FRANCO126, la sua “Stanza singola” per cinquemila persone al Red Stage del Rock in Roma

Alberto Urso
ALBERTO URSO annuncia quattro nuove date live a ottobre. Gli appuntamenti
3 luglio 2019
Achille Lauro
ACHILLE LAURO, fuori oggi sulle piattaforme streaming il video del singolo “1969”
4 luglio 2019

FRANCO126, la sua “Stanza singola” per cinquemila persone al Red Stage del Rock in Roma

Franco126

foto di Giuseppe Maffia

Una stanza singola intima, raccolta e soffusa, tra sonorità mai sopra le righe e parole che arrivano a toccare qualcosa di profondo, presa d’assalto però da almeno cinquemila persone in fila sotto l’afa romana. Tutto questo per Franco126, nuovo profeta del cantautorato capitolino che quest’anno ha convinto tutti con il primo riuscitissimo lavoro da solista, “Stanza singola” per l’appunto, dopo essere esploso con l’ormai ex sodale Carl Brave e il loro “Polaroid“.

Franchino torna a nella capitale dopo nemmeno due mesi dalla data dell’Atlantico Live, e anche la scaletta che propone al Red Stage del Rock in Roma non è così diversa da quella dell’ultimo appuntamento, con brani di “Polaroid” come “Noccioline“, “Solo guai” e “Sempre in due” alternati a quelli dell’ultima produzione come “Interrail“, “Parole crociate“, e ad omaggi ai giganti della musica nostrana: Franco Califano con “In un tempo piccolo” (portata al successo dai Tiromancino) e Rino Gaetano (o Riccardo Cocciante?) con “A mano a mano“.

Grazie Roma sei stata immensa” grida Franco126 dopo “Frigobar“, mentre il pubblico del Rock in Roma si esalta un’ultima volta. Grazie a te Franchino, ti aspettiamo a casa presto.

Franco126 – Stanza Singola tour @ Rock in Roma | Gallery

foto di Giuseppe Maffia

Franco126 – Stanza Singola tour @ Rock in Roma | Scaletta

Fa lo stesso
San Siro
Brioschi
Noccioline
Nuvole di drago
Solo guai
Sempre in due
Senza di me
Parole crociate
Oi Oi
Interrail
Un tempo piccolo
A mano a mano
Università (con Gianni Bismark)
Stanza singola
Ieri l’altro
Vabbé
Frigobar

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.