IL CANTAUTORE NECESSARIO: al MAXXI cinque incontri per raccontare 50 anni di canzone d’autore

Guè Pequeno
GUÉ PEQUENO: aggiunta una nuova data del Gentleman Tour 2018
22 Marzo 2018
S I C N A T U R E
ANTEPRIMA – Il nuovo duo S I C N A T U R E esordisce con la sognante “Always With You” – VIDEO
23 Marzo 2018

IL CANTAUTORE NECESSARIO: al MAXXI cinque incontri per raccontare 50 anni di canzone d’autore

MAXXI

Marc Chagall e Domenico Modugno, Mario Schifano e l’Equipe 84, Andrea Pazienza e Roberto Vecchioni e ancora i dipinti di Gino Paoli, Dario Fo, Edoardo Bennato e Paolo Conte, Franco Battiato, le canzoni di Francesco De Gregori ispirate da Max Klinger e molto altro.

La storia del rapporto tra canzone d’autore italiana e arti figurative è piena di memorie e leggende sorprendenti che, dal 29 marzo 2018, sono protagoniste di IL CANTAUTORE NECESSARIO un ciclo di cinque incontri al MAXXI a cura di Edoardo De Angelis con ospiti del mondo della musica, della letteratura, del giornalismo.

Ogni appuntamento, moderato dal cantautore Edoardo De Angelis, sarà dedicato a un decennio, a partire dagli Anni Sessanta fino ai giorni nostri. Accompagnato dal musicistaMichele Ascolese e dal musicologo, critico e giornalista Luciano Ceri, De Angelis inviterà il pubblico a una operazione di memoria e di conoscenza, un percorso alla scoperta di notizie, dati, curiosità per raccontare il mondo della canzone d’autore italiana e il suo profondo legame con tutte le arti figurative.

Insieme alla proiezione di immagini storiche, opere d’arte, copertine e performance musicalilive, ogni incontro sarà accompagnato anche da Il quadro di Assante un momento di riflessione, una pillola critica del giornalista, critico musicale e autore per radio e tv Ernesto Assante, che ad ogni appuntamento offirà al pubblico il proprio personale punto di vista su cambiamenti, l’evoluzione o l’involuzione della canzone d’autore nel corso degli anni.

Primo appuntamento giovedì 29 marzo alle ore 18.00 (Auditorium del MAXXI | ingresso 5 €*) con l’incontro dal titolo VOLARE… SENZA FINE dedicato agli Anni ’60, a partire dalla storica esibizione di Modugno a Sanremo 1958 con Nel blu dipinto di blu, vera e propria “rivoluzione” e punto di partenza della canzone d’autore italiana del nostro tempo. MAXXI

De Angelis, Ascolese e Ceri con la partecipazione di Ernesto Assante, insieme al cantautore Edoardo Vianello, il giornalista Andrea Vianello e il critico musicale Fabrizio Zampa, daranno un rapido sguardo a cosa esisteva prima di Modugno, fuori dagli schemi della canzone convenzionale, attraverso le esperienze di Cantacronache, Carosone, Buscaglione. Il racconto di quegli anni, tra aneddoti, esperienze e canzoni, permetterà al pubblico di scoprire Tenco e la canzone scanzonata di Vianello, che Gino Paoli e Dario Fo erano pittori, che la leggenda vuole che Nel blu dipinto di blu fosse legata a un dipinto di Chagall e che Mario Schifano disegnava le copertine degli album di molti autori.

Prossimo appuntamento giovedì 18 aprile alle ore 18.00 con l’incontro DAL 45 AL 33: L’IMPEGNO CHIEDE PIU’ SPAZIO – Dal Folkstudio al Tenco. La copertina è un luogo d’Arte.

Dedicato agli Anni ‘70, periodo d‘oro del cantautorato italiano, in questo appuntamento verranno ricordate quelle voci che hanno lasciato un segno indelebile nella musica italiana, insieme al responsabile artistico del Club Tenco Sergio Secondiano Sacchi, al musicista, musicologo e docente universitario Franco Fabbri e all’attore e musicista per passione Neri Marcorè.

Giovedì 26 aprile 2018 sarà la volta dell’incontro dedicato agli Anni ’80: I COLORI DEI CANTAUTORI – Arrivano il Folk, l’Etno, il World. Insieme alla giornalista radiofonicaCarlotta Tedeschi, al discografico, produttore, editore Paolo Dossena, a Stefano Micoccieditore musicale e esperto di canzone d’autore, e a Tito Schipa Jr musicista, cantante e attore, il pubblico viene guidato alla scoperta di un decennio che porta con se importanti cambiamenti. La canzone d’autore viene abbandonata dal grande pubblico, i cantautori si rifugiano nel folk o nell’etnico, una nuova generazione si avvicina al pop e nel frattempo molti cantautori si rivelano bravi artisti.

Mercoledì 9 maggio 2018 con l’incontro dal titolo VINILE ADDIO … I cantautori fanno il rock, il rap, il pop si raccontano gli Anni ’90. Insieme a John Vignola conduttore radiofonico e scrittore, Ivan Cattaneo cantautore, pittore e storico dell’arte e al cantautoreMimmo Locasciulli verranno messe in luce le varie e notevoli trasformazioni avvenute nel corso di quegli anni. Si parlerà di nuovi sistemi di fare e produrre musica, dei nuovi cantautori accanto alle eterne icone che, come Franco Battiato, si affermano anche nel campo della pittura e del cinema d’autore.

Ultimo appuntamentogiovedì 24 maggio 2018 con l’incontro dedicato agli anni dal 2000 ad oggi MUSEICA: MUSICA O MUSEO? i cui ospiti sono Fausto Pellegrini giornalista televisivo, musicista e scrittore, Luisa Melis ideatrice e responsabile del Premio De André eGiordano Sangiorgi storico responsabile del MEI Meeting Etichette Indipendenti.

Il racconto parte da una nuova ulteriore generazione di cantautori, sempre più diversa dalla “vecchia guardia” che spesso si dedica alla scrittura e alla pittura, come Edoardo Bennato o Paolo Conte. Caparezza espressione dirompente del nuovo cantautorato italiano, dedica ogni canzone del suo album Museica a una diversa opera d’arte, mentre sempre più copertine ospitano le creazioni di artisti visivi.

Comments on Facebook

Comments are closed.