Roberto Manobianco presenta il suo singolo d’esordio “Vado Via”: “avevo l’esigenza di esorcizzare un certo momento della mia vita” – INTERVISTA

Elodie
Non solo Sanremo per Elodie! Fuori il 31 gennaio il nuovo album “This is Elodie”
7 Gennaio 2020
Tommaso Paradiso
“I nostri anni” è il secondo singolo da solista di Tommaso Paradiso. Annunciate le date del tour
7 Gennaio 2020

Roberto Manobianco presenta il suo singolo d’esordio “Vado Via”: “avevo l’esigenza di esorcizzare un certo momento della mia vita” – INTERVISTA

Manobianco

Vado Via” è il primo singolo del cantautore pugliese Roberto Manobianco, che anticipa l’Ep d’esordio di prossima uscita. Una ballata pop/soul per l’esordio del cantautore, la reazione ad una storia d’amore finita raccontata con un linguaggio diretto.  «Dietro “Vado Via” c’è la voglia di voltare le spalle ad una storia d’amore che non ha fatto altro che logorare chi l’ha vissuta».

Cantante, autore, turnista e insegnante di canto. Manobianco oscilla tra soul rap R&B, con le radici fortemente ancorate nel rock e nel jazz. Ha studiato canto, pianoforte, chitarra, improvvisazione jazz e canto corale, ma a 21 anni ha trovato la sua vocazione nell’insegnamento del canto.

Come hai vissuto il passaggio da insegnare la musica a farla davvero?

L’ho vissuto davvero bene, non pensavo sarebbe mai successo,io ho cominciato a scrivere musica anche per insegnare a scrivere musica, poi le cose cambiano nella vita e tutto quello che avevo scritto per caso è stato ascoltato da qualcuno che ha deciso anche di produrmi. Ecco in breve come è andata, un passaggio strano, casuale ma bello

Quindi da quello che mi dici non è stata una tua esigenza personale, è stato qualcuno a spingerti a farlo

In realtà l’esigenza c’è sempre stata, solo che è rimasta un bel po’ nascosta, la tenevo per me fino a quando qualcuno non ha ascoltato tutto quello che ho scritto e mi ha detto “secondo me abbiamo dell’ottimo materiale per poterci lavorare”. 

Come è stato il momento quando hai visto nascere il tuo lavoro 

E’ stato un momento particolare, io sono uno che prende sempre tutto con le pinze quindi ho cercato prima di ascoltare e poi quando ho capito come si stava evolvendo, quando abbiamo rivoluzionato tutto l’arrangiamento ho cominciato a vivermi le sensazioni. Poi l’arrangiatore Beppe mi ha dato una sua visione del brano ed è nata questa collaborazione che ha portato la nascita di “Vado via” così com’è. Ed è stata una sorpresa, perché era totalmente diverso il brano da come me l’ero immaginato, si è trasformato in qualcosa che mi piace ancora di più

Quindi il soul bianco che si sente nel brano è più farina dell’arrangiatore che tua?

No no è farina di entrambi, anche perché io adoro quel genere. E addirittura nei nuovi singoli che usciranno l’impronta soul sarà ancora più marcata, anche se in realtà non ci sarà solo soul, ci sarà il pop, il rock, un po’ di tutto. Poi io faccio pop nell’accezione di “popolare”, cerco di trovare un linguaggio musicale che possa essere gustato da chiunque, che arrivi subito. Io nel fare e nel sentire questi pezzi mi sono emozionato e voglio far emozionare chi lo ascolterà

L’album sarà tutto su questa falsa riga quindi? Niente autotune?

No, l’autotune assolutamente no! Ci sono delle ballate per lo più, ma per il resto mi piacerebbe che chi ascolta il mio singolo sia incuriosito dall’album che sta per nascere

In questa produzione hai fatto tutto tu? Musica, testi, strumenti..

Sì, testi e musica sono miei. Addirittura “Vado Via” era nato senza “special”, poi andando avanti mi sono accorto che mancava qualcosa, che volevo qualcosina in più, ed è nata la versione che tutti potete ascoltare ora

Il testo di “Vado Via” è molto focalizzato verso il mondo interiore. Gli altri brani si muoveranno sulle stesse tematiche o esplorerai anche il mondo “fuori”?

Sono tutti brani che parlano di me, del mio vissuto, del mio rapporto con la famiglia, i miei sentimenti. Sono brani nati nel silenzio della mia casa, avevo come l’esigenza di esorcizzare un certo momento della mia vita che forse grazie alla musica sono riuscito a superare. Il prossimo singolo che si intitolerà “Rinascerò” parla proprio di questo, cercare di andare avanti nonostante fossi a terra, come se volessi dire a me stesso “andiamo, ce la possiamo fare”. E ce l’ ho fatta

Ma ora che è uscito il singolo e sta per uscire l’album te la cominci a tirare o rimani umile? I live ai matrimoni li continuerai a fare?

Certo che li continuerò a fare, per ora almeno! Tutto serve per creare esperienza, la musica è quello che tu fai, quello che tu vivi. E io voglio viverla a pieno

Comments on Facebook

Comments are closed.