Mina-Fossati per la prima volta insieme nel nuovo progetto discografico

Mika
Lisbona, Wrongonyou e Birthh i supporter dei concerti italiani di Mika
19 Novembre 2019
Bastille
I Bastille tornano con la loro versione di “Can’t fight this feeling” dei REO Speedwagon
20 Novembre 2019

Mina-Fossati per la prima volta insieme nel nuovo progetto discografico

Mina Fossati

Mina e Ivano Fossati pubblicano un album di inediti in uscita il 22 novembre per Sony Music. Da tempo lontani dalla ribalta i due artisti per la prima volta uniscono le loro voci in 11 brani, scritti e composti da Fossati. Il disco, prodotto da Massimiliano Pani per Pdu e Il Volatore, è distribuito da Legacy – Sony Music.

Questo disco – racconta Fossati – nasce da una provocazione di Mina che mi ha chiesto di fare un disco insieme. A quel tempo mi godevo il riposo dei miei 8 anni lontano dalle scene ma non potevo dirle di no, non si dice di no a una delle più grandi cantanti al mondo. Così ho cominciato a scrivere il disco. Ci sono canzoni per lei, altre per me e altre ancora adatte per entrambi. Ma credetemi, non è stato facile”. “Mina-Fossati” è un disco che racconta del tempo presente, dell’importanza di concentrarsi sul qui ed ora: “A Mina non piace parlare del passato – confessa Fossati – lei vive con forza il presente anzi, sta sempre un metro avanti a te, o di lato. Se le parli del passato è difficile che ti risponda, se invece proponi un progetto da fare domani o in futuro la vedi animarsi, pronta a partire. Ho volute fare mio questa vision del tempo e lo si vede nel disco”.

Mina è un’artista incredibile – racconta Massimiliano Pani – quello che ogni volta mi stupisce è la sua capacità di sapere sempre come cantare ogni singolo brano. Non è facile trovare questo in un’artista. Ce ne sono tanti che cantano tutti i pezzi allo stesso modo perchè quello è il loro modo di cantare. Lei invece canta ogni brano in modo diverso, nel modo in cui quel brano va cantato. Incredibile. Arrivava in studio che sapeva esattamente cosa doveva fare. Lei non prova il brano. Lo esegue. E lo fa con maestria.”

Una perfezionista gentile, che non è possibile scontentare: “Mina non ascolta la musica – racconta Ivano Fossati – la scannerizza. Ascolta ogni singolo particolare, nota ogni sfumatura. Poi viene da te e ti chiede di modificare qualcosa. Come quando mi ha chiesto di modificare un passaggio, per me significativo ma poco adatto alla sua voce. Ho passato due notti sveglio finchè non l’ho sistemato. Ma è straordinaria, impossibile dirle di no”. Ivano Fossati

L’album si apre con L’infinito di stelle, accordi di pianoforte su cui Mina e Fossati cantano la voglia di continuare a coltivare la speranza “in questa terra civilizzata, soprattutto dai poeti”. Arriva poi Farfalle, brano divertente in chiave acustica. Le atmosfere r’n’b di Ladro ci presentano quella libertà bella che a volte le donne, con coraggio, riscoprono quando decidono di cominciare a difendersi dalle bugie, dalla routine e dai soprusi. Più complesso e particolare è il filone seguito da Come volano le nuvole, che penetra nel profondo di una cruda storia di rifiuto dell’amore, dove Mina sembra commentare dall’alto con una levità che strugge ed emoziona. Seguono due ballate in cui emerge chiara tutta la forza della scrittura di Ivano Fossati: La guerra Fredda e Luna Diamante sono canzoni che raccontano il valore della fatica e dell’attesa, del perdono e del ritrovarsi, e in cui la voce di Mina quasi invoca, con un’interpretazione resa se possibile ancora più intensa dalla sua stessa maestria. In Luna Diamante l’interpretazione di Mina è appassionata, sorretta dal pianoforte nel registro grave e dall’orchestra d’archi archi diretta da Celso Valli. Il brano è stato scelto per la colonna sonora del nuovo film di Ferzan Ozpetek, La Dea Fortuna.

Si passa poi a Tex Mex, singolo dal sound tipicamente blues-rock che apre una fase dell’album più ritmica. L’atmosfera è colorata da percussioni latine, dall’organo Hammond e da calde frasi di slide guitar. Uscito il 7 novembre, il singolo è stato accompagnato da un video firmato da Mauro Balletti, art director storico di tutti i progetti di Mina. Il video è ambientato in un non-luogo che allude all’immaginario Tex-Mex, in cui un uomo si trova a vivere uno strano presente – fatto di amore e tradimenti, passione e magia – ma dal finale spiazzante. In Amore della domenica viene nuovamente sottolineata l’importanza del qui ed ora attraverso il ripetersi ostinato di un verso che fa da ago della bilancia di tutto il disco: “Quello che siamo è quello che vogliamo, ora”. Meraviglioso è tutto qui, una canzone d’amore classica, scritta appositamente da Ivano Fossati per la grande voce di Mina che ne è protagonista assoluta. Scanzonato, divertente e inaspettato è invece L’uomo perfetto, brano dai ritmi africani in cui una Mina decisamente ironica, dialoga con Ivano Fossati sullo sfondo di una savana forse soltanto immaginaria, descritta da percussioni tribali e cori. “All’inizio il brano si chiamava Africaner – svela Massimiliano Pani – almeno così mi era stato portato come idea. Poi sentendolo e lavorandoci sopra a Ivano è piaciuto questo nuovo titolo e così è stato cambiato”. Niente di meglio di noi due, canzone ritmica e del tutto positiva conclude l’album.

Mina-Fossati | Tracklist

1. L’infinito di stelle

2. Farfalle

3. Ladro

4. Come volano le nuvole

5. La guerra fredda

6. Luna diamante

7. Tex-Mex

8. Amore della domenica

9. Meraviglioso è tutto qui

10. L’uomo perfetto

11. Niente meglio di noi due

Comments on Facebook

Comments are closed.