Zero sì” invece per il gusto nell’abbigliamento, compreso il 5° giudice Alessandro Cattelan, sembra una gara a chi si vesta peggio e “il rocker” (per dirla alla Mara Maionchi) Agnelli pare addirittura quello messo meglio. In foto li vediamo appunto immortalati in uno dei momenti da “Ma come ti vesti?!”.

Chi vivrà vedrà. E non vediamo l’ora di vedere come andrà avanti questa edizione ventiventi di XF, quale tra i concorrenti staserà ci stupirà, chi ci deluderà e chi diventerà il nostro favorito. Ok, il pubblico alle registrazioni non c’era ma stasera ci saremo noi da casa, sicuri che dal divano riusciremo a fare comunque un gran casino.

Prossimi appuntamenti:

Giovedì 15 ottobre – seconda e ultima puntata dei Bootcamp

Giovedì 22 ottobre – la nuova “Last Call”

Giovedì 29 ottobre – (gli dèi permettendo) l’inizio dei Live

 

Comments on Facebook

Comments are closed.