X FACTOR 11: la sorpresa dell’edizione è LORENZO LICITRA. Vittoria inaspettata tra le lacrime della Maionchi

Calcutta
CALCUTTA ritorna a sorpresa con il nuovo singolo “Orgasmo” – VIDEO
15 Dicembre 2017
Canzoni più rilassanti
MUSICA & RELAX: ecco le 10 canzoni ideali per rilassarsi!
15 Dicembre 2017

X FACTOR 11: la sorpresa dell’edizione è LORENZO LICITRA. Vittoria inaspettata tra le lacrime della Maionchi

E colpo di scena fu. A X Factor 11 trionfa a sorpresa il “pop tenore” Lorenzo Licitra sbaragliando ogni pronostico che da settimane dava come vincitori acclamati dell’edizione i Maneskin – o tutt’al più il cantautore Enrico Nigiotti. È il giovane siculo ad aggiudicarsi il contratto con la Sony e a regalare ad un altrettanto incredula Mara Maionchi la prima medaglia d’oro nelle vesti di giudice del talent.

Pochi minuti dopo la proclamazione sul web è già caos. L’incoronazione di Licitra divide, sollevando le prime teorie “complottistiche” che parlano di una vittoria pilotata. Delusi i sostenitori dei Maneskin, meno gli stessi membri della band. Sui volti di Damiano, Victoria, Ethan e “er cobra” Thomas ieri sera, giovedì 14 dicembre, non c’è stato shock o amarezza. Anzi. Grandi abbracci e pacche sulle spalle per il compagno/rivale Licitra, più sorpreso di loro dalla notizia della vittoria.

Ma cos’è successo durante la finalissima di X Factor, come mai non hanno vinto i Maneskin e cosa ha permesso al “pop tenore” di portarsi a casa il contratto discografico con la major? La causa è dovuta a oscure strategie e dinamiche televisive? O a una famiglia di parenti e amici più numerosa che gli ha garantito un numero maggiore di voti? A qualche strano intervento divino o sovrannaturale? Indaghiamo “sul mistero” con #4Factor, l’ultimo episodio della nostra cronaca punto per punto del talent di Sky.

È vigilia anche per la finale di X Factor

La finalissima inizia con un giorno di anticipo. È alla vigilia dell’ultimo live che finalmente vengono pubblicati gli attesi videoclip degli inediti. E sin qui nessuna sorpresa. Il video di “Chosen” dei Maneskin è quello che colleziona più visualizzazioni di tutti. Mettendo a confronto i dati raccolti un’ora prima della finale con quelli del mattino dopo, i numeri continuano a parlare chiaro: le visualizzazioni raddoppiano per tutti (fuorché Nigiotti) ma i Maneskin restano decisamente in vetta. Il video è una bomba e il singolo è già disco d’oro.

L’opening e la magia del Forum di Assago

“Per un grande muro ci vuole un grande pennello” e per una grande finale ci vuole una grande cornice. L’ultimissimo scontro di XF11 si è giocato nel maestoso Forum di Assago. Alle 21:15 riflettori puntati sull’ultimo live ed è subito magia. Il Forum di Assago esplode in un tripudio di luci su “Let me entertain you” di Robbie Williams cantata da Cattelan con il supporto delle “bonanime” dei Soul System, i primi ospiti della serata vincitori della scorsa edizione del talent.

Le 3 manche eliminatorie della finale

Tre step eliminatori per l’ultima puntata di XF11. La prima manche è contesa a suon di duetti. La versione italiana del talent inglese da il benvenuto a James Arthur, il primo ospite internazionale della serata, vincitore di X Factor UK nel 2012. È lui a duettare con i 4 semifinalisti sui brani che hanno decretato la fortuna dell’interprete a livello mondiale.

Quattro tandem da ascoltare tutti di fila con Arthur che a grandi falcate si sposta da una parte all’altra del colossale palco per cantare con Storm, Licitra, Maneskin e Nigiotti. Primo televoto, prima eliminazione. Per Samuel Storm l’avventura finisce in questa fase. Per lui nessun podio ma un quarto posto conquistato con onore.

Si passa subito al secondo step eliminatorio. I tre concorrenti superstiti si misurano con il loro “best of”. Per ognuno un medley di 3 brani già proposti durante il corso del talent. Ed è qui che i giochi cambiano, è la seconda manche a fare la differenza. Damiano dei Maneskin in una sfida all’ultimo fiato infiamma insieme alla sua band il palco del Forum, Nigiotti da ulteriore prova delle sue doti interpretative ma è Licitra a mettere a segno il colpaccio. La famosa chiave di volta che spiega il successo finale del “pop tenore” la troviamo a metà gara. Il cantante siculo “azzecca” il medley e quando ripropone “Who wants to live forever” dei Queen non ce n’è più per nessuno. È lui il più dotato vocalmente dell’edizione.

Un’esecuzione perfetta su un brano kamikaze che Licitra canta con una disinvoltura che ha dello straordinario. All’arrivo della famigerata busta il bronzo va a Enrico Nigiotti, “la pecorella smarrita” presa a cuore da Mara Maionchi. Il cantautore che grazie alla discografica ha avuto una seconda chance di riscatto, arrivando sino alla finale con il suo singolo “L’amore è” che insieme al brano dei Maneskin è tra i più quotati in radio.

Eliminato Nigiotti, neanche la Mara nazionale s’aspettava il ribaltamento delle sorti a cui abbiamo assistito nell’ultima manche riservata all’esecuzione degli inediti. Sul palco due mondi a confronto: da un lato il belcanto all’italiana di Lorenzo Licitra, dall’altra l’Alternativa: la personalità dei Maneskin.X Factor 11

Ma Licitra mette il piede sull’acceleratore e quello che è successo è già storia – anche su Wikipedia.

Le altre “special guest” della finale

Tra gli ospiti della serata due Artisti con la “a” maiuscola, Ed Sheeran e Tiziano Ferro. L’amato interprete italiano – che col tempo migliora come il vino – torna a X Factor salutando con sorrisi smaglianti quelle che definisce il “suo passato e il suo presente”: la Maionchi e Levante. La discografica che ha permesso al suo talento di emergere e la brillante cantautrice con cui ha duettato nell’ultimo album.

Come cantavano gli Afterhours “non c’è torto o ragione, è il naturale processo di eliminazione” – Torniamo alla gara e alla manche finale. Maionchi vs Agnelli, Licitra vs Maneskin. Due inediti da cantare per vincere la competizione. Licitra spinge oltre ogni limite la sua estensione vocale interpretando il suo “In the name of love” in una versione da scrosci di applausi, e non tanto per il pezzo quanto per il talento canoro di chi gli da voce. I Maneskin dal canto loro spaccano, come sempre. Ma questa volta non basta. Mentre la Maionchi assiste allo scarto della busta con il mento appoggiato sulla mano e l’espressione da “vabeh, ca*** vincono i Maneskin” Cattelan annuncia il trionfo di Licitra. Non ci crede nessuno, stenta a farlo anche il “pop tenore”. La Maionchi esplode tra urla di esultazione e lacrime sorprese, per lei gioia infinita. È lei il giudice vincente dell’edizione. La leggendaria discografica che non ha perso il suo fiuto, ha fatto bene le sue scelte e torna a casa con il primo posto.

Dicevamo delle tante polemiche per il trionfo inatteso di Licitra. Anche noi, lo ammettiamo, ieri sera avevamo la mano sul “coattizer” sperando in una vittoria dei Maneskin che non è arrivata. Erano i “prescelti” ma la loro personalità è caduta nello scacco matto del belcanto di Licitra. L’onestà prima di tutto però: il cantante siculo il primo posto se l’è guadagnato sul campo, c’è poco da dire. E questo nulla toglie al valore dei Maneskin, l’autentica rivelazione del talent di Sky. Non sarà una medaglia d’oro mancata a cambiare il dato di fatto che sono loro i vincitori morali dell’edizione, superiori a tutti secondi a nessuno come completezza. Licitra, però, ha un talento inequivocabile che ci fa quasi sorvolare sull’inedito, un brano che è una collezione di cliché: “forever young, in the nome of love, love is all we need”, più classico di così c’è ben poco. Ma onore al vincitore, Licitra è un mostro di bravura, e ovazione per le medaglie d’argento Maneskin.

Calato il sipario su XF11, sono già iniziati i casting per la prossima edizione. #4Factor vi da l’arrivederci alla nuova annata.

Comments on Facebook

Comments are closed.