X FACTOR 13: stasera inaugurano i Bootcamp Sfera Ebbasta con le temibili Under Donna e Samuel con i Gruppi

Riki
RIKI ritorna mercoledì 9 ottobre con il nuovo singolo “Gossip”
3 ottobre 2019
Frah Quintale
FRAH QUINTALE: fuori oggi in radio e digitale il nuovo singolo “Farmacia”
4 ottobre 2019

X FACTOR 13: stasera inaugurano i Bootcamp Sfera Ebbasta con le temibili Under Donna e Samuel con i Gruppi

X Factor 13

Altro che Champions ed Europa League! Stasera i cori da stadio risuoneranno più forte al Mediolanum Forum di Assago, cornice dei Bootcamp di X Factor 13. Dalle 21:15 su Sky Uno – in streaming su Now Tv – potremo seguire la prima metà delle selezioni e saranno Sfera Ebbasta e Samuel ad aprire le danze, l’uno alla guida delle Under Donna, l’altro dei Gruppi.

Toccherà a loro cimentarsi per primi con l’ingrato compito di far accomodare e alzare bruscamente dalle famose sedie i potenziali concorrenti della nuova edizione di XF. Solo cinque posti liberi per più di dieci pretendenti, perché al successivo step degli Home Visit ci si arriva con 20 concorrenti totali da cui individuare i 12 – 4 per categoria – che avranno accesso definitivo ai live.

Non mancheranno le sorprese stasera ai Bootcamp. Se c’è da attendersi tante conferme, c’è da attendersi altrettanti passi falsi. Perché si sa: alle audizioni è tutto (o quasi) molto bello. Ci si va preparati col compitino fatto e ben ripetuto a casa, ma è dai Bootcamp che si iniziano a distinguere i cavalli di razza dai fake. Cominciano gli scivoloni, alcuni vanno giù subito, altri riescono a tenere il campo per poi crollare agli Home Visit, in pochi riescono a fare quel “di più” che non sia una semplice conferma, ma un’esibizione che va oltre le aspettative.

Quella di oggi sarà una serata non facile per i concorrenti, come sempre ai Bootcamp bersaglio di platee inferocite. Spogliati dai loro nomi, verranno trattati come i numerini urlati quando si è in fila al supermercato. Solo che in questo caso, non verrà reclamata una precedenza, ma l’invito a far scansare un concorrente per farne sedere un altro attraverso un ansiogeno “gioco delle sedie” che metterebbe al tappeto persino gli ego più smisurati. X Factor 13

Serata non facile, però, anche per Sfera e Samuel. Capitani delle due (almeno sinora) più interessanti categorie. Specie per quanto riguarda il versante Under Donna, per l’ennesima volta la squadra più temibile. Basti pensare che ai Bootcamp di quest’anno ogni giudice ci arriverà con 12 candidati per categoria, fatta eccezione per Sfera che stasera dovrà invece riascoltarne ben 16 (!!!) di talenti in erba.

La prossima settimana, invece, sarà il turno delle “giudicesse”: a salire in cattedra saranno Mara Maionchi a caccia della sua rosa di Over e Malika Ayane che dovrà scremare i suoi Under Uomo. È così che ha deciso Alessandro Cattelan, quest’anno conduttore, creative producer e responsabile dell’assegnazione delle categorie ai giudici. Scelta comoda e senza azzardi che ha puntato a contenere possibili danni. Certo affidare a Samuel i Gruppi, a zia Mara gli Over e a Sfera la categoria con più cazzimma sulla carta, era alquanto prevedibile. Anche troppo. Ma in un’edizione con 3 quarti del cast alle prime armi, è anche giusto essere lungimiranti e abbandonare l’azzardo per iniziare i giochi con mosse più sicure.

Intanto, dall’ultima puntata di audizioni sono emerse nuove voci degne di nota. Sono spuntati i primi Over con stoffa, sono aumentate le Under Donna ma anche Gruppi e Under Uomo se la sono cavata molto bene. Hanno fatto colpo su giudici e platea la band Keemosabe con un sound “che spacca” – per dirla alla Sfera Ebbasta – e tanto di frontman belloccio. Si è fatto notare anche Gabriele Troisi, pianista introverso che ci ha stupiti con una versione di “Rose viola” che piacerebbe persino a Ghemon. Ma ci sono stati anche l’eclettico corista Daniele Acerboni e il giovane Lorenzo Rinaldi in cui la Maionchi ha rivisto un piccolo Jim Morrison. Sì, è stato bravo, è carino, il riccio fluente e l’occhietto piccolo ce li ha ma, Mara, andiamoci piano coi paragoni. Ricordiamo infine i Sierra, il duo rap che con la sua “Enfasi” ci ha fatto piacere anche la famosa “tazza di tè” di Sfera, ma soprattutto è arrivata quella che già possiamo definire La Voce di questa edizione: Michele Sette, l’Under che con la sua esibizione ha emozionato l’intero Pala Alpitour di Torino.

Poche ore al via dei primi Bootcamp di XF13. Sempre più vicini i live. Mettiamoci comodi e prepariamoci a fare un tifo da stadio anche dal divano di casa.

Comments on Facebook

Comments are closed.