DANIELE SILVESTRI a Lecce, emoziona e sorprende con il suo Over Tour 2017.

VILLA ADA 2017: Guzzanti, Brusco e Piotta, Von Oswald e Atkins, The Scoop Jazz Band+Tony Humphries. Il programma da oggi all’11 agosto.
7 Agosto 2017
Gianni Morandi
GIANNI MORANDI: uscirà a novembre il nuovo album “D’amore d’autore”
28 Agosto 2017

DANIELE SILVESTRI a Lecce, emoziona e sorprende con il suo Over Tour 2017.

Daniele Silvestri

foto di Umbi Meschini

Daniele Silvestri hai voglia di vederlo. E rivederlo, sempre. La sua musica è coinvolgete ed i testi delle sue canzoni sono diretti, ti arrivano dentro e, insomma, vorresti averli scritti tu.

La performance leccese, nella splendida cornice dell’anfiteatro romano, è stata l’ennesima conferma della sua incredibile capacità di emozionare e coinvolgere il pubblico che, sulle note finali di “Testardo” e “Cohiba”, non è più riuscito a stare seduto e si è avvicinato al palco per ballare e cantare, quasi a volere scongiurare la fine del concerto. Anche questa volta, dunque, Silvestri non ha deluso e per quasi due ore e mezzo ha, come piace dire a lui, “raccontato” le sue canzoni, accompagnato da una band completamente coinvolta nel progetto musicale ed ha accontentato il suo pubblico suonando pezzi storici e melodici (Salirò, Cohiba, Testardo, Pino, Le cose in comune) e brani più recenti e con grande carica emotiva (Acqua stagnante, Le Navi, Ma che discorsi, Acrobati) rendendo anche omaggio alla tenacia ed al coraggio di Salvatore Borsellino con l’ Appello mentre il pubblico sventolava simboliche agende rosse. Per due sere la ” casa” di Daniele Silvestri è stata il Salento e anche lì ha “lasciato mille pezzi” del suo cuore.

L’over tour è terminato ieri a Palermo, ma stasera nella cornice di Mozia in provincia di Trapani Daniele Silvestri terrà un concerto acustico e gran parte del ricavato sarà destinato a finanziare alcune opere necessarie per l’isola.

“Saremo pochi, suoneremo “piano”, con delicatezza, pronti a berci tutta la magia e la verginità di un posto così – scrive Silvestri su Facebook – A volte succedono così, le cose. Qualcuno la chiama serendipità, ma va bene anche culo”.

a cura di Antonio Sgarrella

 

Comments on Facebook

Comments are closed.