Riparazione auto, quando possiamo affidarci al fai da te

ArtMedia Cinema e Scuola, percorsi di cinema per studenti con Zingaretti, Saviano e tanti altri
16 Ottobre 2019
Niccolò Fabi
Niccolò Fabi in tour anche in Europa insieme a Roberto Angelini e Pier Cortese
13 Novembre 2019

Riparazione auto, quando possiamo affidarci al fai da te

Qualche anno orsono sostituire i pezzi delle auto con il fai da te era pratica assai diffusa. Bastavano pochi accorgimenti , un elevatore per riparare i freni o gli ammortizzatori ad esempio. Oggi tutto è diventato più difficile per l’aumento dei componenti elettronici, sempre delicati da maneggiare per i non professionisti, ma i dati ci raccontano di una realtà in cui il fai da te è tornato di moda, complice anche la crisi economica di questi anni.

Se oggi si vuole riparare la macchina con il caro e vecchio fai da te ci sono dei piccoli accorgimenti da tenere a mente. Per prima cosa bisogna capire se si tratta solo di una riparazione meccanica oppure è necessario un intervento che riguarda i componenti elettronici. In secondo luogo bisogna valutare l’entità della riparazione sia in base ai costi sia rispetto alla propria preparazione tecnica. In ultimo, da non dimenticare, affidarsi a dei professionisti per la scelta dei propri ricambi (i portali ufficiali su internet sono numerosi, segnaliamo per esempio Rexbo.it del gruppo Renault. Non affidatevi a venditori improvvisati o al mercato dell’usato!)

In linea generale, i pezzi che si potranno riparare dipendono dalla marca, dal modello, dall’età dell’auto e come già sottolineato dalla vostra preparazione tecnica. Nella maggior parte dei casi le riparazioni fai da te sono circoscritte alle luci dell’auto: ( con le lampadine che si possono facilmente sostituire da soli senza rivolgersi al meccanico); i tergicristalli, facilmente sostituibili; la vernice e la carrozzeria, naturalmente in base all’entità del danno; le gomme, specie se quelle del vecchio modello sprovviste di sensori elettronici.

In conclusione, il successo della riparazione spesso dipende dalla qualità dei ricambi, dalla preparazione tecnica e dall’attrezzatura. Oltre agli attrezzi classici, come la chiave a croce e il martinetto, vi serviranno i diversi tipi di cacciaviti, di chiavi, un crick ecc. Se non avete una buona attrezzatura vi conviene fare due conti, che l’acquisto di un armamentario sufficiente per le riparazioni vi potrebbe costare più di rivolgervi ad un meccanico professionista.

Per concludere e puntualizzare, egli ultimi decenni è diventato sempre più complicato eseguire le riparazioni fai da te. Se un intervento riguarda il motore o i componenti elettronici, sono assolutamente necessarie le conoscenze tecniche, quindi è consigliabile di rivolgersi ad un professionista. Oggigiorno i proprietari delle macchine possono effettuare solo la riparazione dei pezzi di ricambio e delle parti di usura più semplici, limitandosi alle componentistiche basi.

Comments on Facebook

Comments are closed.