LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA: da oggi online il videoclip di “Chakra”

Annalisa Bye Bye
ANNALISA: in arrivo i primi due appuntamenti live a Roma e Milano
7 Maggio 2018
Canova
I CANOVA ci raccontano il loro passato e il loro futuro – INTERVISTA
7 Maggio 2018

LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA: da oggi online il videoclip di “Chakra”

Le Luci della Centrale elettrica

Le Luci della Centrale elettrica, Hiroshima Mon Amour - 2017

È online da oggi il videoclip di “CHAKRA”, brano contenuto in TERRA, il quarto album di inediti de LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA.

Chakra è da sola tutto il nucleo intimo di questo disco con un nome planetario. ed è una canzone a cui tengo molto. – scrive Vasco Brondi. “Ci ho messo i miei percorsi di questi anni, in poche parole il teatro di Grotowski, lo yoga, la meditazione, i viaggi di pochi chilometri e di migliaia.

Poi le solite cose: una storia d’amore infinita che è finita. Con tutti gli accorgimenti impossibili per la corretta manutenzione del dolore. Diversi come due gocce d’acqua.

Chakra è una canzone serena dopo il temporale, per iniziare a metabolizzare, per capire a cosa serve cantare. Per cercare di orientarsi, i percorsi di vita che visti dall’alto disegnano facilmente dei labirinti, molto coreografici, dei mandala a volte.

E la certezza misteriosa che anche in un punto qualsiasi del labirinto sei dove dovresti essere.

Per il video ho pensato di coinvolgere Nicola Magrin un grande acquerellista che ha creato, insieme alla regia di Michele Bernardi, un’animazione in diretta, un viaggio su un foglio bianco su un’isola vulcanica e in coda sull’Adriatica.

La pubblicazione di “Chakra” coincide con l’annuncio di una serie di appuntamenti live, molto particolare e fuori dal circuito tradizionale dei tour estivi.

Mi piace pensare a queste date come ad un laboratorio a porte aperte e a cielo aperto sui progetti passati e quelli futuri. Saranno sempre diverse – scrive Vasco Brondi – con musicisti e formazioni diverse in luoghi in cui non ho mai suonato: archi, percussioni, chitarre elettriche, nuovi incontri, in mezzo alla natura, sulla Terra. Su un’isola in mezzo a un lago, oppure a 1400 metri di altezza.

Un laboratorio in mezzo al verde, le cose passate e le cose che verranno. Date scelte in posti in cui ho voglia di stare, in cui ho voglia di suonare, fuori dalle rotte battute in questi anni per quanto sempre belle.

È importante mantenere un grado di spensieratezza e libertà d’azione, fare cose controproducenti, fare cose tra amici, magari fermarsi qualche giorno nel luogo in cui si suona. Nel nostro vero patrimonio che non è solo quello artistico ma è anche quello naturale, suonare in Val Susa vedere le montagne come cattedrali. Camminare sui sentieri di San Francesco a Sansepolcro, sui prati della Val d’Aosta vicino alla baita di Paolo Cognetti, a Noto vicino al mare, oppure al tramonto in mezzo al lago Trasimeno e poi a Milano in teatro con i Baustelle”.

Ad accompagnare Vasco in questi appuntamenti sempre diversi, ci saranno Rodrigo D’Erasmo (violino), Andrea Faccioli (chitarre), Daniela Savoldi (violoncello) e Daniel Plentz (percussioni).

Le luci della centrale elettrica – Concerti 2018 | Date

– 11 maggio, TORINO, Officine Grandi Riparazioni (concerto in collaborazione con il Salone Internazionale del libro). Con interventi di disegno dal vivo di Nicola Magrin.

– 3 giugno, SANSEPOLCRO, “I sentieri di San Francesco” (incontro/conversazione con Paolo Cognetti)

– 16 giugno, NOTO, live acustico per la serata inaugurale di “Photology”, esposizione di arte contemporanea

– 23 giugno, ISOLA MAGGIORE del LAGO TRASIMENO, “Moon in June” (concerto)

– 26 giugno, MILANO, Teatro dal Verme (serata inaugurale de La Milanesiana, concerto breve)

– 21 luglio, VAL D’AOSTA (ESTOUL, BRUSSON), Festival “Il richiamo della foresta” (concerto acustico)

– 28 luglio, VAL DI SUSA, “Festival Alta Felicità”, (concerto acustico

Comments on Facebook

Comments are closed.