Carrese: “Vetro” è il riflesso delle mie paure allo specchio, per esorcizzarle – INTERVISTA

Home Festival
Cancellato l’Home Festival, la decima edizione sarà a luglio 2021
26 Aprile 2020
Subsonica
I Subsonica affrontano la quarantena con “Mentale strumentale”, il nuovo album (del 2004..)
26 Aprile 2020

Carrese: “Vetro” è il riflesso delle mie paure allo specchio, per esorcizzarle – INTERVISTA

Carrese

Roberta Carrese ha pubblicato il singolo “Vetro” (Rumore di zona / The Orchard), una ballad che fa l’occhiolino alla musica inglese e al soul di Prince. Registrato allo Studionero di Roma e prodotto da Marta Venturini, il brano arriva dopo “Smart”, il primo singolo della cantautrice.

Un brano uscito in digitale in un periodo difficile: “Non vedo l’ora che finisca tutto – racconta Carrese – prima ero molto più positiva. Mi manca il contatto con la natura, poter uscire, andare in un parco. Artisticamente e lavorativamente sono ferma, diventa dura. Non ho seguito bene la discussione sulle parole di Tiziano Ferro ma mi sento vicina in questo momento a tutte le persone che lavorano nel mondo della musica. Per un artista affermato è più facile andare avanti, grazie al digitale ma per I piccolo artisti o per tutte le persone che lavorano negli studi di registrazione o per I concerti è un momento molto duro. Io personalmente sto cercando di seguire la cosa nei gruppi dedicati sui vari social, dove si sta cercando di proporre qualcosa al Governo. Per ora riconosco che gli artisti, ognuno per la propria parte hanno un ruolo fondamentale per alleggerire la giornata delle persone con la musica, le dirette sui social e la loro presenza in generale. Poi penso che economicamente ne uscirà male il Paese e dovremmo tutti ripartire. Io proprio oggi avrei avuto un concerto a Bari al centro storico. Una data che non è stata neanche comunicata anche perchè adesso per tutti è difficile pensare a un live. Serviranno spazi grandi che male si prestano agli artisti emergenti. Per ora la vedo dura, ma passerà”.

Vetro” è uscito a marzo: “Il mio secondo singolo, un dialogo allo specchio, mi ci sono riflessa dentro, c’è una me che si racconta. Le mie fragilità, un esorcizzare in modo positive paure e disagi. È stato prodotto su suoni di Prince, dei Beatles e della musica inglese. Evolve piano piano e poi esplode nella voce. C’è qualcosa di positivo, una liberazione. Sono riuscita a farlo sentire 26 febbraio durante il mio ultimo concerto e il pubblico ha reagito benissimo, tanto che me l’hanno chiesta come bis. Penso sia andata a segno, ha colpito come brano. ‘Smart’ era più canticchiabile ha vinto molto di più, anche perchè aveva un video a supportarlo, cosa che non ho potuto fare con ‘Vetro’. Un pezzo di passaggio, non una hit radiofonica ma assolutamente una parte di me, di passaggio tra ‘Smart’, molto più canticchiabile e radiofonico e il mio nuovo singolo, che sta per uscire, forse in estate, entro giugno”.

Ancora non è in programma un album, ma forse in seguito: “Nel 2017 ho cercato di scrivere delle canzoni mie e ho cambiato la mia vita. Ho iniziato a lavorare per mantenermi e potermi concentrare sullo scrivere. Non c’è un vero e proprio album ancora, sono dei pezzi a se. Forse lo farò a fine anno con I vari singoli. Dopo The Voice ho sentito l’esigenza di fare canzoni mie non solo cover. Ho iniziato a scrivere e le canzoni sono venute tutte insieme, ne ho scritto 6-7. The Voice è stato fondamentale per farmi capire che ero un’artista e che quello potevo fare. Prima di allora non avevo un riscontro, ero una ragazzina a cui piaceva la musica ma niente altro. La televisione e il pubblico mi ha portato quell’ostinazione dentro di me e la consapevolezza che questo voglio fare questo nella vita”.

Cresciuta con I grandi gruppi degli anni ’70 e ’80, Roberta Carrese fa orgogliosamente parte dell’Indie: “Per avere un pubblico devi essere bravo a creare produzioni al passo con i tempi, sempre anche attuali. La scena indie è apprezzabile anche da questo punto di vista. Artisti come Calcutta, che per me è stato il primo, hanno tolto l’obbligo del mainstream e finalmente sono usciti facendo apprezzare una fetta di musica che prima non veniva apprezzata. Ci vuole anche coraggio, come nel film ‘Bohemian Rapsody’ quando I Queen hanno proposto la canzone e si sono sentiti rispondere no. Hanno difeso la loro scelta, hanno insistito e hanno cambiato la storia, con una canzone di grandissimo successo”.

Roberta Carrese, in arte CARRESE, è una cantautrice italiana. Nasce a Venafro (Is) il 14 Luglio 1994 da genitori campani. La famiglia e le sue influenze musicali sono molto importanti per la sua formazione artistica. Da Lucio Battisti ai Led Zeppelin, da Mina a Patti Smith, il suo vasto interesse per artisti nazionali e internazionali le permette di assimilare un concetto più ampio di fare musica che non si può “etichettare” in un unico genere musicale. A 11 anni inizia a suonare la chitarra, strumento che tutt’oggi suona per accompagnarsi e scrivere le sue canzoni. A 14 anni intraprende un’attività live musicale per club e piazze locali. Dopo il diploma di Liceo Classico (2013), all’età di 19 anni, si trasferisce a Roma per frequentare il DAMS presso l’università di RomaTre e si laurea in Cinema,Tv e Nuovi Media nel 2017. I primi anni romani sono significativi per la sua carriera.

Nel 2015 partecipa alla terza edizione di The Voice of Italy nel team di Piero Pelù, ottenendo il secondo posto in finale. Come afferma l’artista, il talent è stata un’esperienza di crescita all’interno del difficile contenitore televisivo e mai un punto di arrivo. Dopo la partecipazione televisiva seguono due anni di concerti in tutta Italia, da sola (voce e chitarra) o con formazioni diverse (band). Verso la fine del 2017 interrompe la sua attività musicale per dedicarsi alla scrittura del suo primo album: inizia così a lavorare come commessa in un noto department store a Roma e fuori dal lavoro compone le sue nuove canzoni. A settembre 2018 incontra la produttrice Marta Venturini (Studionero) con la quale attualmente collabora per la produzione musicale dei suoi brani.

Il 17 gennaio 2020 esce “Smart”, il primo singolo di CARRESE, seguito dal singolo “Vetro” (13 marzo).

Comments on Facebook

Comments are closed.