Una nuova settimana in musica a VILLA ADA. I Hate My Village, Tinariwen, La Rappresentante di Lista e tanti altri. Il programma

TARGHE TENCO 2019: “Ballate per uomini e bestie” di Vinicio Capossela è il miglior album dell’anno. Tutti i vincitori
1 luglio 2019
Levante
LEVANTE, ecco la tracklist del nuovo album “Magmamemoria” in uscita a ottobre
2 luglio 2019

Una nuova settimana in musica a VILLA ADA. I Hate My Village, Tinariwen, La Rappresentante di Lista e tanti altri. Il programma

Villa Ada - Roma incontra il mondo

Si aggiunge un nuovo nome al ricco calendario di Villa Ada – Roma incontra il mondo: il 2 agosto in concerto uno tra i gruppi più amati della capitale, Il Muro del Canto. Ad aprire la settimana lunedì 1 luglio ci pensa Giovanni Lindo Ferretti, il cantautore più controverso della musica italiana. Torna a Villa Ada per raccontarsi con le canzoni del suo repertorio solista, quelle dei CCCP Fedeli alla Linea e C.S.I. e una nuova scaletta che comprende anche qualche brano tratto da “Saga, il Canto dei Canti”, ultimo album pubblicato da Sony Music. Sul palco con lui, come nei tour precedenti, due fedeli compagni di viaggio: Ezio Bonicelli e Luca A. Rossi, entrambi componenti degli Ustmamò, ad assicurare alle canzoni una nuova – e fedele– veste elettrica.

Il 2 luglio è la volta dei ritmi afro-beat degli I Hate My Village, gruppo rivelazione del 2019 e “super-formazione” che comprende quattro pesi massimi dell’attuale scena italiana: Fabio Rondanini alla batteria (Calibro 35, Afterhours), Adriano Viterbini alla chitarra (Bud Spencer Blues Explosion), Alberto Ferrari alla voce (Verdena) e Marco Fasolo (Jennifer Gentle) in cabina di regia. Ad aprire il concerto il sound sperimentale degli Zu, ostinatamente liberi da ogni classificazione di genere. Il gruppo è oggi quartetto con Jacopo Battaglia alla batteria e Stefano Pilia, già chitarrista negli Afterhours e musicista dal curriculum sconfinato.

Mercoledì 3 arrivano dal Mali i Tinariwen, il più famoso, intrigante e ipnotico collettivo blues-rock che il deserto africano abbia mai generato. Dopo aver partecipato ai festival più prestigiosi di tutto il mondo e dopo aver terminato da poco le registrazioni del nuovo disco “Amadjar” che uscirà a settembre, con la collaborazione dell’artista mauritana Noura Mint Seymali, i Tinariwen tornano a Villa Ada con il loro sound unico capace di mischiare abilmente tra loro elementi blues, rock, world e di musica tradizionale Tuareg.

Giovedì 4 luglio un doppio concerto gratuito grazie alla collaborazione con Nastro Azzurro, la birra premium italiana più bevuta al mondo, che anche quest’anno conferma la sua partecipazione come main sponsor della manifestazione nell’ambito della piattaforma Nastro Azzurro Live. Sul palco sale La Rappresentante di Lista, forte del successo del tour invernale seguito all’uscita di “Go Go diva”, terzo album che ha riscosso consensi unanimi e recensioni entusiaste. Le canzoni della band sono un unicum nel quale convivono scrittura, teatro e forma canzone: i loro versi sono frammenti di romanzi, i loro concerti sono spettacoli teatrali, la metrica dei loro versi scalcia violentemente fra un accordo e un altro. Prima di loro i Mòn, il gruppo romano torna a esibirsi nella capitale – dopo il sold out al Monk – con “Guadalupe”, il loro nuovo album, uscito lo scorso gennaio.

Venerdì 5 luglio tornano gli Otto Ohm, tra i più amati gruppi romani; e sabato 6 la Bandabardò, gruppo icona della scena folk-rock italiana, che ha festeggiato di recente 25 anni di carriera con l’uscita di una nuova versione di “Zobi la mouche“, singolo di successo dei francesi Les Negresses Vertes del 1988.

Chiudono la settimana in bellezza domenica 7 due vere e proprie icone della musica indipendente italiana: i Massimo Volume con l’ultimo album “Il nuotatore” e i Giardini di Mirò con “Different Times”. Quella di Villa Ada è la tappa romana dell’esclusivo minitour che vede per la prima volta insieme sullo stesso palco i due gruppi, legati da una profonda stima e amicizia e reduci da due tour fortunatissimi nei club e nei teatri di tutta Italia. Non è però la prima volta che loro strade s’incrociano, nel 2001 ad esempio Emidio Clementi, leader dei MV, accettò di interpretare il ruolo del protagonista nel video di “Pet Life Saver”, uno dei brani più importanti della carriera dei Giardini.

Comments on Facebook

Comments are closed.