I DAIANA LOU e la loro “STREETHERAPY”: quando la strada è l’unica terapia – INTERVISTA

Riki
RIKI, annunciata una nuova data a Bologna il 18 aprile all’Estragon. Continua intanto l’instore tour con nuove date
6 Novembre 2017
Sam Smith
Con “Thrill of it all” SAM SMITH canta il brivido dell’amore. – RECENSIONE
7 Novembre 2017

I DAIANA LOU e la loro “STREETHERAPY”: quando la strada è l’unica terapia – INTERVISTA

Daiana Lou

E’ uscito la scorsa settimana il primo progetto discografico dei DAIANA LOU dopo l’esperienza di X Factor STREETHERAPY, prodotto da Daniele Sinigallia e di Massimo Calabrese su etichetta Produttori Italiani Associati e distribuito da Believe Digital.

Il duo electro-trip-rock in questo album mantiene la formazione primordiale: Luca suona la chitarra e contemporaneamente kick e hi-hat, creando armonie acid blues, tappeti riverberati, ed esplosive pulsazioni ritmiche. Le mille sfumature della voce  di Daiana spaziano con magia e dinamicità dal sussurro, al trip hop, al rap  fino ad esplodere nell’energia caratteristica del reggae. Il sound del duo e dell’album rappresentano l’anello di congiunzione tra la street music e l’elettronica dei club berlinesi, le due realtà dove la band ha trovato la propria dimensione artistica e umana.
Daiana Lou

Sempre dalla scorsa settimana è in rotazione radiofonica THOUSAND SCARS il secondo singolo estratto dall’album, parte della colonna sonora del film TERAPIA DI COPPIA PER AMANTI con Ambra AngioliniPietro Sermonti Sergio Rubini. I Daiana Lou inoltre interpreteranno la band del protagonista Modesto Fracasso.

Questa la tracklist del disco:

  1. INTRO
  2. ADDICTED
  3. HUMAN TOY
  4. TWISTED GAME
  5. GRANDMA’S NECK
  6. DON’T LOOK BACK
  7. SAY SOMETHING
  8. I WOULD LIKE
  9. BACKFIRE
  10. THOUSAND SCARS

Abbiamo incontrato Daiana e Luca a Roma qualche giorno fa, e ci hanno raccontato di loro, di come è nato il disco e del valore della strada come via maestra del loro progetto musicale. Di seguito l’intervista, buona visione!

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.