SECONDAMAREA, terminato l’Agritour subito pronti a ripartire e con in mente un nuovo disco

Dalia delle fate
DALIA DELLE FATE: incontriamo il cast della musical serie che piace ai teen ma anche a mamma e papà – INTERVISTA
6 Luglio 2018
The Kolors
THE KOLORS: online da oggi il nuovo singolo “Come le onde” col featuring di J-Ax
6 Luglio 2018

SECONDAMAREA, terminato l’Agritour subito pronti a ripartire e con in mente un nuovo disco

I Secondamarea hanno appena concluso il loro originale tour chiamato “Agritour”, un progetto che verrà presentato dal duo composto da Ilaria Becchino e Andrea Biscaro (chitarra e voce), sposando l’idea di riportare la musica alla natura e ai suoi produttori e trasformatori, facendolo diventare così un Agritour. Dopo “Slow”, album di inediti pubblicato il 27 aprile e prodotto da Paolo Iafelice che contiene 12 brani inediti dal taglio pop-folk scritti dai due artisti, toscani d’adozione e residenti all’Isola del Giglio. Le canzoni esplorano i temi della natura, del clima, dell’acqua, dei boschi e degli effetti che questi hanno sull’uomo e sulla sua capacità di osservare il mondo. Una sorta di grande inno alla natura, in tutti i suoi aspetti che raccontano, insieme a tante altre cose.

Come è nata l’idea di questo tour?

In modo assolutamente istintivo, naturale. Ci è sembrata l’idea di tour più vicina allo spirito del disco. L’AGRITOUR è un concetto innovativo per riportare la musica alla terra, trasformando spazi non propriamente “da concerto”, in luoghi musicali. Un programma di date consecutive in Agriturismi, Cascine, Fattorie (che ripartirà a fine luglio e da metà agosto) in cui far ascoltare ‘Slow’ in veste totalmente acustica, puntando sull’essenzialità e sulla convivialità. Un progetto di musica a Chilometro Zero per un percorso sensoriale tout court, dove le note sono molteplici: sonore, olfattive, gustative, visive”. Secondamarea

E come è andata? Siete soddisfatti?

È andata talmente bene, che non vediamo l’ora di ricominciare l’AGRITOUR! Un’esperienza nuova, totalizzante. Abbiamo suonato e cantato in contesti unici, pieni di virtù, in cui la musica di “SLOW” ha trovato la sua dimensione ideale. Abbiamo capito che – oggi più che mai – la musica va “spostata”, decontestualizzata, spogliata dalle sovrastrutture. Deve tornare ad essere semplice, genuina, vera. Come un frutto maturo appena colto dall’albero. Soltanto così potrà riacquistare il suo potenziale di meraviglia e di magia. Avevamo buone aspettative prima di iniziare, ma la realtà ha superato di gran lunga l’immaginazione”.

Ce ne sarà un altro a breve dunque?

L’AGRITOUR avrà almeno due fasi di ripresa: a fine luglio e dalla seconda metà di agosto.

Volete raccontarci qualcosa che vi ha colpiti (in positivo o negativo) durante una delle date?

Le cose da raccontare sarebbero tante, soprattutto positive! Ci piace ricordare sempre la prima data del tour, a Monterosso, in Liguria. Premetto che siamo abituati a percorrere vie accidentate, in forte pendenza, ma la strada che ci stava conducendo a ‘Il Brucaolivo’ era davvero particolare! Una sorta di strapiombo a serpentina per arrivare in una vallata mozzafiato. L’ultimo tratto per raggiungere l’agriturismo l’abbiamo fatto a piedi, chitarra in spalla. Ci domandavamo chi potesse raggiungere un luogo tanto impervio, difficile. Ci domandavamo se la nostra idea di Agritour non si rivelasse alla fine un buco dell’acqua. Ogni domanda fu fugata al nostro arrivo: ci accolse una sorta di paradiso terrestre incastonato nel verde e nelle acque, già popolato di persone, quiete e assorte, in attesa di musica e buon cibo. La coppia che gestisce l’agriturismo, due giovani ‘resistenti’ armati solo di fantasia, ingegno e buone aspettative, ci hanno spalancato le porte della loro casa-isola. È stata una serata magica, simbolica. L’Agritour partiva nel modo più poetico possibile. In mezzo a una natura forte, selvaggia, ad un silenzio profondissimo, alla compagnia di persone speciali e ad un pubblico attento, curioso, gioioso”.

Che farete ora? State scrivendo? Ci sono canzoni pronte?

La scrittura ci accompagna sempre. Questi ultimi mesi, poi, sono stati molto prolifici dal punto di vista compositivo. Le canzoni per un nuovo album sono già pronte. Si tratterà di una sorta di seguito di ‘Slow’”.

Comments on Facebook

Comments are closed.