#AspettandoSanremo. Che non sia “Il Congiuntivo” di LORENZO BAGLIONI a spuntarla tra le Nuove Proposte di Sanremo 2018?

FABRIZIO MORO annuncia il suo nuovo disco “Parole, Rumori e Anni parte 1“
14 Gennaio 2018
Oroscopo Musicale
#4Oroscopo. Le stelle ci parlano a tempo di musica: ecco l’OROSCOPO MUSICALE. Settimana dal 15 al 21 gennaio
15 Gennaio 2018

#AspettandoSanremo. Che non sia “Il Congiuntivo” di LORENZO BAGLIONI a spuntarla tra le Nuove Proposte di Sanremo 2018?

Sanremo 2018

On the road verso Sanremo 2018 continua lo speciale di Fourzine sui talenti in gara. Torniamo al “girone” delle Nuove Proposte di questa 68^ edizione firmata da Claudio Baglioni, direttore artistico e presentatore della kermesse, e presentiamo oggi Lorenzo Baglioni, all’Ariston con il brano “Il Congiuntivo”. Ricordiamo che per i Giovani la competizione comincerà a partire dalla seconda serata – mercoledì 7 febbraio.

Iniziamo col sedare le possibili teorie su complottismi, favoritismi e sospette parentele che potrebbero far gridare allo scandalo: tra il famoso Claudio della canzone italiana e l’emergente Lorenzo – nonostante facciano entrambi Baglioni di cognome – non corre alcun legame familiare. Puro e semplice caso di omonimia.

Premesse a parte, “Baglioni junior” è già record a Sanremo 2018. Il brano con cui gareggia non sta passando inosservato, in un senso o in un altro: c’è chi ne apprezza l’idea, a chi fa simpatia, ad altri fa storcere il naso. Fatto sta che Lorenzo Baglioni, non solo è un ragazzo che non sbaglia neanche un congiuntivo, ma se ne vanta anche! Scegliendo di tentare “l’effetto wow” a Sanremo 2018 con la canzone da laurea ad honorem in Lettere “Il Congiuntivo”. E dire che lui, la laurea, se l’era presa invece in matematica.

Il pezzo è un manuale d’istruzioni in chiave pop sul “come maneggiare con cura” la grammatica e in particolare il modo verbale più bistrattato dagli italiani – specie nelle relazioni sentimentali. Una prova da guinness sull’uso del famigerato congiuntivo, il modo della possibilità e relatività. Chissà che la canzone non finisca come materiale di studio nelle ore di grammatica. Intanto il brano di Baglioni ha già attirato su di sé una buona dose di attenzione che non fa mai male. L’Accademia della Crusca lo ha persino citato sulla sua pagina Facebook.

Lorenzo Baglioni è decisamente tra le Nuove Proposte di quest’anno più ricche di sorprese. Basti pensare al suo curriculum vitae: più lungo della lista della spesa per il cenone di capodanno. È al contempo: cantautore, attore, autore di spettacoli teatrali, spot e contenuti video per il web, comico, conduttore radiofonico e ci fermiamo qui perché le voci sono ancora tante. Baglioni junior è un matematico con l’anima da creativo, un uomo di spettacolo a 360°. Uno di quelli che guarda in camera quando canta, uno a cui anche se tremano le gambe non lo lascia a vedere e che all’Ariston continuerà probabilmente a puntare sullo stupore e sullo stupire. Nelle selezioni a Villa Ormond si è fatto accompagnare da un simpatico coro e corpo di ballo di scolaretti quasi ottuagenari, le premesse lasciano intendere che Baglioni sarà perlomeno la nota di colore tra le Nuove Proposte di questo Sanremo.

Che non sia il suo encomiabile controllo della grammatica italiana a spuntarla all’Ariston? Per ora “è relativo”, in fin dei conti è un congiuntivo. Ma lasciamo a Lorenzo Baglioni presentarsi in prima persona, attraverso le risposte che ha dato alla nostra scheda “identificativa”! Sarà Sanremo

Nome all’anagrafe: Lorenzo Baglioni

Nome d’arte: Lorenzo Baglioni

Anni: 31

Precedenti partecipazioni a programmi televisivi: Colorado, Quelli che il calcio

Tentativo di entrare a Sanremo Giovani numero: Uno!

La canzone Sanremese preferita delle precedenti edizioni: La Terra dei Cachi, di Elio e Le Storie Tese. Geniale, illuminante, avanti coi tempi. Perfetta sotto ogni punto di vista. Musicalmente complessa ma subito orecchiabile ed efficace al primo ascolto, ironica, intelligente, e con un messaggio chiaro e interessante. 

La mia canzone può vincere perché: Non riesco a scrivere perché sto toccando ferro.

Cosa mi terrorizza di più pensando alle serate all’Ariston: Trovare parcheggio, perché ci sarà moltissima confusione in zona del teatro.

Cosa mi carica più di entusiasmo: Che in realtà non sarò in macchina, e arriverò a piedi al teatro.

Il mio rito scaramantico: Vengo dal mondo del teatro, quindi una triplice invocazione di merd*a ha sempre il suo gran fascino.

Se vinco Sanremo… : Corro la maratona di Firenze. L’ho promesso all’organizzatore. E considerando che se corro 5 minuti adesso vado in apnea, non so quanto mi convenga vincere Sanremo…!

Comments on Facebook

Comments are closed.