Lucio Leoni torna con “Il sorpasso”, il singolo che anticipa il nuovo progetto discografico

Naomi Berrill
“Ginkgo Biloba”, il nuovo singolo di Naomi Berrill che anticipa il disco in uscita a maggio
20 Aprile 2020
Primo Maggio NEXT: annunciati i quattro vincitori del Contest
20 Aprile 2020

Lucio Leoni torna con “Il sorpasso”, il singolo che anticipa il nuovo progetto discografico

Lucio Leoni

foto di Simone Cecchetti

E’ uscito venerdì in radio e su tutte le piattaforme digitali il nuovo singolo di Lucio Leoni “IL SORPASSO” feat. C.U.B.A Cabbal, terzo singolo del nuovo album “DOVE SEI pt.1”, in uscita il prossimo 8 maggio e primo capitolo del suo nuovo doppio disco di inediti.

 

Il brano, per il quale Lucio Leoni si avvale della collaborazione del rapper C.U.B.A. Cabbal, segna un ulteriore passo di avvicinamento al nuovo atteso disco di inediti già annunciato tramite le uscite del videoclip “Mi dai dei soldi” feat. Andrea Cosentino e del brano “Il fraintendimento di John Cage”.

La distanza tra stato (inteso come istituzioni) e “stato dell’arte” è spesso determinata da quello che una società identifica in quanto problema.” racconta Lucio Leoni descrivendo il brano “Spesso il contesto istituzionale segnala come problematiche questioni ormai del tutto elaborate, metabolizzate e, a volte, persino convertite a risorsa dalla società, dal cosiddetto “paese reale”.

È il caso dei moti migratori e dell’integrazione di razze e culture che ancora oggi vengono raccontate come invasioni, o violazioni di chissà quale libertà, quando le nuove generazioni di qualsiasi colore o religione già vivono le une accanto alle altre nelle scuole o sui posti di lavoro; o delle questioni di genere e della libertà di scegliere come vivere la propria sessualità, argomenti ancora tabù per le vecchie generazioni mentre le nuove già vivono maniera del tutto coerente e serena qualsiasi direzione il proprio corpo avverta.

Tutto questo avviene, ovviamente, non senza difficoltà a causa proprio di quella distanza che esiste tra vecchio e nuovo, tra istituzione e cittadino, ma avviene, ed è inesorabile. La narrazione delle vecchie generazioni è superata da un pezzo dal mondo nuovo che avanza e che è molto più rilassato e libero di quanto si creda. Non solo, è anche bellissimo.”

Comments on Facebook

Comments are closed.