#AspettandoSanremo. NINA ZILLI canta della violenza sulle donne con la sua “Senza Appartenere”

Rhò
RHÒ: esce il 2 febbraio l’album “Neon Desert”, un viaggio in un deserto notturno ed elettronico
1 Febbraio 2018
Tedua
TEDUA: esce oggi in radio e in digitale il nuovo singolo “Burnout”
2 Febbraio 2018

#AspettandoSanremo. NINA ZILLI canta della violenza sulle donne con la sua “Senza Appartenere”

Sanremo 2018

In gara in questo festival di Sanremo 2018 ci sarà anche Nina Zilli, che con la sua “Senza Appartenere” tratterà di un tema delicato, essendo il testo una presa di coscienza su carta per le troppe violenze subite dalle donne.

E’ la quarta partecipazione per Nina al festival più seguito d’Italia: l’esordio nel 2010 tra i giovani, con “L’uomo che amava le donne” che si classificò al terzo posto, poi il ritorno nel 2012 con “Per Sempre” (settima in classifica) e nel 2015 con “Sola” (nona alla fine della kermesse).

Il brano è una ballad delicata con un soul intimista che vede una sostanziale presenza del pianoforte, molto sanremese e con tante aspettative per il risultato finale.

Nel testo non si dimentica la consapevolezza della propria fragilità ma anche l’imbattibile forza delle donne che una volta liberate vivono la propria vita riuscendo anche a giocare con i lividi, ormai pienamente consapevoli del proprio essere.

Una canzone dedicata a tutte le femmine del mondo, a tutte coloro che sono riuscite a trasformare la propria paura in coraggio e a tutte coloro che ogni giorno stanno ancora combattendo. Una volta che si appartiene solo a se stesse, che si riesce a dominare la propria vita, il coraggio è riuscito a vincere sulla paura. Nina Zilli Sanremo 2018

Voglio cantare la bellezza dell’essenza femminile, fatta di grandi contrasti e di grande luce che viene da dentro, la luce della resilienza.” dichiara Nina Zilli “Quella luce che ci permetta di volare anche quando i segni lasciati sono visibili sul corpo e non solo segnano l’anima. QUESTA LUCE È Il MIRACOLO DELLE DONNE

Riuscirà a portare a casa un buon risultato di classifica in questo festival di Sanremo? I bookmakers non sono così possibilisti, con quote che variano intorno al 20. Ma si sa, a Sanremo mai dire mai.

Nina Zilli – Senza Appartenere | Testo

di A. Iammarino – G. Angi – N. Zilli – A. Iammarino – G. Angi
Ed. Warner Chappell Musica Italiana/Pandar Italia/Nina Zilli – Milano – Latina – Caorso (PC)

Donna siete tutti e tu non l’hai capito
Donna non di tutti non è mai cambiato
Calda come il sole di domenica d’estate
Però non è domenica e qui fa un freddo cane
Donna ha perso tempo a lucidare la sua rabbia
Del tempo che è cambiato e ancora non la cambia
Donna sa volare mentre il cielo cade
Ma io che cosa cercavo io
E cosa ho trovato
Schegge di felicità
Cerco una colpa per restare qui
A vivere i ricordi, io
Volevo salvarmi, io
E poi perdonarmi
Della vita che ho spaccato
Dell’amore che ho buttato via
Ma senza appartenere
Donna siete tutti e tu non l’hai capito
Donna che ha paura donna che ha trovato
Il vento sulla faccia il mare in una goccia
E sconfinati labirinti e un filo per uscire
Donna non si piace invece guarda quanto è bella
Donna che si cambia mille volte e resta quella
Donna sa volare mentre il cielo cade
Donna sa volare mentre il cielo cade
Ma io che cosa cercavo io
E cosa ho trovato
Io non sono come te
C’è troppa vita per restare qui
Ad aspettare cosa?
Io volevo salvarmi io
E poi perdonarmi
Delle volte che ho svelato quella parte debole di me
Ma senza appartenere
Quando la vita è più semplice non mi diverte ci gioco
Io non li chiamo più lividi sono colori e ci gioco
Io ci gioco, io ci gioco
Togliti la maschera
C’è troppa verità per stare qui
Senza appartenere
Donna siete tutti e tu non l’hai capito
E non è mai cambiato

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.