SANREMO 2018: anche la quarta serata è andata (all’alba..). Ecco i Top & Flop

Ultimo Vincitore Sanremo 2018 giovani
SANREMO 2018 – E’ ULTIMO il vincitore tra le nuove proposte! con “Il ballo delle incertezze”
9 Febbraio 2018
LUCA BARBAROSSA a Sanremo 2018 con “Passame er Sale” – INTERVISTA
10 Febbraio 2018

SANREMO 2018: anche la quarta serata è andata (all’alba..). Ecco i Top & Flop

Sanremo 2018 Claudio Baglioni e Beppe Vessicchio

E anche la quarta serata del festival di Sanremo 2018 ce la siamo messa in saccoccia! Impressioni? Forse le cover ci piacevano di più, ma anche i duetti hanno il loro perché, specie e l’arrangiamento è davvero diverso da quello che abbiamo sentito in queste giornate.

E invece, tanti cantanti hanno scelto una versione molto simile da quelle di martedì, giovedì e venerdì, ed è un peccato, perché alcuni ospiti meritavano più spazio ed una caratterizzazione ben diversa dal già ascoltato. Non facciamo nomi, ma alcune esibizioni davvero erano le copie di quelle viste negli altri giorni di gara, ed in casi del genere si dovrebbe osare di più, come in una mistery box a Masterchef.

Per il resto la serata è filata liscia con meno siparietti e spazi per l’ospite ridotti all’osso. Gianna Nannini, Martina Corgnati per Milva (che ritira il premio alla carriera, fortemente sponsorizzato dai colleghi di All Music Italia) e Piero Pelù, che dà un po’ di frizzantezza alla serata. Però, che lentezza!

Vabbè, per non farci mancare nulla, ecco a voi i top five e i flop five della quarta serata del festival di Sanremo 2018!

 

Sanremo 2018 – i top 5 della quarta serata

 

Baglioni che dai, ma che je voi dì?

Tutti a dire bah, ma come se la caverò Baglioni a fare il presentatore a Sanremo? Ma ndo’ va? E invece oh, con una conduzione minimal che fa emergere la Hunziker (mmm, non ottimo) ed una certa frizzantezza di Favino (che tranne un paio di momenti di imbarazzo, ha funzionato) sto Sanremo Claudio se l’è portato a casa, e con ascolti a dir poco incredibili. Chapeaux

 

La musica come protagonista

Gli si può dire tutto a questa edizione del festival, ma veramente mai come questa edizione la musica è l’elemento portante di tutta la settimana. Nessun ospite internazionale che voglia solo ed esclusivamente promuovere il suo film, tanti omaggi alla musica italiana, tanto piacere per le orecchie. A un festival della canzone, ci sta pure

 

Quando il più forte alla fine vinceUltimo Vincitore Sanremo 2018 giovani

Che, intendiamoci, è un discorso che non farei se stessimo parlando di calcio. Ma in un festival musicale è davvero piacevole se vince il più bravo che ha la canzone migliore. E quindi la vittoria di Ultimo ci fa davvero ben sperare per il futuro

 

I duetti quando sono veri duetti

Alcune delle cose sentite stasera sono state veramente un piacere per le orecchie. Caccamo e Arisa si sposavano perfettamente, Ghemon con Diodato e Roy Paci veramente sorprendenti, i Neri per Caso commoventi. E Cristicchi è sempre una garanzia. Bravi tutti!

 

Il fatto che questo festival sta per finire

Il venerdì è sempre la giornata più pesante, tra interviste che saltano e stanchezza che si accumula (14 ore di sonno da lunedì, bella vita quella del giornalista a Sanremo). Ma siamo quasi a sabato (anzi, oramai a sabato passato), la tranquillità aumenta e l’alcool ci pervade. Buon finale di festival a tutti.

 

Sanremo 2018 – i flop 5 della quarta serata

 

L’ennesima interminabile serata di festivàl

Anno domini 2018, 10 febbraio, ore mezzanotte e 10. Mancano ancora 6 esibizioni dei big e 2 ospiti e varie gag. Vi prego, davvero, vorrei andare a dormire prima delle 5..

 

Sabrina Impacciatore, che a na certa s’accolla

La prima volta strappa il sorriso, la seconda lascia indifferente, la terza rompe i coglioni. Figuriamoci alla quarta.. Alzi la mano chi ride a queste gag? (autori esclusi)

 

I duetti che non sono duetti

Ci ripetiamo: la serata dei duetti è come la mistery box, rischi, tenti l’esperimento, vai di variazione e alla fine vinci il vantaggio all’invention test (aka finale di Sanremo). Molti hanno preso l’arrangiamento degli altri giorni e ci hanno messo un inciso cantato da un altro. Bah, si poteva fare di più..

 

La bacchetta spezzata di Vessicchio

Una specie di affronto, una cosa che se fossimo stati in una puntata di Gomorra sarebbe stata lavata col sangue. Bagliò, ok che gli ascolti stanno andando bene, ma anche meno..

 

La frizzantezza di Pino Donaggio all’una del mattino

Già l’ora è quella che è, ma addirittura dormire in platea è esagerato.. dai Pino, facce na battuta!

 

 

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.