Andrea Biagioni: in “Pranzo di famiglia” racconto la mia famiglia al pubblico – INTERVISTA

Massimo Volume
I Massimo Volume ripartono in tour in tutta Italia dal 22 novembre. Annunciata la ristampa del primo disco
24 Ottobre 2019
X Factor 13
Tutto pronto per il debutto live di X Factor 13: Mika e Coez super ospiti della serata, Mara Maionchi giudice da battere
24 Ottobre 2019

Andrea Biagioni: in “Pranzo di famiglia” racconto la mia famiglia al pubblico – INTERVISTA

Andrea Biagioni

Andrea Biagioni pubblica “Pranzo di famiglia” (Adesiva Discografica/Self), 8 brani compreso il nuovo singolo “Surferemo”, “Alba Piena”, presentato in gara a Sanremo Giovani 2018. Si tratta del primo lavoro interamente in italiano dell’artista toscano, un progetto realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”. Un mix di sonorità pop, folk e blues con cui Biagioni si racconta ai propri affetti in un momento di raccoglimento, come quello di un pranzo in famiglia.

La situazione è tosta – racconta Andrea– i brani non sono proprio di genere radiofonico ma sono contento di quello che è venuto fuori. Poi troveremo il modo di farlo girare il più possibile, di farlo uscire. Quando scrivi la struttura condiziona per forza. Rispondere a certi requisiti di certo è una cosa da tenere in considerazione. Ma neanche tanto. Dipende da chi scrive e per cosa. Se scrivo per Sanremo è inutile fare qualcosa che non incontra certi canoni stilistici. Se non scrivi per arrivare a fine mese ma se per te è normale fare quello che vuoi”.

Negli ultimi dieci anni – racconta Andrea Biagioni – la musica ha preso una piega diversa. Il pubblico ha preso una piega diversa. Magari si diceva anche prima ma realmente il gusto musicale oggi non è più quello di qualche anno fa. Il cantautore è come la vecchia boutique che chiude perchè c’è il grande negozio a farle concorrenza. O sei un grande alla Gianni Morandi, o proponi qualcosa di unico e personale oppure non arrivi al grande pubblico”.

Parlando di “Pranzo di famiglia”: “L’idea del titolo – confessa – è un pensiero affettuoso rivolto al concetto di famiglia. Per la creazione di questo disco si è create una vera famiglia. Sono partito da solo con ‘Via da me’, il brano pioniere di questo disco. Si è aggiunto Augusto Titoni che è un grafico e mi confeziona gli abiti quando faccio Iive. Ci unisce l’amore per le cose fatte come si facevano una volta. Lui cuce a mano, io scrivo ancora con carta e penna. Da li è nata la collaborazione, con lui e con amici musicisti che mi autano a suonare. C’è l’autore con cui ho scritto 4 brani. Si è create una collaborazione tra persone, non sono andato da qualcuno, ho pagato e tanti saluti. Ho avuto persone vere, un aiuto, una famiglia. La base principale dell’album sono delle confidenze che faccio al pubblico su queste cose che ho vissuto. È il primo progetto in italiano. Vediamo cosa viene fuori”.

Come si trovano i musicisti con cui suonare? Dipende quanto sei fortunato – chiarisce Andrea Biagioni – tipo Fabi che ha trovato una band e hanno iniziato a suonare. Si chiede. Nel mio caso, il batterista lo conosco da anni. Abbiamo lavorato insieme quindi si è creato un legame. Da quello sono partito per conoscere gli altri. Ci si trova e si uniscono le idee, le sensazioni. E nasce qualcosa. Lo stesso è successo con Manuel Agnelli. Da dopo X Factor ci sentiamo spesso. Lui è un grande, ha due palle così infatti è venuto fuori da uno show del genere senza snaturarsi o ‘vendersi’, verrà a trovarmi a breve”.

Ora promozione e un nuovo tour che parte da fine novembre. “Per ora sono 15 date. La maggior parte in solo – annuncia Biagioni – alcuni con band. Non vedo l’ora di iniziare. Mi piace suonare nei club, preferisco avere 50 facce che ti guardano e ti ascoltano piuttosto che più gente che si fa i fatti suoi mentre io tiro esprimo le mie emozioni”.

Questa la tracklist del disco: “Alba Piena”, “Surferemo”, “Violet Peonie”, “Via Da Me”, “Capotreno”, “Leva La Rete”, “Come Si Fa”, “Angela”.

Classe 1988, Andrea nasce in provincia di Lucca e si avvicina alla musica all’età di 10 anni, avviando un percorso che lo porterà a essere un valido polistrumentista ancor prima che un cantante. Inizia a studiare il pianoforte, per poi dedicarsi alla conquista della sua compagna di vita, la chitarra, aggiungendo con il tempo altri strumenti tra cui varie percussioni (cajon, bongo, djambé, udu), il basso elettrico e l’armonica a bocca. A soli 14 anni inizia la gavetta esibendosi live nei locali lucchesi. Passo dopo passo guadagna la giusta credibilità, partecipa ad alcuni festival e inizia a suonare come turnista in diverse realtà, tra cui il progetto “Voci Sole” di Paolo Ruffini. Partecipa anche a svariati musical, girando l’Italia assieme ad una compagnia teatrale per cinque anni. Ammesso al Berklee College of Music di Boston, abbandona gli studi nel 2016 per partecipare alla decima edizione di X Factor. Gareggia nella squadra degli “Over 25” di Manuel Agnelli arrivando in semifinale e presentando l’inedito “Il Mare Dentro”. La collaborazione con Manuel Agnelli prosegue anche al di fuori della trasmissione, tanto che aprirà le prime 12 date del “Folfiri o Folfox Tour 2017” degli Afterhours. “Il Mare Dentro” è anche il titolo dell’EP pubblicato dopo la partecipazione ad X Factor, che oltre all’omonimo inedito contiene cinque cover da lui interpretate nel corso del talent show. Nel 2018 entra nel cast di Sanremo Giovani con l’inedito “Alba Piena”. Andrea Biagioni è un musicista raffinato e poliedrico, capace di sperimentare diversi generi tra cui il funk, rock, country, reggae e r&b, ispirandosi ad artisti diversi fra loro come Simon & Garfunkel, James Taylor, Nick Drake e Jeff Buckley, senza dimenticare Bob Marley, The Verve, Radiohead e i più attuali Blake Mills e Bon Iver.

Comments on Facebook

Comments are closed.