GAZZELLE, in radio e digitale il nuovo singolo “Polynesia”. Online anche il video

Endi
Endi, esce il nuovo singolo “L’amore è un’illusione” con Jessica Morlacchi
21 Giugno 2019
Miles Davis
Uscirà a settembre “Rubberband”, l’album perduto di MILES DAVIS
24 Giugno 2019

GAZZELLE, in radio e digitale il nuovo singolo “Polynesia”. Online anche il video

Gazzelle

È uscito “Polynesia” (Maciste Dischi/Artist First), il nuovo singolo di GAZZELLE, cantautore romano tra i nomi di punta del panorama musicale italiano contemporaneo. Il brano, prodotto da Federico Nardelli, è disponibile in streaming e digitale.

Diretto da Lorenzo Silvestri e Andrea Losa per Bendo e prodotto da Maestro Production, il video del brano è ambientato nella periferia romana del 2049. In un futuro lontano di 30 anni, tra l’arsura e la desolazione di una periferia svuotata, vediamo un Gazzelle ormai invecchiato ed abbandonato al degrado. La narrazione si muove su un’altalena emotiva che è anche il pretesto per vedere l’altro lato del personaggio, quello in costante ed entusiasta ricerca di uno scopo. Legato al ricordo di un passato ormai perduto, tra sguardi malinconici e lunghissimi silenzi, lavora assemblando componenti elettrici su un vecchio bagno chimico, è il suo progetto segreto, una macchina del tempo. Riuscendo finalmente ad azionarla, torna nel 2019 per tentate di impedire al Gazzelle giovane di commettere lo stesso errore.

Gazzelle – Polynesia | Testo

Delle cose che dici ne conosco la metà

E di tutti i tuoi amici me ne importa la metà

E di quello che ho dentro te ne ho dato la metà

E di quello che ho perso tu ne hai vinto la metà

E cos’è che ti guardi non mi riconosci più

E però quella faccia me l’hai regalata tu

Come faccio a spiegarti che oramai non ti odio più

Come faccio ad aggrapparmi al fatto che non ti amo più

La luna di notte non ci scalda più

Le bombe alla crema, i morsi sulla schiena,

la televisione, la tua depressione, il telegiornale

Ti giuro amore

Non mi va di andare al mare

Non mi va la Polynesia

Non mi va di fare le cose soltanto per fare, fantasticare

Delle cose che penso ne conosci solo un po’

E di quelle che voglio ne esaudisci solo un po’

E di quello che hai dentro te ne ho tolto solo un po’

E di quello che hai perso non ne ho vinto neanche un po’

E cos’è che ti guardi non mi vedi neanche più

E però quegli sguardi me li hai regalati tu

Come faccio a spiegarti che oramai non mi odio più

Come faccio ad aggrapparmi al fatto che non mi amo più

La luna di notte non ci scalda più

Le bombe alla crema, i morsi sulla schiena,

la televisione, la tua depressione, il telegiornale

Ti giuro amore

Non mi va di andare al mare

Non mi va la Polynesia

Non mi va di fare le cose soltanto per fare, fantasticare

Fantasticare e fare le cose nel modo ideale

Dimenticarti, dimenticare che una volta era tutto speciale

Non mi va di andare al mare

Non mi va la Polynesia

Non mi va che arrivi l’estate e vuoi fare cose

Voglio scappare

Non mi va di andare al mare

Non mi va la Polynesia

Non mi va di fare le cose soltanto per fare, fantasticare, fantasticare

Comments on Facebook

Comments are closed.