TIMOTHY MOORE fuori con il nuovo singolo “5 in the morning”

Concerto del Primo Maggio
Arriva il concertone del PRIMO MAGGIO a Roma! Ecco la scaletta della giornata
30 aprile 2019
Noel Gallagher
NOEL GALLAGHER’S HIGH FLYING BIRDS dopo il Primo Maggio un nuovo singolo a sorpresa
2 maggio 2019

TIMOTHY MOORE fuori con il nuovo singolo “5 in the morning”

Timothy Moore

foto di T.M. Virginia Bettoja

Timothy Moore, l’artista italo-inglese già leader della band Mood (tour in 9 paesi con più di 200 concerti all’attivo tra cui lo storico FestiMad di Madrid e lo Youbloom Festival in Irlanda), torna con il suo nuovo singolo “5 in the morning“, regalando agli ascoltatori una sensazione libera e leggera di inafferrabilità della vita, delle emozioni, dell’istante vissuto dall’artista.

Cos every time I see your eyes I lose my mind and every time I lose my mind I look for your eyes” – “Perché ogni volta che vedo i tuoi occhi, perdo la testa e ogni volta che perdo la testa, cerco i tuoi occhi” – scrive il cantautore in un passaggio del brano, in quella che è una dichiarazione d’amore, che svela immediatamente un gusto elegante nella scelta delle parole e una sensibilità rara, tipica di chi, viaggiando nelle tenebre più profonde della propria anima, può perdersi per sempre o ritrovare la strada con una luce meravigliosa a sublimarla.

Del singolo è stato tratto anche un videoclip in bianco e nero che alterna con gusto immagini in slow motion a brevi momenti di time lapse, riuscendo a sottolineare con enfasi cadenze e respiri del brano. Le parole e la musica sembrano fondersi con le gocce che si uniscono alle altre in primissimo piano e con il volto ipnotico dell’unica parte femminile del racconto.

La lunghissima gavetta di Timothy Moore è stata certamente il potentissimo fertilizzante che lo ha portato ad essere l’artista frizzante che è adesso: carriera indipendente con i Mood (Ventilador Music – Schubert Music), band da lui fondata a Barcellona dove ha vissuto per 13 anni, tour in 9 paesi tra cui Brasile, Canada, Europa e più di 200 concerti all’attivo. E proprio questi anni on the road lo hanno reso un artista dall’attitude punk, unico e temprato, il cui solo e viscerale desiderio è quello di continuare a donarsi sui palchi, nell’incontro diretto col pubblico, senza mai dare rilevanza al lato glam del successo, futile e evanescente.

Comments on Facebook

Comments are closed.