#Sanremo2018, ecco tutte le novità di CLAUDIO BAGLIONI: stop alle eliminazioni ed alle cover

Nina Zilli
NINA ZILLI: annunciate nuove date del “Modern Art Tour”, al via il 14 ottobre da Cesena. E in radio c’è “Domani Arriverà”
12 ottobre 2017
Niccolò Fabi
NICCOLÒ FABI torna con “DIVENTI INVENTI 1997 – 2017”, in uscita domani con l’inizio dell’instore tour
12 ottobre 2017

#Sanremo2018, ecco tutte le novità di CLAUDIO BAGLIONI: stop alle eliminazioni ed alle cover

#Sanremo2018

Mancano ancora quattro mesi, ma il centro mediatico della musica italiana è già Sanremo. Ieri infatti, in un’intervista esclusiva al Tg1 (visibile qui) il conduttore in pectore Claudio Baglioni ha spiegato le principali novità di #Sanremo2018, che si svolgerà dal 6 al 10 febbraio nella classica location del Teatro Ariston.

Tre le modifiche più importanti spiegate a Vincenzo Mollica dal Claudione nazionale: in primo luogo la cancellazione delle eliminazioni, giudicate da Baglioni “una pratica violenta“. Tutti gli artisti in gara suoneranno tutte e cinque le sere, e sempre la stessa canzone: stop anche alla serata delle cover infatti, sostituita dai duetti con gli ospiti.

Una decisione, specie quest’ultima, che ha lasciato interdetti pubblico ed addetti ai lavori. Senza la serata delle cover non avremmo sentito ottime interpretazioni come “Amara Terra Mia” cantata da Ermal Meta, l’emozionante “Ciao Amore Ciao” nella versione di Marco Mengoni o “La Sera dei Miracoli” degli Stadio, solo rimanendo nell’ambito degli ultimi anni.

L’ultima modifica annunciata riguarda la durata delle canzoni: il limite è stato aumentato a 4 minuti dai precedenti 3 minuti e 15 secondi, cosa da tenere conto specialmente in ambito Eurofestival (dove il limite è 3 minuti, e ce lo ricordiamo bene col raffazzonato editing di Occidentali’s Karma lo scorso anno).

Queste le novità ufficiali del festivàl targato Baglioni, che aggiunge anche dettagli su come gestirà il suo ruolo: un conducente più che un conduttore: “Conduttore no, conducente sì. Perché il Festival lo condurrò fino a quel punto, poi dipenderà un po’ dalla squadra. Il mio lavoro è già tantissimo, perché significa fare e decidere molti degli aspetti del Festival. Praticamente tutti, dalla scenografia, alla linea editoriale, ai contenuti, al significato generale di questo Festival, che vedrà la musica al centro, visto che hanno voluto dopo ben tre miei “no” un musicista e cantautore alla guida” le sue parole.

E se queste sono le dichiarazioni, non possono che mancare le prime voci. Si parla di una rosa di nomi per i big già formata al 50% (con 20 artisti in gara) e di un trio di donne a fianco del cantautore romano: Miriam Leone, Ilaria D’Amico e Sabrina Ferilli. Sarà vero o no? Dovremo probabilmente aspettare la conferenza stampa di Gennaio per averne la conferma.

Intanto però ci godiamo le polemiche che, come ogni Festival che si rispetti, non sono tardate ad arrivare. Perché in fondo, Sanremo è sempre Sanremo.

Comments on Facebook
Adalberto Piccolo
Adalberto Piccolo
Responsabile editoriale, responsabile della comunicazione, responsabile social media. Ma comunque poco responsabile. "Il Mondo non è perfetto: in un mondo perfetto Mark Chapman avrebbe sparato a Yoko Ono".

Comments are closed.