“Jack on Tour”: GIO’ SADA e JOE BASTIANICH sbarcano a New York

firenze rocks
FIRENZE ROCKS, annunciato il primo headliner: saranno i GUNS’N ROSES il 15 giugno 2018!
10 Novembre 2017
#4Factor: la cronaca del terzo live di X FACTOR 11. Mara Maionchi al quarto round con la squadra al completo
10 Novembre 2017

“Jack on Tour”: GIO’ SADA e JOE BASTIANICH sbarcano a New York

Giò Sada

Joe Bastianich e Giò Sada riprendono il Jack On Tour negli USA facendo tappa a New York. Un rockumentary di 4 puntate in onda ogni mercoledì dal 15 novembre alle 20:45 su Sky Arte HD che riporta on the road dopo aver percorso la Music Highway del Tennessee lo scorso anno, arrivando fino alla storica Distilleria di Lynchburg (la prima registrata negli USA).

Un viaggio emozionante e ricco di spunti creativi per i due artisti. Giò Sada commenta entusiasta il clima respirato dall’altra parte dell’oceano: “Era come un viaggio tra amici. Succedevano cose diverse ogni giorno, incontravamo persone fantastiche: da Bill Murray che ci guardava dentro il van al semaforo al ragazzino
dentro un bar che con una chitarra ti portava su un altro pianeta. Ho visto con i miei occhi il vero spirito americano, la loro determinazione, il fatto che devono riuscire sempre in quello che fanno perché fallire non è contemplato. Non tutto quello che succede in America può essere un esempio, la vendita delle armi per dirne una, ma questa voglia di fare e questo spirito sono forse la cosa più importante che porto con me di questo viaggio”.

Un viaggio che From Lynchburg to New York ha portato il duo nella città di Joe Bastianich, guida competente dei luoghi che ha conosciuto fin da piccolo e in cui ha sviluppato il suo amore per la musica, partendo dal Queens, dove Joe ha passato la sua infanzia. “Viaggiare è essenziale per chi fa musica – dice – se stai fermo non impari niente e non hai niente da dire”.

Imparare anche dalle persone che mentre viaggi incontri sulla tua strada, come Roy Bittan, il tastierista della E Street Band di Bruce Springsteen, Opal Le e John Pizzarelli, chitarrista e grande protagonista del cartellone dello storico locale jazz Blue Note.

Infine, la storia di Anastasia Cole Plakias che segue la costruzione e lo sviluppo di piccole fattorie sui tetti dei palazzi che si affacciano su uno skyline mozzafiato. Giò Sada è d’accordo con il suo socio ed è già pronto a ripartire, lasciandosi alle spalle l’esperienza di X-
Factor, talent show che ha vinto l’anno scorso. “Quello era un gioco, io ci sono andato per gioco. Questa è vita vera, non devi rendere conto a nessuno, fai musica ogni giorno e senti gli altri fare musica. Una cosa che ti arricchisce continuamente. A me non piace la competizione nella musica e in questo viaggio non l’ho trovata. Ho solo trovato qualcuno con cui suonare, da cui imparare, sempre libero di sperimentare e arricchirmi”.

Comments on Facebook

Comments are closed.