WIRED NEXT FEST 2018: sul palco di Milano Jungle, Calibro 35, Robin Schulz e Gemitaiz

Coma_Cose
COMA_COSE, il nuovo singolo “Nudo integrale” e poi via all’ “Estate tour”
9 maggio 2018
Ms. Lauryn Hill si esibirà il 22 giugno a Parma, unica data italiana per celebrare i XX di “The Miseducation of Lauryn Hill”
9 maggio 2018

WIRED NEXT FEST 2018: sul palco di Milano Jungle, Calibro 35, Robin Schulz e Gemitaiz

Wired Next Fest 2018

Jungle, Calibro 35, Robin Schulz, Gemitaiz: saranno questi i protagonisti della line up del Wired Next Fest 2018, il più importante festival dedicato alla cultura dell’innovazione, che si svolgerà a Milano dal 25 al 27 maggio presso i Giardini Indro Montanelli in Corso Venezia 55.

Una serie di concerti gratuiti che anche quest’anno completano un programma ricco di incontri e attività dedicati a tecnologia, politica, scienza, arte, Rete. Tema dell’edizione milanese del Wired Next Fest 2018: la contaminazione.

La musica del WNF prende il via venerdì 25 maggio con i Calibro 35, gruppo crime funk, fresco di pubblicazione dell’album Decade,e con la band inglese dei Jungle, riconoscibile per il suo mix di funk, soul e elettronica, appena uscita con il singolo House in LA, che anticipa il nuovo album.

Il 26 maggio sarà la volta di Gemitaiz, in vetta alle classifiche di vendita con Davide. A chiudere la serata musicale del sabato sera ci penserà il dj e produttore tedesco Robin Schulz, che è recentemente uscito con il suo ultimo lavoro discografico Uncovered.

Oltre ai concerti in programma il 25 e il 26 maggio, il pubblico del Wired Next Fest potrà inoltre assistere a eventi unici ed esclusivi presso il Planetario dei Giardini Indro Montanelli: si chiamano “Musica e parole sotto le stelle” e sono incontri speciali in cui gli artisti si racconteranno attraverso la loro voce e il loro repertorio musicale. Sabato 26 toccherà a Raphael Gualazzi, domenica 27 il Planetario ospiterà prima John de Leo, poi Danilo Rea & Alex Braga con la performance “Cracking Danilo Rea” nella quale suoneranno insieme all’intelligenza artificiale AMI (Artificial Music Intelligence) realizzata dall’Università Roma Tre.

A tutte queste belle note si aggiungono le parole dei talk affidati a numerosi artisti e produttori musicali: Negramaro, Motta, Tommaso Colliva, Marta Salogni, Lele Sacchi, Michele Bravi, Måneskin

Tra gli ospiti anche il maestro Riccardo Chailly, Direttore musicale del Teatro alla Scala e Direttore principale della Filarmonica della Scala.

Il WNF è il più importante festival italiano che celebra e racconta la scienza, la tecnologia, il business, la Rete, la ricerca, l’innovazione sociale, la voglia di cambiamento e l’evoluzione, come elementi chiave per lo sviluppo economico, culturale e politico del nostro paese.

Giunto alla nona edizione, il WNF ha l’obiettivo di stimolare un confronto attraverso interviste, panel, keynote, workshop, laboratori, exhibit, performance artistiche e concerti, grazie alla partecipazione di esperti e opinion leader di rilievo nazionale e internazionale.

 

Comments on Facebook

Comments are closed.