PREMIO TENCO 2019, al via oggi la 43esima rassegna della canzone d’autore

Tommaso Paradiso
TOMMASO PARADISO, online il video del primo singolo da solista “Non avere paura”
17 Ottobre 2019
Guccini e Pagani
Gli artisti italiani cantano GUCCINI in “Note di Viaggio Cap. 1”, il progetto prodotto e arrangiato da Mauro Pagani
17 Ottobre 2019

PREMIO TENCO 2019, al via oggi la 43esima rassegna della canzone d’autore

Targhe Tenco

E’ partita la 43° edizione della RASSEGNA DELLA CANZONE D’AUTORE (PREMIO TENCO 2019) in programma il 17, 18 e 19 ottobre al Teatro Ariston di Sanremo.

 

Nella tre giorni si alterneranno generi e stili musicali differenti sempre sotto il segno autentico della canzone d’autorecon i protagonisti intenti, come di consuetudine, nel portare, sul prestigioso palco del teatro sanremese che ha visto protagonisti negli anni i più autorevoli artisti nazionali e internazionali (da Jacques Brel a Leonard Cohen, da Tom Waits a Nick Cave, da Fabrizio De André a Paolo Conte, da Francesco Guccini a Giorgio Gaber), set unici e pensati esclusivamente per il Tenco 2019.

Quest’anno si avvicenderanno: i Premi Tenco 2019, Gianna Nannini ed Eric Burdon, le Targhe Tenco Vinicio Capossela, Daniele Silvestri, Manuel Agnelli e Rancore, quindi Achille Lauro, passando per un inedito omaggio tutto al femminile a un altro Premio Tenco 2019, Pino Donaggio, da parte di Nina Zilli, Levante e Petra Magoni accompagnate dagli Gnu Quartet e poi Ron, Sergio Cammariere, gli Stadio e tantissimi altri per 28 artisti in cartellone e altri attesi negli incontri pomeridiani.

Inoltre, così come per l’edizione 2018, la conduzione sarà affidata alla coppia formata dallo storico presentatore Antonio Silva e dall’eclettico musicista e cantautore Marco Castoldi, alias Morgan.

Il titolo del Tenco 2019 è Dove vola colomba bianca e si propone come memoria storica della canzone italiana dal 1951 (prima edizione del Festival) fino ai giorni nostri. Uno sguardo sul panorama della musica leggera nazionale dall’osservatorio della canzone d’autore. Sono state predilette, quindi, scelte artistiche che vanno in questa direzione.

«Così come nell’arte e nella letteratura anche nella canzone la colomba viene spesso percepita nella sua versione “viaggiante” che trasferisce costumi e abitudini – ha spiegato in una nota il Responsabile artistico del Club Tenco, Sergio Secondiano Sacchi -. Come Sebastián Iradier che, arrivando dal porto dell’Avana, con la sua Paloma portò l’habanera in Europa ispirando Albéniz, Ravel, Debussy e, soprattutto Georges Bizet, nella sua Carmen. O anche la più celebre colomba nazionale di Nilla Pizzi che fa da messaggero tra innamorati. Ed è per questa metafora costante di percorsi musicali, culturali e politici, che ci è parso giusto intitolarle il tema del Tenco 2019».

«In un periodo dove a molti, e in tutti i campi, sembra così importante il ruolo della memoria la nostra Rassegna si propone di tracciare un itinerario della “Memoria storica” della canzone italiana che ha in Sanremo il suo naturale epicentro – ha proseguito Sacchi -. Il percorso di “Dove vola colomba bianca” non può che partire dal Festival intrecciandosi poi, in maniera inevitabile, con quello del Club Tenco. Perché non va dimenticato che le due manifestazioni hanno avuto un unico ideatore, Amilcare Rambaldi. Quindi, l’anamnesi innanzitutto: ecco perché ogni partecipante al Tenco 2019, cantante, musicista, relatore, illustratore, pittore, rappresenta una tessera del mosaico storico della canzone».

Comments on Facebook

Comments are closed.