#AspettandoSanremo. Il ruggito di Loredana Bertè. La signora del rock italiano torna al festival con “Cosa ti aspetti da me”

Simone Cristicchi Abbi cura di me
SIMONE CRISTICCHI: dopo Sanremo uscirà la raccolta “Abbi cura di te”
16 Gennaio 2019
Giorgia Pop Heart
Nuova data a Milano per GIORGIA e il suo “Pop Heart Tour”. Date e info
16 Gennaio 2019

#AspettandoSanremo. Il ruggito di Loredana Bertè. La signora del rock italiano torna al festival con “Cosa ti aspetti da me”

Loredana Bertè

La critica ha esultato per il ritorno di Simone Cristicchi, le più giovani hanno avuto le palpitazioni solo scoprendo che ci sarebbero stati anche Irama ed Einar e poi c’è chi si è lasciato strappare un sorriso compiaciuto all’annuncio della presenza di Loredana Bertè nella rosa dei 24 prescelti di Sanremo 2019.

Una come lei non ha bisogno di presentazioni. Non sarà una signora, come recitano titolo e ritornello di uno dei brani che ne hanno decretato il successo, ma è a tutti gli effetti La signora del rock in pink made in Italy insieme a Gianna Nannini. Il suo timbro graffiato, le sue canzoni, la sua carriera, la forza della persona e del personaggio sono già storia. Ma il capitolo, grazie agli dei, non è ancora chiuso e ora c’è una nuova pagina da scrivere per la Bertè che sul palco dell’Ariston torna dopo 7 anni – l’ultima volta è stata nel 2012 al fianco di Gigi D’Alessio con “Respirare” – arrivando a quota 11 Festival di Sanremo.

Non ha mai vinto e nel 2008 fu anche esclusa dalla kermesse. Il pezzo che portava, “Musica e parole”, risultò infatti già edito. Caso simile a quello che lo scorso anno ha visto coinvolti Ermal Meta e Fabrizio Moro, ma con un finale diverso: allora la commissione sanremese si espresse per l’eliminazione dai giochi della Bertè. Di vittorie mancate ed esclusioni, però, poco ci importa. Quel palco che ha calcato per la prima volta nel lontano ’86, sconvolgendo il pubblico con la trovata scenica del pancione sulle note di “Re”, sarà di nuovo suo per tutta la durata di “Cosa ti aspetti da me”, il brano scritto per lei da Gaetano Curreri, Gerardo Pulli e Piero Romitelli e che la riporta finalmente nella città dei fiori. “Cosa ci aspettiamo da lei”? Nulla più che la Loredana Bertè che abbiamo imparato negli anni a conoscere e stimare.

Una carriera lunga una vita che attraversa due secoli. Dai gloriosi ‘70/’80 che l’hanno portata alla ribalta e consacrata all’olimpo dei grandi con pietre miliari come “Sei bellissima”, “E la luna bussò” che quest’anno compie 40 anni, “Il mare d’inverno”, “Non sono una signora” vincitrice del Festivalbar dell’82, la sua versione del “Dedicato” di Ivano Fossati sino alla più recente hit “Maledetto Luna-Park”. Un’artista fuori da qualsiasi schema e catalogazione. Loredana Bertè

La Bertè è una che la vita l’ha presa a morsi e che ha remato sempre controvento, una che non è mai stata al passo coi tempi, li ha sempre anticipati e cavalcati. Un “cane sciolto” come canta in “LiBerté”, la title track del suo ultimo lavoro discografico uscito nel 2018, che non si è mai adattato alle convenzioni ma ha sempre portato avanti la sua dirompente tempra e personalità. Può piacere oppure no. Ma ha saputo guadagnarsi il rispetto di tutti, artisticamente e umanamente parlando.

La Bertè non è tra i “matusa” che solo il Festival di Sanremo ha la sottile capacità di andare a ripescare tra archivi impolverati e dimenticati dalle nuove generazioni. È di gran lunga più giovane persino di alcuni presunti giovani presenti alla kermesse. La Bertè è 3.0 e se i millenials la conoscono, il merito è suo e di chi ha continuato a credere in lei, come il collega e amico di lunga data Renato Zero o anche Maria de Filippi che più volte l’ha ospitata nella scuola più famosa della tv. La scorsa estate ha dominato le radio italiane con la gettonatissima “Non ti dico no” feat. Boomdabash, anche loro presenti a Sanremo 2019 ma questa volta separati dalla grande Loredana che al 69° Festival ritroverà anche Patty Pravo e Paola Turci con cui ha festeggiato i 40 anni di onorata carriera nel concerto-evento “Amiche in Arena”.

Lunga vita alla Bertè, che non vediamo l’ora di rivedere sul palco più prestigioso della musica italiana. Una vittoria varrebbe quanto un’incoronazione definitiva del suo fecondo percorso artistico, ma se la sua “Cosa ti aspetti da me” dovesse avere le carte in regola per incassare anche solo il Premio della critica “Mia Martina”, noi saremmo felici il doppio.

Nome: Loredana Bertè

Album Pubblicati: 17 (ultimo “LiBerté”, 2018)

Presenze a Sanremo: 10

Frase: “Le parole possono fare male. Impariamo a non prendere in giro ma ad apprezzare le diversità. Diverso uguale unico” (“Outro”, 2018)

Quota bookmakers: 20

Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da Me | Testo

di G. Curreri – P. Romitelli – G. Pulli
Ed. Sony/ATV Music Publishing (Italy)/EMI Music Publishing Italia/Giamaica/Bandabebè
Milano – Bologna – Milano

C’è qualcosa che non va
Per essere seduti qui
Per dirsi almeno
E dire almeno le cose inutili
Che ti sembra vero solo se
Doveva andare poi così
Che vuoi dare tutto
Vuoi dare tutto e resti lì
Ed io ci credevo
Ed io ci credevo sì
Ci vuole soltanto una vita
Per essere un attimo
Perché ci credevi
Perché ci credevi sì
Ti aspetti tutta una vita
Per essere un attimo
Che cosa vuoi da me
Che cosa vuoi da me
Cosa ti aspetti dentro te
Che tanto non lo sai
Tanto non lo vuoi
Quello che cerchi tu da me
Che cosa vuoi per me
Che cosa vuoi per te
Cosa ti aspetti in fondo a te
C’è qualcosa che non va
E tutto poi finisce qui
Puoi fare a meno
Di fare almeno le cose facili
Se è vero poi più vero è
Se va bene va bene così
E fragile fragile resti lì
E io ci credevo
Io ci credevo sì
Ci vuole soltanto una vita
Per essere un attimo
E tu ci credevi
Tu ci credevi sì
Ti aspetti tutta una vita
Per essere un attimo
Che cosa vuoi da me
Che cosa vuoi da me
Cosa ti aspetti dentro te
Che tanto non lo sai
Tanto non lo vuoi
Quello che cerchi tu da me
Che cosa vuoi per me
Che cosa vuoi per te
Cosa nascondi dentro di te
Ma io non posso credere che
Che esista un altro amore
Che esista un altro amore come te
Ma io non posso credere che
Esista un altro amore
Esista un altro amore
Che cosa vuoi da me
Che cosa vuoi da me
Cosa ti aspetti tu da me?
Che tanto non lo sai
Tanto non lo vuoi
Quello che cerchi tu da me
Che cosa vuoi per me
Che cosa vuoi per te
Cosa nascondi negli occhi te
Che cosa vuoi da me?

Comments on Facebook

Comments are closed.