CESARE CREMONINI e la sua poetica dei “Possibili Scenari” – RECENSIONE

THEGIORNALISTI saranno protagonisti del RADIO ITALIA LIVE, domani alle 21.00 su RADIO ITALIA TV
28 Novembre 2017
“Have my music performed” – Fate risuonare le mie musiche
28 Novembre 2017

CESARE CREMONINI e la sua poetica dei “Possibili Scenari” – RECENSIONE

Cesare Cremonini

Cesare Cremonini pubblica “Possibili scenari”, nuovo album di inediti uscito il 24 novembre. Dieci tracce frutto di due anni di intenso lavoro nei quali il cantautore bolognese ha messo tutto se stesso, “come uomo e come musicista per creare un disco nato per essere influente”.

Vicino al giro di boa dei 20 anni di carriera, Cremonini confeziona un album molto “personale” in cui si ritrova l’autore appassionato, attento e vivace apprezzato dal pubblico. Un ragazzo innamorato dell’amore e della vita, che osserva la realtà che lo circonda e assiste allo scorrere della vita senza rimpianti. In “Kashmir Kashmir” nota il mondo che cambia e si apre all’integrazione o si accorge tristemente di quanto la gente può sentirsi sola al mondo “Tutti col numero 10 sulla schiena e poi sbagliamo i rigori”, amara riflessione calcistica in “Nessuno vuol essere Robin”. Cesare Cremonini

E poi Lei, una lei a cui parlare in prima persona voce e pianoforte, come in “Poetica” – singolo di lancio dell’album – o con vivace rimpianto nella brillante “Al tuo matrimonio” (“Verrò al tuo matrimonio con la camicia sbagliata e gli occhi da demonio”). Il resto del disco scorre tra le sonorità allegre di “La isla” e “Un uomo nuovo” o le più introspettive “Possibili scenari” e “Il cielo era sereno”. La ricerca musicale e la maturità artistica di Cremonini fanno entrare l’elettronica e le atmosfere oniriche nel suo racconto musicale utilizzando anche i cori per rendere al meglio il senso.

Possibili scenari è prodotto da Walter Mameli per Trecuori e Universal Music, registrato negli Studi Mille Galassie di Bologna. I missaggi sono stati realizzati ai Metropolis Studios di Londra e agli MHB Studios di New York. Cremonini ha collaborato con Davide Petrella in veste di co-autore (fatta eccezione per “Nessuno vuole essere Robin”). Per quanto riguarda gli arrangiamenti Cesare è stato ancora una volta affiancato da Alessandro Magnagnini, suonando pianoforte, tastiere, chitarre elettriche ed acustiche. Sempre presente il fido Nicola “Ballo” Balestri al basso.

Cesare Cremonini – tour “Stadi 2018”

15/06 LIGNANO – stadio G. Teghil
20/06 MILANO – Stadio San Siro
23/06 ROMA – Stadio Olimpico
26/06 BOLOGNA – Stadio Dall’Ara

Comments on Facebook

Comments are closed.