EMMA MORTON+THEGRACES: l’artista scozzese torna con “Bitten by the devil”

Levante
LEVANTE collabora con Diplo e Mø alla realizzazione del brano “Stay Open” per Tuborg Open 2018
11 Maggio 2018
Pino Daniele
In rotazione radiofonica da oggi “Resta quel che resta”, inedito di PINO DANIELE
14 Maggio 2018

EMMA MORTON+THEGRACES: l’artista scozzese torna con “Bitten by the devil”

emma morton

Occhi dal colore blu intenso, voce piena e graffiante, artista eclettica e affascinante. Emma Morton, la cantautrice scozzese, che si è fatta conoscere dal grande pubblico durante l’ottava edizione di X Factor, arrivando in semifinale dove ha presentato il suo inedito “Daddy Blues”, con la sua voce che sa un po’ di blues e un po’ di jazz, è tornata. È uscito venerdì 11 maggio “Bitten by the Devil” (Edizioni Musicali 22R), l’album scritto e prodotto dalla cantautrice scozzese e dalla sua band The Graces formata con il batterista Piero Perelli e con il chitarrista Luca Giovacchini.

Anticipato dall’uscita del singolo “Why Fall” lo scorso 19 aprile, “Bitten by the Devil” racchiude una serie di canzoni-confessioni di “una donna che ha trapassato inferni interiori ed esteriori, accogliendo le fiamme per tirare luce sulla lunga strada verso la sopravvivenza e la consapevolezza”. Un disco in cui Emma si è messa alla prova, facendo convivere nelle stesse tracce amore e odio, paura e desiderio, oppressione e libertà. emma morton

“Scozia” dà il via all’album, ed è dalle radici della musicista scozzese che inizia il viaggio, dalle sonorità Scottish in cui siamo immersi al primo ascolto. Seguono “One by one”, ritmata e coinvolgente, e “Why Fall”, brano in cui emerge la libertà nel non fare distinzione tra realtà e immaginazione. In “Dirty John” Emma, forte e decisa, è accompagnata dal sound di Raphael Gualazzi e canta della possibilità di ribellarsi alla violenza.

Presta la sua voce a “I want you” di Bob Dylan, il risultato è una bellissima versione da ascoltare ad occhi chiusi, lasciandosi accarezzare dalla voce malinconica della cantautrice.

“Bitten by the Devil”, morso dal diavolo, dà il titolo all’album ed è il tentativo di esporre ciò che ci fa paura e di cui ci si vergogna. Ed è in questo pezzo che Emma tira fuori tutta la sua grinta. “Questo album, per me, è una vera emancipazione da un passato governato dall’insicurezza, violenze ed oppressioni”, ha infatti dichiarato la cantante per presentare il suo nuovo lavoro.

“Whit’s Fir Ye” chiude questo lavoro definito “war-cry record” dalla musicista, nell’ultimo minuto della traccia Emma, accompagnata dalla voce di un bambino, intona di nuovo “Dirty John”.

Bitten by the Devil” è un crocevia musicale, in cui si mischiamo souni e sapori lontani. La band Emma Morton+TheGrace contamina jazz, roots, popular e Scottish folk, mondi diversi legati dalla voce sublime di Emma che ci accompagna nel suo disco di rinascita. Un disco che sa pienamente di lei.

Emma Morton – Bitten by the Devil | Tracklist

1. Scozia

2. One by One

3. Why Fall

4. Good Men

5. Dirty John – Raphael Gualazzi

6. I Want You

7. Bitten by the Devil

8. Lost Woman

9. Whit’s Fir Ye

Comments on Facebook

Comments are closed.