ANASTACIA e il nuovo disco Evolution: “Sono tornata, ancora più forte” – CONFERENZA

ROBY FACCHINETTI e RICCARDO FOGLI: il 3 novembre esce il nuovo album d’inediti “INSIEME”, anticipato dal singolo “STRADE”, in radio da venerdì 13 ottobre
10 ottobre 2017
Antonella Ruggiero
ANTONELLA RUGGIERO, uscirà il 1 dicembre il nuovo album “QUANDO FACEVO LA CANTANTE”
10 ottobre 2017

ANASTACIA e il nuovo disco Evolution: “Sono tornata, ancora più forte” – CONFERENZA

Anastacia

Anastacia in questi giorni è tornata in Italia per prendere parte alla cena di gala svoltasi sabato alla Villa Reale di Monza. La serata, organizzata dall’Associazione “QuiDonnaSiCura”, aspirava a raccogliere fondi per la prevenzione del cancro, un tema molto caro alla cantante americana in quanto lei stessa ha lungamente combattuto contro due gravi tumori al seno. Ora che la battaglia è stata vinta, Anastacia è tornata con un nuovo album in studio dal titolo eloquente, “Evolution, il settimo della sua carriera. L’album, che segna anche il passaggio all’etichetta Universal, è un urlo a pieni polmoni di autodeterminazione; un passo avanti (già avviato dal precedente “Resurrection”) per affermare la propria presenza, per confermare di essere tornati e di essere attivi, con qualche acciacco ma più forti di prima.

Nonstante la salute incerta, Anastacia negli anni non si è mai concessa pause dal lavoro, continuando ad alternarsi tra la pubblicazione di nuovi album e la loro promozione in lunghe tourneé internazionali. “Il cancro è terribile, così ho deformato la parola e ho preso solo le prime lettere, can, potere, poter fare”: un messaggio basato su positività e dinamismo, gli stessi capisaldi del nuovo capitolo della vita artistica e umana di Anastacia.

Un album molto personale, “Evolution”, che si avvicina idealmente allo stile delle origini. Attraverso le 13 tracce contenute, la proposta è molto varia ed eterogenea: non fermatevi assolutamente all’ascolto del singolo “Caught in the Middle”, molto commerciale, e neanche alla prima metà dell’album: potrete trovare la ballad (“Why”), il funk (“Nobody loves me better”), l’EDM (“Pain”, forse la traccia più interessante).

Nonostante la difficoltà nel riuscire a replicare la qualità e il successo economico dai primi tre album, Anastacia non ha vissuto la creazione di “Evolution” con l’ansia da prestazione, ma ha preferito aspettare la fine del tour senza l’incombenza delle deadline. L’unica regola che sì è data è che sarebbe dovuta essere lei stessa la prima ad essere pienamente convinta delle canzoni del nuovo album: “bando ai riempitivi, le canzoni devono avere un significato”.

La cantante di Chicago ha sempre molto più successo in Europa che nella sua nazione, della quale non apprezza la permissività verso omofobia e possesso libero di armi. Del nostro Paese, il ricordo che conserva con maggior piacere è il duetto con Luciano Pavarotti nel 2001 a Modena: “ne ricordo ogni istante”. Ha poi duettato con Eros Ramazzotti per “I Belong To You” e quest’anno anche con Umberto Tozzi per la rivisitazione del classico “Ti Amo“.

Purtroppo Anastacia non sarà presente al concerto-evento di Umberto Tozzi “40 anni che Ti Amo”, che avrà luogo questo sabato a Verona, ma in compenso tornerà dal vivo qui da noi in primavera per il suo prossimo tour europeo. Quattro le date italiane, ancora da confermare ufficialmente: il 6 maggio a Brescia, il 7 a Roma, il 9 maggio a Bologna e il 10 a Milano.

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.