I TOP & FLOP della prima serata del festival di Sanremo 2018

SANREMO 2018: il pagellone della prima serata del festival
6 Febbraio 2018
Ermal Meta Fabrizio Moro Plagio
SANREMO 2018: il ritornello rubato di Fabrizio Moro ed Ermal Meta in “Non mi avete fatto niente”: plagio?
7 Febbraio 2018

I TOP & FLOP della prima serata del festival di Sanremo 2018

Sanremo 2018 Morandi Paradiso

Una lunga, lunghissima, quasi estenuante prima serata del festival. Una di quelle serate che non sembrano finire mai, che senza quattro bicchieri di birra e un paio di canne difficilmente riesci a portare a casa senza addormentarti. Eppure siamo ancora qua, sopravvissuti a questo lunedì sanremese che ha dato via al festival di Sanremo 2018, e siamo pronti a raccontarvi dei 5 top e dei 5 flop della serata. E fidatevi, per trovare i top ci siamo sforzati non poco!

Sanremo 2018 – i Top 5

1) Peppe Vessicchio

C’è poco da fare, basta il suo faccione barbuto che lancia una canzone per farci tornare il sorriso e ricordarci che il mondo è un posto meraviglioso. Babbo Natale non esiste? Sticazzi, tanto c’è Vessicchio

2) Fiorello

Quando uno è di un altro livello si nota subito, e Fiorello e indiscutibilmente di un altro livello. Ma quanto ci manca in televisione? Dategli una prima serata, un programma, una rete tutta per lui. Ma davvero! Fiorello Sanremo 2018

3) Le scollature di Michelle e Annalisa

Il festival quest’anno inizia alla grande per gli onanisti di tutta Italia. Poi oh, le tette non saranno giganti, ma certi spacchi vertiginosi sono sempre un bel vedere per tutti noi maschietti stupidini e arrapati.

4) La nonna de Lo Stato Sociale

Sinceramente, la scimmia nuda di Francesco Gabbani scompare di fronte alla grandezza dell’anziana ballerina che ha impreziosito l’esibizione de Lo Stato Sociale. Io c’avrò 50 anni di meno e passi del genere non li riuscirei a fare neanche col miglior doping in circolazione. Gigantesca

5) Baglioni quando canta

Banale, è di un’altra categoria, ed è per questo forse che non è mai voluto andare a Sanremo come concorrente. La voce è ancora quella dei bei vecchi tempi, e le canzoni sono quelle con cui chiunque è cresciuto. Artista, ma solo quando canta.

 

Sanremo 2018 – i Flop 5

1) Baglioni quando presenta

No, non ci siamo. Le gag sono desolanti, a tratti imbarazzanti. Ce la mette veramente tutta, ma non è proprio cosa sua. Non può solo cantare tutto il tempo? Noi preferiremmo di gran lunga

Roby Facchinetti Riccardo Fogli Sanremo 2018

2) I rimasugli dei Pooh

Sembrava davvero una parodia fatta male, un camera cafè scamuffo. A certe note non ci arrivano più, c’è poco da fare, ma perché provarci? Red Canzian, da canto suo, ha fatto un esibizione di tutt’altro livello. Speriamo sia solo stata l’emozione della prima sera

3) Le gaffe della Stuzziker

Sbaglia le parole in italiano, sbaglia le parole in inglese, manda baci di qua, dichiarazioni d’amore di là.. dalla conduttrice in pectore ci si aspetta mooolto di più.

4) La lunghezza estenuante della prima puntata

All’una ancora non so la classifica e sto col pc aperto a scrivere articoli discutibili. Vi prego, abbasta!

5) La par condicio

Che non c’è un cazzo da fare, senza la polemica politica io mi annoio. Aridatece Crozza ed il suo contestatore dalla platea. Ne ho bisogno peggio della droga!

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.