GIUSEPPE ANASTASI: annunciate le prime date del tour che parte da Milano

ALICE CAIOLI: esce il 9 marzo l’album “#Negofingomento”
1 Marzo 2018
Festival del Vittoriale TENER-A-MENTE: annunciato il concerto di Norah Jones
1 Marzo 2018

GIUSEPPE ANASTASI: annunciate le prime date del tour che parte da Milano

foto di Marta Lispi

Il 15 marzo l’autore e compositore GIUSEPPE ANASTASI in concerto per la prima volta a MILANO, presso il locale “SERRAGLIO” (Via Gualdo Priorato, 5 – inizio concerto ore 21.30 – ingresso libero), per presentare il suo primo album “CANZONI RAVVICINATE DEL VECCHIO TIPO” (Giuro Universal Music/Artist First), già disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

L’artista sarà accompagnato sul palco da Valter Sacripanti (batteria), Antonio Lusi (basso), Massimo Satta (chitarre) e Cristian Pratofiorito (tastiere).

«Milano è la città della musica, una città dinamica, europea, una città che mi è sempre piaciuta – racconta Giuseppe Anastasi – sono molto felice ed emozionato di presentare il mio primo disco “Canzoni ravvicinate del vecchio tipo” proprio qui, a Milano, qui dove la cotoletta si mischia al sushi, l’alta finanza all’aperitivo, in un melting pot di culture, colori e buoni sapori».

Queste le prime date del tour in continuo aggiornamento: il 13 aprile al Palazzo Manzioli di Izola – Isola, Slovenia (Manziolijev trg 5 – inizio concerto ore 20.00 – ingresso libero); il 22 maggio al Bravo Caffè di BOLOGNA (via Mascarella, 1 – inizio concerto ore 22.00 – per info e costi info@bravocaffe.it – 051 266112); il 27 maggio all’Auditorium Parco della Musica di ROMA (Viale Pietro de Coubertin, 30 – inizio concerto ore 21.00 – costo ingresso 15 euro).

Canzoni ravvicinate del vecchio tipo”, anticipato in radio dai brani “2089” e “Ricominciare”, raccoglie 11 brani scritti dallo stesso Giuseppe Anastasi.

Attraverso i suoi testi, l’autore analizza la vita, la società e le persone riflettendo sui ritmi meccanici apportati da Internet e dal consumismo, racconta storie realmente vissute ed esprime il forte legame con la sua terra, la Sicilia, raccontandola nella sua perfezione e imperfezione.

Comments on Facebook

Comments are closed.