Niccolò Fabi, performance magica nel concerto di Milano per il “Tradizione e Tradimento Tour”

Sanremo Giovani 2019
Sanremo Giovani 2019, concluse tutte le esibizioni. Le pagelle dei secondi 10 semifinalisti
2 dicembre 2019
Road to Sanremo Giovani – Chi è Leo Gassmann il cantautore/surfista che da X Factor tenta di cavalcare l’onda con “Vai bene così”
3 dicembre 2019

Niccolò Fabi, performance magica nel concerto di Milano per il “Tradizione e Tradimento Tour”

Niccolò Fabi sold out al Teatro degli Arcimboldi di Milano per la seconda data del tour di “Tradizione e Tradimento”, il suo ultimo disco. Un live gradevole, dolce e appassionato. Fabi ci entra in punta di piedi e lo vive tra la tastiera e la chitarra, alternando brani dalle sonorità soft a pezzi più decisi. Una scenografia di schermi a led aiuta il racconto musicale con foto e animazioni, con luci colorate e suffuse che alimentano l’atmosfera raccolta dello spettacolo. Prendono forma le immagini che testo e musica delle canzoni dipingono per il pubblico. La platea applaude a lungo dopo ogni brano, come alla fine di un concerto di Classica, e Niccolò Fabi sta lì, t-shirt nera e jeans con le mani sui fianchi, a godersi lo spettacolo, a prendersi tutto l’affetto del suo pubblico. Dice qualcosa, per introdurre i brani. Lo fa a bassa voce, come fosse in un club, divertito e sereno come a una cena tra amici.

Su una scena forse troppo lontana dal proscenio suonano con lui gli amici Roberto Angelini e Pier Cortese, Alberto Bianco (basso, chitarre e cori) Daniele “mf coffee” Rossi (synth, piano e moog) e Filippo Cornaglia (batteria, elettronica e glockenspiel).

Le due ore di concerto si aprono con due brani dal nuovo album: “A prescindere da me”e “Amori con le ali” per poi passare in rassegna il meglio del repertorio di Fabi con “Una somma di piccole cose”, “È non è”, “Ecco”, in un crescendo di intensità e trasporto che culmina con una richiesta, fatta al pubblico prima di eseguire “Vince chi molla”: “Capisco la vostra voglia di condividere quello che state vivendo – dice l’artista – ma vorrei che questo momento restasse solo qui tra noi, tra le persone che sono qua dentro”. Così è stato. Nessuna foto, (forse) nessuna storia, solo un momento magico. Il live scivola verso la conclusion. Fabi esce di scena, ci rientra con Angelini e Cortese per proporre “Vento d’estate”, poi tornano tutti gli altri. Parte “Il negozio di antiquariato” e si chiude con “Lasciarsi un giorno a Roma”. Il pubblico si sveglia da un bel sogno e lasciate le poltroncine della platea va a ballare sotto al palco. Finito il concerto tutto il teatro si alza in piedi ad applaudire. Un applauso forte, intenso e lunghissimo. Niccolò Fabi se lo gode tutto, ancora al centro del suo palco, ancora con le mani sui fianchi. Sorride, va via ma fino all’ultimo guarda il suo pubblico. Come chi non vuole andare via.

Niccolò Fabi – Tradizione e Tradimento Tour | Date

Queste tutte le date del tour italiano prodotto e organizzato da Magellano Concerti e Ovest:

8 dicembre – Pescara – Teatro Massimo (Biglietti Esauriti)

10 dicembre – Cosenza – Teatro Rendano

12 dicembre – Catania – Teatro Metropolitan

13 dicembre – Palermo – Teatro Golden (Biglietti Esauriti)

19 dicembre – Trento – Auditorium Santa Chiara (Biglietti Esauriti)

20 dicembre – Vicenza – Teatro Comunale (Biglietti Esauriti)

21 dicembre – Vicenza – Teatro Comunale (Biglietti Esauriti)

7 gennaio – Udine – Teatro Nuovo Giovanni da Udine

8 gennaio – Trento – Auditorium Santa Chiara

10 gennaio – Bologna – Teatro EuropAuditorium (Biglietti Esauriti)

11 gennaio – Firenze – Teatro Verdi (Biglietti Esauriti)

12 gennaio – Torino – Teatro Colosseo (Biglietti Esauriti)

13 gennaio – Genova – Teatro Politeama Genovese

19 gennaio – Roma – Auditorium Parco della Musica (Biglietti Esauriti)

20 gennaio – Roma – Auditorium Parco della Musica (Biglietti Esauriti)

21 gennaio – Napoli – Teatro Augusteo

22 gennaio – Bari – Teatro Team

24 gennaio – Ancona – Teatro Le Muse

25 gennaio – Assisi – Teatro Lyrick

29 gennaio – Bergamo – Teatro Creberg

30 gennaio – Parma – Teatro Regio

Comments on Facebook

Comments are closed.