MARIO RISO festeggia 50 anni con “Passaporto”, il suo primo album solista

Gigi D'Alessio
GIGI D’ALESSIO, è uscito il singolo “EMOZIONE SENZA FINE”. Il 23 ottobre all’Auditorium parco della Musica di Roma al via la tournée “Gigi D’Alessio Live tour 2017”
13 Ottobre 2017
Francesco Guccini
FRANCESCO GUCCINI: in uscita il 3 novembre “L’OSTARIA DELLE DAME”, raccolta di concerti inediti
13 Ottobre 2017

MARIO RISO festeggia 50 anni con “Passaporto”, il suo primo album solista

Mario Riso

Per Mario Riso, affermato batterista della scena rock milanese, mercoledì 11 ottobre rimarrà una data da ricordare a lungo. Infatti, alla celebrazione del suo 50esimo compleanno ha fatto coincidere l’uscita del suo primo disco solista, “Passaporto.

Reduce dal compleanno – release party della sera prima, lo incontriamo giovedì 12 nella stessa location dell’evento, il Legend Club di Milano. La serata è stata un successo, sia per la musica sia per gli ospiti che hanno preso parte alla festa, da Gianluca Grignani a Javier Zanetti, uniti con Mario da un’amicizia profonda.

L’album “Passaportovuole essere un documento d’identità, una raccolta delle pietre miliari erette nel corso di questi primi 34 anni di carriera. In più, per lui che è un batterista, quindi solitamente relegato in fondo al palco, esso rappresenta l’occasione per esporsi e far sentire la propria voce.Mario Riso

Mario Riso racconta così la sua vita musicale, attraverso una storia di periodi invece che di luoghi, e lo fa in ben 18 tracce, tutte rigorosamente composte da Mario, dagli stili più disparati (rock, pop, ma anche latin, avendo Mario origini argentine). Un viaggio, lungo quanto una vita, e come tale è necessario il passaporto.

L’album è disponibile in digitale e su cd, ma verrà pubblicata anche una versione in vinile. A breve verranno organizzate e rese pubbliche tutte le date in cui “Passaporto” verrà presentato dal vivo. Racconta Mario: «18 stili diversi, la sfida personale sarà risultare in ogni genere un “madrelingua”. Mi divertirò tantissimo a portarlo in giro».

Dopo l’esperienza con i Movida, nel 2006 Mario fonda il collettivo Rezophonic, progetto musicale e sociale in cui oltre a suonare la batteria mette in luce anche le sue doti di compositore, arrangiatore e produttore. Nello stesso anno i Rezophonic pubblicano il primo disco omonimo, con l’intento di raccogliere fondi da donare ad AMREF per la realizzazione pozzi d’acqua potabile in Kenya. Ad oggi il collettivo sta lavorando al quarto album.

Mario Riso negli anni ha ricoperto tanti altri ruoli professionali diversi dal batterista ma inerenti alla musica (e collaterali ad essa), cimentandosi come discografico, manager, produttore artistico. Spinto dalla curiosità e dalla passione, ha avuto un ruolo attivo anche nella televisione come fondatore dei canali Rock Tv (Sky 718) e Hip Hop Tv (Sky 720).

Oltre ad avere uno sguardo globale, Mario è sensibile anche alle carenze e al potenziale inespresso del suo territorio. Una grave mancanza, riscontrabile sia a Milano, sia soprattutto in ogni altra città d’Italia, è la mancanza di strutture appositamente progettate per gli spettacoli dal vivo. L’ uso di stadi e vecchi palazzetti per ospitare concerti accontenta a metà, perchè l’acustica non è ottimale, ma va anche peggio in buona parte del Centro, del Sud e delle isole, territori a cui rimane preclusa la possibilità di ospitare grandi eventi (vedi la recente polemica del tour di Jovanotti).

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.