X FACTOR 12: pubblico giudice decisivo del quarto live. Ospiti Gianna Nannini, Enrico Nigiotti, Carl Brave e Max Gazzè

Jake La Furia
JAKE LA FURIA torna domani con il nuovo singolo “Non sentiamoci più”
15 Novembre 2018
Laura Pausini
LAURA PAUSINI vince il quarto Latin Grammy della carriera: “Best Traditional Pop Vocal Album” per “Hazte Sentir”
16 Novembre 2018

X FACTOR 12: pubblico giudice decisivo del quarto live. Ospiti Gianna Nannini, Enrico Nigiotti, Carl Brave e Max Gazzè

X Factor 12

È giro di boa per X Factor 12. Con il quarto live, in onda oggi su Sky Uno a partire dalle 21:15, entriamo ufficialmente nel vivo della competizione. Il cerchio si stringe e il meccanismo di gioco cambia: decisivo stasera il parere del pubblico chiamato a vestire i panni di quinto giudice della gara. Nove i concorrenti arrivati sino a metà percorso, una sola la categoria che sbarca al quarto live senza aver subito “perdite”: le Under Donne di Manuel Agnelli, che non ha alcuna intenzione di rinunciare al sogno di vedere tutti e 3 i suoi fenomeni in finale.

Sarà un X Factor Arena alquanto affollata quella del quarto live, tanti gli ospiti attesi. Si inizia con il botto, l’opening è infatti affidato alla settantaquattrenne coreografa senegalese Germaine Acogny considerata la madre della danza africana. Sarà lei a scaldare il pubblico sin dalle prime battute della serata con una performance che si annuncia esplosiva. Ma le sorprese non finiscono qui. Stasera a XF anche due “strane coppie”: il tandem Carl Brave e Max Gazzé che presenterà in anteprima assoluta il singolo “Posso” in radio da domani, e il duo Enrico Nigiotti – Gianna Nannini che canteranno sulle note del loro “Complici” per un momento da #MaionchiPride, entrambi gli artisti sono stati infatti scoperti (o rilanciati, nel caso dell’ex xfactorino) dalla scatenatissima produttrice.
Ad un passo dal quarto live, andiamo a scoprire come funzionerà la gara di stasera e i brani assegnati ai 9 concorrenti superstiti.

#XF12 – Quarto Live | Il meccanismo di gioco

Pubblico grande protagonista della serata con il ruolo decisivo di quinto giudice. Nel quarto live gli xfactorini verranno divisi in 3 manche da 3 e sarà il meno votato di ognuna a finire al ballottaggio. A questo punto, il primo concorrente verrà salvato dal pubblico, il secondo dai 4 giudici in carica. Sempre che Fedez, Mara Maionchi, Manuel Agnelli e Lodo Guenzi non optino per un tilt che rimetterebbe, ancora una volta, le sorti della serata nelle mani degli spettatori.

#XF12 – Quarto Live: Assegnazioni | Under Donne

Non è una sorpresa che l’unica categoria arrivata incolume sino al quarto live sia quella del rocker Manuel Agnelli, ma anche le sue 3 ragazze prodigio stasera dovranno fare del loro meglio per scongiurare il fantasma del ballottaggio.

Per alzare la famigerata asticella, il capitano delle Under Donne sceglie di assegnare 2 grandi classici e 1 brano attuale. Per Luna Melis arriva il momento del primo pezzo in italiano, Agnelli le affida “Eppur mi son scordato di te” di Lucio Battisti. “Uno degli scopi è farla cantare in italiano ma mantenendo il suo ritmo” sostiene il rocker.
Che Sherol Dos Santos fosse la Whitney Houston dell’edizione lo avevamo già fiutato, stasera le tocca però dimostrarlo. A lei la ballata più gettonata dei matrimoni classe ’90: la “I will always love you” colonna sonora del film cult “Guardia del corpo”. “Sentiti a casa” dice Agnelli alla sua giovanissima artista con una stoffa da star. Il giudice non ha dubbi sulla buona riuscita dell’esibizione: “Le ho dato il classicone, un brano impossibile che Sherol però può fare egregiamente”.

Ed eccoci a Martina Attili. Nello scorso live la sua versione abbaiata della “Material girl” di Madonna le sarebbe potuto costare un meritato ballottaggio e invece no. La Attili viene comunque premiata dal pubblico e spedita dritta dritta alla quarta serata. Stasera la ascolteremo destreggiarsi su “Strange birds” di Birdy ma non è tutto. La Attili vuole giocare la partita in attacco, tornando a mostrare anche il suo lato da autrice: è lei stessa a proporre ad un Agnelli piacevolmente sorpreso di riscrivere di suo pugno la seconda strofa del brano. “Mi ha stupito positivamente, è bello vederle stimolate” commenta il rocker. X Factor 12

#XF12 – Quarto Live: Assegnazioni | Under Uomini

Orfana di Emanuele Bertelli, la categoria di Mara Maionchi continua la sua corsa verso la finale con Anastasio e Leo Gassmann. Anche per loro assegnazioni tra il classico e l’attuale.

Ad Anastasio il primo brano in inglese: il leggendario “Another brick in the wall” dei Pink Floyd. Per lui il biglietto per la finale sembra già timbrato, eppure qualcuno non vuole rendergli la strada così facile. È Manuel Agnelli a lanciare il guanto di sfida. La giovanissima “penna” dell’edizione 12 di XF sinora ha riscritto tutti i brani che gli sono stati assegnati, ma adesso il leader degli Afterhours lo vorrebbe ascoltare alle prese con una cover in piena regola. Situazione che potrebbe ledere al percorso di Anastasio che a tutti gli effetti fa squadra a parte. È l’autore di questa edizione, togliergli la penna (come vorrebbe Agnelli) probabilmente lo depotenzierebbe e zia Mara non ci sta. Ringrazia il rocker per il consiglio, ma rifiuta l’offerta. Ascolteremo Anastasio al quarto live nella sua versione stravolta del pezzo storico dei Pink Floyd, di cui però manterrà perlomeno un pezzo di ritornello.

Chissà invece come se la caverà Leo Gassmann che stasera si esibirà finalmente con una canzone in italiano. Per lui però un’assegnazione forse presa troppo alla leggera e che potrebbe costargli caro. Mara Maionchi sceglie di fargli cantare “Pianeti” di Ultimo. Il timore, da quanto ascoltato in sala prove, è che il “Gass” faccia passi indietro piuttosto che in avanti andando a pompare l’intenzionalità interpretativa di un brano che invece andrebbe cantato con maggiore disinvoltura.

#XF12 – Quarto Live: Assegnazioni | Over

“Coerenza” è la nuova parola tormentone di Fedez. In suo nome, assegna alla sorpresa di questa edizione Renza Castelli un nuovo brano pieno di sentimenti: “Costruzione di un amore” di Ivano Fossati.

Difficoltà massima invece per Naomi Rivieccio. Ad una tracheite in corso si aggiunge un’assegnazione pazza da parte del suo capitano. Fedez raccoglie lo spunto lanciato da Lodo nel terzo live e fa per lei una scelta alla Morgan maniera: va a ripescare il brano d’autore ignorato dal pubblico del mainstream e le affida “Crisi Metropolitana” di Giuni Russo e Franco Battiato. “È arrivato il momento di sperimentare restando coerenti” afferma il marito della Ferragni.

#XF12 – Quarto Live: Assegnazioni | Gruppi

C’è da dire che il “ghettizzato” Lodo Guenzi finalmente sembra che si stia integrando fra i suoi “compagni di banco”. Agnelli e Fedez continuano a condannare lo scempio, a loro dire, che sta facendo dei Seveso Casino Palace ma perlomeno il pubblico è con lui. Benvoluto sui social, Guenzi sta ricevendo ottimi apprezzamenti per il suo fare misurato (anche se a tratti ancora “lodorroico”), mai sopra le righe e giusto. Piace in particolare il suo sforzo nel cercare sempre il lato positivo di ogni esibizione.

Dopo che i suoi “draghetti” sono stati a un soffio dall’eliminazione, Guenzi decide per i Seveso di correre ai ripari e scegliere un brano che per una volta dovrebbe mettere d’accordo tutti i giudici. Li “riporta a casa” con un pezzo pienamente nelle loro corde, “Standing in the way of control” dei Gossip.

Ai Bowland, le sue “tigri persiane”, assegna invece “Drop the game” di Chet Faker & Flume. Certi che per l’ennesima volta gli iraniani faranno scintille sul palco dell’X Factor Arena.

Mai quanto stasera il pubblico potrà rivendicare il suo ruolo di giudice sovrano, e allora dalle 21:15 tutti sintonizzati su Sky Uno e mani sugli smartphone per votare. Che la gara continui.

Comments on Facebook

Comments are closed.