Modern Art, il nuovo album “urbano/tropicale” di NINA ZILLI – RECENSIONE

Lo Stato Sociale
Finisce il tour de LO STATO SOCIALE! Domenica al Carroponte di Milano ultima tappa di una tourneé da record
8 Settembre 2017
Noemi
L’Autunno difficilissimo di NOEMI: e no, non è colpa del freddo – RECENSIONE
11 Settembre 2017

Modern Art, il nuovo album “urbano/tropicale” di NINA ZILLI – RECENSIONE

Nina Zilli

Venerdì 1 settembre è uscito il nuovo lavoro in studio di Nina Zilli, intitolato Modern Art. La cantante piacentina, reduce da tre edizioni di fila di Italia’s Got Talent, dismette (momentaneamente) i panni di personaggio televisivo per tornare a dedicarsi full-time alla musica. Il nuovo album, che contiene 11 tracce, arriva a due anni di distanza dal precedente Frasi & Fumo ed è stato anticipato dal singolo “Mi Hai Fatto Fare Tardi”, nato dalla collaborazione di Nina con Calcutta, Dario Faini e Tommaso Paradiso e passato dalle radio in heavy rotation per tutta l’estate.

 

Come traspare dal titolo, l’intento di questo ultimo progetto discografico è che sia prima di tutto “moderno”. La ricerca della Zilli si è quindi mossa in direzione delle ultime tendenze, ma senza perdere di vista la propria estetica, il gusto personale come criterio guida.Nina Zilli

Ecco quindi che l’album assume una sonorità oggettivamente moderna ed evoluta nella scena pop nostrana, che Nina definisce “urbana/tropicale”, cioè un connubio di esotico ed elettronico. Non a caso, le canzoni sono state scritte a cavallo tra Milano e la Giamaica (indovinate un po’ da dove arrivano gli stimoli urbani e da dove quelli tropicali).

I vari influssi si sentono distintamente: c’è tanta energia e positività nei testi, così come ci sono influenze dancehall nella musica, che ben si amalgamano con la voce potente di Nina (un plauso va anche al produttore artistico, Michele Canova Iorfida). Se vi siete mai chiesti come sarebbe un ipotetico featuring tra Mina e Major Lazer, Modern Art potrebbe essere una risposta verosimile.

Per la cantante, questo disco rappresenta un nuovo passo nella propria evoluzione artistica: mai uguale a sé stessa, sorprende nella ricerca musicale con progetti di qualità.

Parlando di tematiche, questo nuovo album è permeato d’amore, ma non quello privato e individuale: in Modern Art, l’amore è condivisione universale, contro ogni sentimento di paura.

Nel booklet dell’album fisico, tutti i testi delle canzoni sono tratti da un taccuino manoscritto e illustrato da Nina, una vera “chicca” che l’artista ha voluto dedicare al suo pubblico.

Lunedì 11 Nina partirà in un breve instore tour di presentazione del disco. Ecco le date:

Lunedì 11: Torino, Mondadori, via Monte di Pietà 2, h18.30

Martedì 12: Milano, Mondadori, via Marghera 28, h18.30

Mercoledì 13: Bari, Feltrinelli, via Melo 119, h18.00

Giovedì 14: Roma, Discoteca Laziale, h17.00

Venerdì 15: Napoli, Feltrinelli, Via S. Caterina a Chiaia 23, h18.00

 

Comments on Facebook
Leonardo Parisi
Leonardo Parisi
Nato a Sesto San Giovanni, acido come più non si può. Appassionato di cinema e sushi (ma non mischiati insieme), suono il basso elettrico e cado spesso vittima della "regola dell'amico" di Pezzali.

Comments are closed.