Mille: “Stiamo vivendo un periodo particolare ma la felicità è a un palmo da noi” – INTERVISTA

Primo Maggio
Concertone del Primo Maggio, annunciati i protagonisti dell’edizione straordinaria
27 aprile 2020
Edda e Marok
“Noio; volevam suonar.”, il disco regalo di Edda e Marok anticipato dal disco perpetuo di Gianni Maroccolo “Alone vol.IV”
28 aprile 2020

Mille: “Stiamo vivendo un periodo particolare ma la felicità è a un palmo da noi” – INTERVISTA

Mille

Elisa Pucci, in arte Mille, ha pubblicato “Animali”, il primo singolo in italiano della cantante romana con un video inserito nella playlist YouTube “Novità INDIE ITALIANO” curata da VEVO. “Animali“, perché questo siamo. Ci si annusa e ci si riconosce, a prescindere dal tempo e da quello che accade intorno, con l’augurio di ritrovare la meraviglia di un sentimento anche dopo una vita. Attraverso il suo ultimo singolo, mira a comprendere maggiormente se stessa, trovando il punto di connessione tra ciò che è e ciò che desidera.

Stiamo vivendo – racconta Mille – un periodo molto particolare, io personalmente sono a casa da tanto ma siamo comunque in movimento. Sto facendo tante cose e arrive alla sera che non mi sono fermata un attiomo. Questa situazione, anche della musica, va osservata da due punti di vista, anzitutto la musica serve a tenere l’umore alto, grazie ai social soprattutto, che sono veramente una distrazione. Dall’altra parte c’è un disastro sia dal punto di vista umano che nel settore della musica. Niente concerti vuol dire tante persone che non lavorano, artisti compresi. Però va vista in positivo, come un punto di partenza, se ci pensiamo è la ripartenza determina la gioia di vivere delle persone. Anche io pur essendo partita adesso con il mio progetto avevo delle attività in programma. Ci sono tante cose positive però. Mi sta servendo questo periodo, c’era stato in periodo di attesa, prima dell’uscita di ‘Animali’. Era partito già l’anno scorso questo progetto e so cosa significa attendere. Già da sei mesi ci lavoravo, quindi ho già vissuto i sentimenti di desiderio e di attesa. Si cerca di prendere il buono. Artisticamente ad esempio ho scoperto di riuscire a suonare insieme alla mia metà, cosa che non avevamo considerato. Lui già aveva lavorato alla mia canzone, non per nostro volere ma per caso. Ha preprodotto ‘Animali’ perchè l’aveva sentita una sera prima di andare a cena, gli è piaciuta un sacco e ha iniziato a produrla. E quello è rimasto perchè il suo lavoro sulla canzone è piaciuto. In questo periodo nonostante lui lavora nel suo studio e io nel mio, abbiamo riscoperto il bello di suonare insieme. Casa è più piccola, diventa più piccola se vissuta da entrambi tutto il giorno, però abbiamo iniziato a suonare senza pretese e ci è venuto bene”.

Che brano è “Animali” per Mille?

Una canzone molto importante per me, è lo spartiacque della me che stava iniziando a scrivere in italiano e si muoveva in punta di piedi e la me che si trovava nella confort zone di scrivere in inglese e stava pensando di fare questa cosa nuova. A un certo punto però è diventata un’esigenza, aveva a che fare con l’istinto e la ragione. Per me l’istinto diceva provaci, la ragione diceva di stare nella confort zone. Poi ho detto voglio scrivere in italiano, niente paure. Poi il resto è venuto da sè. La tematica, raccontando una storia d’amore, le sensazioni di incontrare una persona con cui si è stati insieme dopo tanto tempo. La storia ha una narrazione parallela che racconta il diventare consapevoli di una vita scandita da abitudini e zone di tranquillità che non ti fanno appropriare del sentimento vero. La felicità è a un palmo da te, dico nel testo. Però o scegliamo l’attesa o non siamo felici”.

Una carriera da artista fin da piccola, con un aneddoto divertente. Per partecipare allo Zecchino d’Oro hai falsificato la firma del padre

Era un talento che avevo nonostante avessi 8 anni. Mio padre non era d’accordo che partecipassi. A scuola ci avevano dato una cartolina per le selezioni. La società che le organizzava vendeva anche libri o enciclopedie. Mio padre, pensando fosse un modo di venderci qualcosa disse di no. Quindi fui costretta a farlo, ma è andata bene. Poi il teatro, contattata quasi per caso e mio mezzo di sostentamento per diversi anni, poi I Moseek e la consapevolezza che volevo essere povera ma scrivere canzoni. Fino a Xfactor che ci ha permesso di avere grande visibilità e ci ha dato modo di suonare tanto in giro e di farci conoscere”.

Sulla scia della canzone è stato strutturato il video di “Animali”, nel quale la sequenza di immagini è ambientata ed incentrata su un bar che ha conservato intatta la bellezza del primo giorno in cui è stato aperto, negli anni Ottanta. Non è cambiato nulla, si sono solamente aggiunti gli anni nel tempo, come è successo all’amore raccontato nella canzone. “Volevo una cosa semplice che fosse il mio biglietto da visita. Quel bar così intimo, mi permetteva di raccontare la canzone in modo iconografico”.

L’artista Mille cosa si aspetta dopo?

Ambisco al garage sul sopratetto vicino casa mia. Vorrei suonare là. Tutto quello che è live estivo è stato annullato, quindi vorrei sfruttare casa mia e organizzare cose con poche persone qui. ‘Animali’ è il primo, usciranno diversi singoli che poi verranno raccolti in un album. Tutte le catastrofi mie personali che sono stanno scritte e sono diventate canzoni. Tutte gravi a loro modo, ma che mi hanno fatto crescere. Mi alleno. Per ora esprimo anche il desiderio di curare le grafiche per I miei brani. Adoro disegnare, un giorno ho fatto una storia e I miei discografici mi hanno detto che sembrava un qualcosa inerente alla mia musica.

Mille, nome d’arte di Elisa Pucci, è una cantautrice nata nella provincia di Roma e milanese d’adozione. Eye-liner, frangetta e gonne a vita alta, le stesse che amava vedere indossate dalla mamma negli anni della sua giovinezza, quando con i suoi lunghi capelli rosso rame cantava Caruso di Lucio Dalla. Considerata da bambina la garibaldina di casa per il suo temperamento (alla spedizione dei Mille deve il suo nome) falsifica la firma del papà per iscriversi allo Zecchino d’Oro, partecipandovi con una canzone scritta da Memo Remigi. Qualche giorno dopo aver discusso la tesi di Laurea nelle aule di Economia de “La Sapienza” di Roma entra a far parte di una compagnia teatrale come attrice. Nello stesso periodo fonda la band Moseek di cui diventa autrice e manager per booking e comunicazione. Conquista il cuore di Skin partecipando con la band all’edizione numero 9 di xFactor; gira l’Italia facendo concerti, fa un minitour in Inghilterra e calca il palco dello Sziget Festival a Budapest. “Animali”, suo singolo d’esordio, è già disponibile sulle piattaforme digitali.

Comments on Facebook

Comments are closed.