#AspettandoSanremo 2020 – Da ospite a big in gara: Piero Pelù al suo esordio al festival con “Gigante”

Brunori Sas
Brunori Sas firma la colonna sonora di “Odio l’estate”, il nuovo film di Aldo, Giovanni e Giacomo
27 Gennaio 2020
RITA PAVONE
#AspettandoSanremo2020 – Rita Pavone non molla. Dopo 48 anni torna a Sanremo per cantare la sua “Niente (Resilienza 74)”
27 Gennaio 2020

#AspettandoSanremo 2020 – Da ospite a big in gara: Piero Pelù al suo esordio al festival con “Gigante”

piero pelù

C’è stato da ospite due volte, nel 2001 e nel 2018, ci torna quest’anno da concorrente in gara: primo (vero) Sanremo per Piero Pelù, al 70° Festival della Canzone italiana con “Gigante” il brano arrangiato e prodotto insieme a Luca Chiaravalli.

Anno importante per lui il 2020, come “20 + 20” che fa 40: gli anni di servizio prestati dal cantautore toscano alla dea musica. Era l’8 marzo del 1980 quando un giovanissimo Piero Pelù s’esibì per la prima volta live in formazione coi Mugnìons, la band del liceo. Sanremo arriva a coronamento di questi primi 40 anni di live, dischi d’oro, libri, polemiche, scioglimenti e ricongiungimenti con la sua storica famiglia, quella dei Litfiba. Al suo debutto al festival ci arriva da solo, perlomeno sul palco. Perché con lui, a fargli compagnia a Sanremo, ci sarà perlomeno l’impegno quello che da sempre accompagna e si mescola alla musica del buon Piero vedendolo di frequente promuovere eventi e iniziative di sensibilizzazione.

Dopo il singolo “Picnic all’inferno” (ottobre 2019) che lo ha visto in un insolito “duetto” con Greta Thunberg, continua la marcia pacifica di Pelù in sostegno dell’ambiente, il suo “Clean Beach Tour” cui si è aggiunta una nuova tappa proprio nella città dei fiori durante i giorni del festival. Per il 5 febbraio, infatti, ha chiamato a raccolta i suoi “ragazzacci” sulla spiagga di Bussana per ripulirla da vetro, plastica e rifiuti col sostegno di Legambiente e del comune di Sanremo (qui il link dell’evento su Fb).

40 anni di musica, dicevamo. “El diablo” è cresciuto, non ha perso la presa del palco che ne ha fatto “l’animale da palcoscenico del rock italiano”, ma l’età lo ha ammorbidito. Tant’è che a Sanremo 2020 ritroveremo il Piero Pelù ribattezzato “nonno rock” che esordisce al festival con un’accorata canzone dedicata ai nipotini, ma non solo. A detta del cantautore “Gigante” è un brano che parla di vita in senso allargato, rivolgendosi a chi viene al mondo per la prima volta ma anche a chi ha la forza e la voglia di rinascere ancora, mettendo il punto ad un passato ingombrante per tornare a capo e ricominciare da zero. Tematica affrontata su un tappeto sonoro che ammicca alle sonorità rock ed elettroniche. Il pezzo sanremese farà parte del nuovo album di inediti da solista, “Pugili fragili” (ventesimo – e torna il “20” – lavoro in studio della carriera di Pelù), la cui uscita è attesa per il 21 febbraio 2020. Quanto alla serata delle cover, ascolteremo Piero Pelù nella sua versione del “Cuore matto” di Little Tony e Mario Zelinotti. Cos’aspettarci dal suo primo festival? Chissà. Lo stesso cantautore, un “gigante” delle performance, semina il dubbio affermando: “non so se sarò totalmente statico o schifosamente dinamico”. Non ci aspettiamo uno stage diving sui signori impettiti e le signore paillettate dell’Ariston, ecco questo no. Ma è pur sempre il primo (vero) Sanremo di Pelù e nonostante la sua canzone si presenti sulla carta come una smielata fiaba sonora incisa dal nonno figo per i nipoti e i bookmakers lo diano per spacciato, qualcosa ci fa confidare che il buon Piero farà comunque scintille sul palco regalandoci esibizioni frizzantine che portino un po’ di sano ritmo alle serate. Perlomeno, lo speriamo. Non deluderci Piero!

Piero Pelù a Sanremo 2020 – La scheda

Nome: Piero Pelù

Album in studio (da solista): 5 (ultimo “Fenomeni”, 2008)

Presenze a Sanremo: 0

Frase tratta da uno dei suoi brani: “Guarda mi vedi? Sono sempre qui, io sono il toro e sono el matador. Se non c’è sangue non c’è business, perché chi paga vuole l’anima” (da “Toro loco”, 2000)

Quota bookmakers: 51,00

Brano con cui è in gara a Sanremo 2020: “Gigante”

Piero Pelù – Gigante | Testo

di P. Pelù – L. Chiaravalli – P. Pelù
Ed. Diablo/Music Union – Milano

Spingi forte spingi forte salta fuori da quel buio
Crescerai aprendo porte tutti i giorni stare pronti
Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla, un piccolo Buddha
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente gigante
Niente di proibito sei pronto a cavalcare il mondo? Mondo
Fatti il tuo castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Cavalcare draghi e mostri già ti penso dacci dentro
È un mestiere che conosco tutti i giorni stare pronti
Tu sei molto di più di quello che credi di quello che vedi
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla mio piccolo Buddha
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo, mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente… gigante
Niente di proibito sei pronto a cavalcare il mondo, mondo
Fatti il tuo castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Tu sei molto di più di quello che vedi di quello che credi
Sei il mio asso
Tu sei il mio Gesù la luce sul nulla mio piccolo Buddha
…Il tuo non è un pianto è il tuo primo canto ehi!
Oh eh oh eh
Niente di proibito tu sei benvenuto al mondo, mondo
È come una giostra la mente
Tu sei il re di tutto e di niente… gigante
Spacca l’infinito e rubagli un minuto al mondo, mondo
Per fare un castello volante
Con la fantasia di un bambino… gigante
Gigante…

Comments on Facebook

Comments are closed.