GIORDANA ANGI torna col suo secondo album “Voglio Essere Tua”, dieci brani di testa e di cuore. Tutti i testi

Francesco Renga
FRANCESCO RENGA parte venerdì in tournée con “L’altra metà Tour”. A maggio date anche in Europa
9 Ottobre 2019
Piero Pelu
PIERO PELÙ torna con un “Picnic all’inferno”. A novembre 6 date per il “Benvenuto al mondo tour”
10 Ottobre 2019

GIORDANA ANGI torna col suo secondo album “Voglio Essere Tua”, dieci brani di testa e di cuore. Tutti i testi

Giordana Angi

Il periodo particolarmente prolifico e positivo di Giordana Angi l’ha costretta a soli 6 mesi dall’uscita del suo primo album “C A S A” ad esprimere con urgenza come un fiume in piena, attraverso la scrittura, le sue emozioni, i suoi turbamenti, i suoi sentimenti e la gratitudine alla vita per ciò che le sta donando: trasformare le sue parole, la sua musica e la sua passione nel suo lavoro. Un’urgenza che le ha permesso anche di ricavare il tempo per collaborare alla scrittura di quattro brani (di cui uno è la title track) del nuovo capolavoro artistico di Tiziano Ferro “Accetto Miracoli” in uscita il 22 novembre.

Venerdì 11 ottobre esce “Voglio Essere Tua”, prodotto da Carlo Avarello e pubblicato da Virgin Records (Universal Music Italy). Un viaggio che racconta nelle due lingue madre dell’artista (italiano e francese) le molteplici sfumature del cuore. Un cuore libero da giudizi e pregiudizi.

Dieci brani scritti e interpretati da lei – un disco che parla prima di tutto di positività nell’amore – che passano dall’amore che vince sempre all’amore condiviso idealizzato ma anche palpabile e concreto, all’amore talvolta nostalgico e melanconico, all’amore che per la lontananza addolora, all’amore che per mancanza lacera e all’amore che tanto è il desiderio che brucia dentro. 

Con un timbro unico e riconoscibile per intensità e autenticità, Giordana fotografa senza filtri in una serie di polaroid i sommovimenti dell’anima. Con sonorità che spaziano tra il pop, il soul, il reggae e il rock, lei canta travolta dalle passioni e dai diversi colori dell’amore: amore totalizzante, perso, carnale, fragile, arrabbiato… l’amore per l’amore.

Dopo il sold out all’Alcatraz di Milano, venerdì 11 ottobre, lo stesso giorno dell’uscita del suo album Giordana Angi chiude all’Atlantico di Roma il suo Tour cominciato a fine luglio e che l’ha vista protagonista su ben 13 palchi italiani.
Prossimamente una nuova sfida: la pubblicazione di un libro che racconta la vita della giovane artista che sta scrivendo la sua storia. Dal nero al bianco, il rovescio della medaglia. Giordana svela come è riuscita a veicolare le difficoltà e le ferite in positività, forza e gioia.

Giordana Angi – Voglio Essere Tua | Testi

OLTRE MARE con ALBERTO URSO
(Giordana Angi)

ed è Genova
ed è crepuscolo
una strada piccola
mi porta la luce di te
oltre mare oltre mare
luccica una stella
come sei bella

e se il mondo combatte
invece mi aggrappo a te
all’amore mio per te
che cura ogni ferita
semplifica la vita

oltre mare
dove il tempo può aspettare
senza guerre
e restare
dove il tempo non coincide con la fine

amore, non tremare
vieni amore dove il tempo sa restare
in silenzio ad amare

vieni amore, oltre mare
dove il tempo non incide sulla pelle
oltre mare

e se il mondo crollasse
io cercherei te oltre mare oltre mare
la forza dell’amore non si può fermare

oltre mare
dove il tempo può aspettare
senza guerre
e restare
dove il tempo non coincide con la fine
amore, non tremare
vieni amore dove il tempo sa restare
in silenzio ad amare

vieni amore, oltre mare
dove il tempo non incide sulla pelle
oltre mare

e se il mondo si spaventa per un bacio
io mi spavento del contrario, della guerra
oltre mare con coraggio amore
l’amore non è uno sbaglio
non tremare
vieni amore dove il tempo sa restare
in silenzio ad amare

vieni amore, oltre mare
dove il tempo non incide sulla pelle
oltre mare

 

STRINGIMI PIU’ FORTE
(Giordana Angi)

com’è che mi dicevi?
per sapere amare non basta chiamarsi amore
bene io per te vorrei essere pazienza in ogni dettaglio di te
in ogni dettaglio di te

sicuro sicuro sicuro sicuro è il mio amore
come sicuro sicuro sicuro
il posto dove voglio stare è con te
qui dove vorrei morire

stammi più vicino stringimi più forte
solo per sta notte inganniamo la sorte
con te ogni ansia si stanca si annoia di combattere e se ne va
ora stringimi più forte stammi più vicino
solo per sta notte inganniamo il destino
la felicità credo che abbia a che fare con te

com’è che mi dicevi?
per essere felici bastan poche cose
bene io non vorrei mai mai fare a meno di te
mai fare a meno di te

sicuro sicuro sicuro sicuro è il mio amore
come sicuro sicuro sicuro sicuro
il posto dove voglio stare è con te
qui dove vorrei morire

stammi più vicino stringimi più forte
solo per sta notte inganniamo la sorte
con te ogni ansia si stanca si annoia di combattere e se ne va
ora stringimi più forte stammi più vicino
solo per sta notte inganniamo il destino
la felicità credo che abbia a che fare con te

sicuro sicuro sicuro sicuro è il mio amore
come sicuro sicuro sicuro sicuro
il posto dove voglio stare con te
lì dove vorrei morire

stammi più vicino stringimi più forte
solo per sta notte inganniamo la sorte
con te ogni ansia si stanca si annoia di combattere e se ne va
ora stringimi più forte stammi più vicino
solo per sta notte inganniamo il destino
la felicità credo che abbia a che fare con te

 

LE 4 MILANO
(Giordana Angi)

le 4 milano
mi giro nel letto
mi giro e rigiro
non dormo, ti penso

le 4milano
una stanza in silenzio
mi giro e rigiro
non dormo, ti sento

chissà se mi pensi
chissà se sei sveglia e mi cerchi
vorrei dormire ma impazzisco se non ti scrivo

mi giro e rigiro ma non trovo pace
sarà destino pensarti fino a quando non ti sentirò
vicino vicino in un letto vuoto
prende vita il ricordo che sa essere vivo
io ti sento vicino

le 4 milano dov’è il tuo profumo
non so cosa sento ma sei nei pensieri

chissà se mi pensi
chissà se sei sveglia e mi cerchi
vorrei dormire ma impazzisco se non ti scrivo

mi giro e rigiro in un letto vuoto
sarà destino pensarti fino a quando non ti sentirò
vicino vicino in un letto vuoto
prende vita il ricordo che sa essere vivo
io ti sento vicino

le 4 Milano
lo dico davvero
non sai quanto vorrei averti addosso

mi giro e rigiro in un letto vuoto
sarà destino pensarti fino a quando non ti sentirò
vicino vicino in un letto vuoto
prende vita il ricordo che sa essere vivo
io ti sento vicino

 

VOGLIO ESSERE TUA
(Giordana Angi)

io ti penso sempre
ti vedo che ridi in macchina
ti vedo che mi pensi e chissà
se ti perdi qualcosa della realtà
a furia di pensarmi perché a furia di pensarti
succede a me

guardo fuori dal finestrino
vorrei scattarti una foto
mandartela ora farti capire che sei vicino
ma non c’è niente da fare
tu già sai colmare ogni spazio temporale

voglio essere tua soltanto tua
per una notte non m’importa
la quantità di tempo
a me importa di essere lì fra le tue braccia
tua fra le tue braccia
voglio essere tua soltanto tua
per una notte non m’importa
che tu faccia promesse a me importa
di essere lì fra le tue braccia
tua fra le tue braccia

io ti penso sempre
vorrei restare in questo spazio così
ma mi serve
che la mia bocca sia sulle tue mani
che il mio amore sia nelle tue mani

guardo fuori dal finestrino
vorrei scrivere e scrivere ancora
farti capire cosa sei per me
ma non c’è niente da fare
tu già sai colmare ogni spazio temporale

voglio essere tua soltanto tua
per una notte non m’importa
la quantità di tempo
a me importa di essere lì fra le tue braccia
tua tra le tue braccia
voglio essere tua soltanto tua
per una notte non m’importa
che tu faccia promesse a me importa
di essere lì fra le tue braccia
tua fra le tue braccia così
con questa bocca
con queste mani
con questo amore
farti capire quanto ti voglio
e ti voglio tanto

con questa bocca
con queste mani
con questo amore
farti capire quanto vorrei

essere tua solo tua
per una notte non m’importa
la quantità di tempo
a me importa di essere lì fra le tue braccia
tua fra le tue braccia
voglio essere tua soltanto tua
per una notte non m’importa
che tu faccia promesse a me importa
di essere lì fra le tue braccia
tua fra le tue braccia così

 
TI VORREI ADESSO
(Giordana Angi)

ti vorrei ti vorrei adesso
io vorrei perché non dovrei
dirti all’orecchio tutto quello che sento
perché non dovrei dirti quello che sento
vorrei scordarmi di tutto e starti vicino
ma mi perdo e mi pento e mi perdo

je te voudrais avec moi
dans mon lit
dans mess bras
on pourrais partir et rester là si ça ta va
je te voudrais avec moi
dans mon lit
dans mes draps
on pourrais partir et rester là si ça ta va
mi perdo e mi pento e mi perdo
mi perdo e mi pento e mi perdo

ti vorrei ti vorrei adesso
io vorrei perché non dovrei
dirti all’orecchio tutto quello che sento
perché non dovrei dirti quello che sento
vorrei scordarmi di tutto e starti vicino
ma mi perdo e mi pento e mi perdo

je te voudrais avec moi
dans mon lit
dans mess bras
on pourrais partir et rester là si ça ta va
je te voudrais avec moi
dans mon lit
dans mes draps
on pourrais partir et rester là si ça ta va
mi perdo e mi pento e mi perdo
mi perdo e mi pento e mi perdo

se quello che sento no non è un abbaglio
e lo senti anche tu
per ingannare la voglia potremmo inventare un nuovo modo di amare

se quello che sento no non è un abbaglio
e lo senti anche tu
per ingannare la voglia potremmo inventare un nuovo modo di amare

je te voudrais avec moi
dans mon lit
dans mess bras
on pourrais partir et rester là si ça ta va
je te voudrais avec moi
dans mon lit
dans mes draps
on pourrais partir et rester là si ça ta va
mi perdo e mi pento e mi perdo
mi perdo e mi pento e mi perdo

 

LOLA
(Giordana Angi)

cos’è che ti va?
cos’è che ti va?
cos’è che ti va?
cos’è che ti va?
Lola Lola

le tue labbra sono un viaggio
se sei triste o incazzata è il tuo corpo che mi parla
le tue labbra sono un viaggio
puoi dirmi di no se vuoi ma non ti credo è il tuo corpo che mi parla

dov’è che vuoi andare?
cos’è che ti va?
cos’è che ti piace?
sta notte ci divento

mi prendi per la gola
è il tuo corpo che parla
dimmi cos’è che ti va? cos’è che ti va?
mi prendi per la gola
il tuo corpo è una giostra
dimmi cos’è che ti va? cos’è che ti va?
Lola Lola

le tue labbra sono un viaggio
e parlano un linguaggio di desideri fatti a mano

dov’è che vuoi andare?
cos’è che ti va?
cos’è che ti piace?
sta notte ci divento

mi prendi per la gola
è il tuo corpo che parla
dimmi cos’è che ti va? cos’è che ti va?
mi prendi per la gola
il tuo corpo è una giostra
dimmi cos’è che ti va? cos’è che ti va?
Lola Lola
SEMPRE PRONTI A GIUDICARE
(Giordana Angi, Carlo Avarello, Fabio Barnaba, Manuel Finotti, Principe)

sarebbe bello se riuscissi a mettere da parte almeno un giorno
tutto questo inutile rancore

e fare finta che non è successo niente
andare avanti come fanno tutte le persone

se potessi ritornare indietro,
a tutto quello che volevo dirti in faccia l’altro ieri
Io che per te avrei spostato le montagne i grattacieli
per sognare ancora ad occhi aperti ad occhi aperti

eravamo così belle tra la gente
mi dicevi “io per te ci sarò sempre“
come se un per sempre poi possa bastare
vorrei rialzarmi ma non lo so fare
in questo fottutissimo casino
in questo fottutissimo casino

mi hai lasciata senza dire niente
senza dire neanche una parola
divento pazza dentro il mio silenzio
tremano le mani quando sono sola

mi hai lasciata senza dire niente
senza dire neanche una parola
in questo fottutissimo casino
dove ognuno è sempre pronto a giudicare

sempre pronti a giudicare
sarebbe bello se riuscissi un giorno a riguardarti in faccia
senza più sentire questo mio dolore
perché mi sento sola in mare aperto
dentro una tempesta dovrà pur tornare il sole

eravamo così belle tra la gente
mi dicevi “io per te ci sarò sempre“
come se un per sempre poi possa bastare
vorrei rialzarmi ma non lo so fare
in questo fottutissimo casino
in questo fottutissimo casino

mi hai lasciata senza dire niente
senza dire neanche una parola
come se esistesse un modo per scordare una persona
mi hai lasciata senza dire niente
senza dire neanche una parola
in questo fottutissimo casino
dove ognuno è sempre pronto a giudicare

sempre pronti a giudicare
mi hai lasciata senza dire niente
senza dire neanche una parola
in questo fottutissimo casino
dove ognuno è sempre pronto a giudicare
sempre pronti a giudicare
PAURA DI MORIRE NON NE HO
(Giordana Angi)

se mi spari uccidi il corpo non le idee
io sono libera di amare libera di andare di stare con chi mi pare

se mi spari uccidi il corpo non le idee
l’amore è come l’aria l’acqua le contamini ma non le rompi

eo vogliamo andare eeeeeooooo
eo vogliamo andare eeeeeeoo

paura di morire non ne ho vivo per come sono
niente da perdere tutto da vivere
mi godo il momento mi prendo il meglio

se mi spari uccidi il corpo non le idee
una carezza moltiplica carezza e non c’è niente che la ferma
se mi spari uccidi il corpo non le idee
io sono libera di sognare libera di non essere mai uguale

eo vogliamo andare eeeeeooooo
eo vogliamo andare eeeeeeoo

paura di morire non ne ho vivo per come sono
niente da perdere tutto da vivere
mi godo il momento mi prendo il meglio
paura di morire non ne ho
vivo per come sono
niente da perdere tutto da vivere
mi godo il momento mi prendo il meglio

eo vogliamo andare eeeeeooooo
eo vogliamo andare eeeeeeoo

eo vogliamo andare eeeeeooooo
eo vogliamo andare eeeeeeoo

paura di morire non ne ho vivo per come sono
niente da perdere tutto da vivere
mi godo il momento mi prendo il meglio

 

400 PROIETTILI
(Giordana Angi)

mi sento come un fazzoletto nel vento
volevo solo rimanere nella tasca tua
e invece mi ritrovo per strada
a tentare di non essere schiacciata

mi sento come un fazzoletto nel vento
piccola così piccola in questo momento
fragile è impressionante perderti e non fare niente

e oltre le urla di oggi io so che tu mi conosci
so che mi ami mi ami
e oltre ogni convenzione tu sai che questo è amore
sai che mi ami mi ami

volevo solo dirti che mi fa male
che è una coltellata dritta al cuore
400 proiettili tra le arterie
farebbero meno male

che l’amore per te non potrà mai finire
vicino lontano basta che sei felice
io ricostruirò piano piano il perimetro del cuore

io c’ho creduto a questa forza dentro gli occhi tuoi
con quella forza avrei sconfitto ogni conflitto mio
abbiamo riso abbiamo pianto scavandoci dentro
ogni secondo insieme era un posto perfetto

sogno tanto sogno troppo io ci credo sempre
ciò che sento è la mia guida alla felicità
te l’ho spiegato con le mani con la testa e con il cuore
che la felicità eri tu eri tu eri tu

volevo solo dirti che mi fa male
che è una coltellata dritta al cuore
400 proiettili tra le arterie
farebbero meno male

che l’amore per te non potrà mai finire
vicino lontano basta che sei felice
io ricostruirò piano piano il perimetro del cuore

io c’ho creduto a questa forza dentro gli occhi tuoi
con quella forza avrei sconfitto ogni conflitto mio
abbiamo riso abbiamo pianto scavandoci dentro
ogni secondo insieme era un posto perfetto

sogno tanto sogno troppo io ci credo sempre
ciò che sento è la mia guida alla felicità
te l’ho spiegato con le mani con la testa e con il cuore
che la felicità eri tu eri tu eri tu
ENCORE
(Giordana Angi)

j’ai plus le temps de rester là a te regarder
plus le temps de rester là a t’ecouter
encore et encore
encore une fois

j’ai plus le temps de rester là a te regarder
plus le temps de rester là a t’ecouter
encore et encore
encore une fois

j’ai plus le temps de rester là a te regarder
plus le temps de rester là a t’ecouter
encore et encore
encore une fois
ça part et ça vient oui ça part et ça vient ça part et ça vient

s’il y avait un temps où t’étais là à me regarder
s’il y avait un temps où j’étais là pour rester
encore et encore
encore une fois

j’ai plus le temps de rester là a t’ecouter
plus le temps de rester là a te regarder
encore et encore
encore un fois
ça part et ça vient oui ça part et ça vient ça part et ça vient

j’ai plus le temps de rester là a t’ecouter
plus le temps de rester là a te regarder
encore et encore
encore un fois
ça part ça vient ça part ça vient

Comments on Facebook

Comments are closed.