“Ma cosa vuoi che sia una canzone”, VASCO ROSSI festeggia al meglio 40 anni di carriera

JESUS CHRIST SUPERSTAR, grande ritorno al Teatro Arcimboldi di Milano – REPORTAGE
23 Novembre 2018
MIKE SHINODA: due date speciali in Italia per il cofondatore dei Linkin Park
26 Novembre 2018

“Ma cosa vuoi che sia una canzone”, VASCO ROSSI festeggia al meglio 40 anni di carriera

Vasco Rossi

…ma cosa vuoi che sia una canzone…”, il primo album di Vasco Rossi, torna il 7 dicembre in una versione speciale e ricca di contenuti esclusivi. L’ album, pubblicato nel 1978, segna il debutto di Vasco Rossi e ha appena compiuto i suoi primi 40 anni. Per riassaggiare l’atmosfera di quel tempo o per scoprirla ex-novo, il 28 novembre andrà in onda su Sky Arte la prima puntata di “33 Giri – Italian Masters”, dedicata a Vasco e a questo suo primo indimenticato lavoro in studio di registrazione.

Prodotto dall’ inglese Alan Taylor e arrangiato da Gaetano Curreri degli Stadio, “…ma cosa vuoi che sia una canzone…” è il presupposto di quello che sarà Vasco. Ascoltandolo si può percepire l’ atmosfera della Bologna del 1977. I giovani conoscono il cantautorato e la musica popolare, ma grazie alla radio scoprono le nuove tendenze internazionali, come il progressive rock. Il venticinquenne Vasco a livello commerciale è un debuttante, ma sotto alcuni aspetti musicali e umani è già molto maturo. Si accompagna con la chitarra acustica e ha già una sua personalità ben riconoscibile, anche se incredibilmente dolce rispetto al Vasco odierno. Non è né un militante politico, né un artista pop frivolo; la sua sensibilità è proiettata verso l’ interno, verso le emozioni profonde, le difficoltà di coppia, la depressione. Turbamenti da cui i suoi brani non potevano non rimanere influenzati.

È invece un Vasco Rossi emozionato e curioso come un fanciullo, quello che si può ritrovare nell’ episodio a lui dedicato di “33 Giri – Italian Masters”, la serie dove la televisione racconta la grande musica pop italiana. Produzione originale di Sky Arte, essa inaugura con Vasco la sua seconda stagione mercoledì 28 novembre ore 21.15 sui canali 120 e 400 di Sky. I documentari hanno uno stile confidenziale, caldo, informale. Lo spettatore avrà l’ occasione di farsi raccontare la genesi dei suoi album preferiti proprio dalle voci di chi li ha realizzati.

Nella prima puntata, davanti al mixer dello studio di registrazione Fonoprint di Bologna Vasco si ritrova a raccontare gli aneddoti più suggestivi di “…ma cosa vuoi che sia una canzone…”. Con lui, Gaetano Curreri e Maurizio Biancani, rispettivamente arrangiatore e fonico dell’ album. Si avrà proprio l’ idea di far parte di una tavolata di amici che si ritrovano per chiacchierare e ricordare i bei vecchi tempi, rispolverando episodi seppelliti nella memoria.

Con cadenza settimanale seguiranno le altre 5 puntate della serie “33 Giri – Italian Masters”, dedicate ad altrettante pietre miliari: “Lindberg” di Ivano Fossati; “Paris Milonga” di Paolo Conte; “Latin Lover” di Gianna Nannini; “Il Mio Canto Libero” di Lucio Battisti; “Terra Mia” di Pino Daniele.

…ma cosa vuoi che sia una canzone… R>PLAY Edition 40th” verrà pubblicato in tre versioni: “Hardcoverbook” (32 pagine con contenuti esclusivi + CD); LP in vinile ; cofanetto deluxe in edizione limitata numerata (che include l’album originale a 33 giri, il 45 giri “La nostra relazione/ …e poi mi parli di una vita insieme”, il CD, la musicassetta, il libro di 112 pagine scritto dal giornalista Marco Mangiarotti con intervista a Vasco, foto e contenuti inediti ed esclusivi).

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.