Il 21 Luglio esce “RESOLUTE”: cosa aspettarsi dal nuovo disco della promessa del folk australiano STU LARSEN

WHY NOT FESTIVAL, aperte le iscrizioni per band e dj. Nella line up ufficializzati ZEN CIRCUS e FAST ANIMALS AND SLOW KIDS
18 Luglio 2017
Meraviglioso Modugno
Anche MAX GAZZÈ a “Meraviglioso Modugno”, il 9 agosto a Polignano a Mare. Sul palco ARISA, EX-OTAGO, FABRIZIO MORO, FEDERICA CARTA, SYRIA e tanti altri
19 Luglio 2017

Il 21 Luglio esce “RESOLUTE”: cosa aspettarsi dal nuovo disco della promessa del folk australiano STU LARSEN

Stu Larsen

Dopo il successo di Vagabond che lo ha consacrato come artista rivelazione del folk australiano, Stu Larsen è pronto a dare in pasto al suo pubblico un nuovo album da divorare a piccoli morsi: Resolute, in uscita il 21 Luglio per Nettwerk Records/Warner Music.

Le aspettative sono alle stelle nei confronti dell’ultima fatica discografica del cantautore pupillo di Passenger. Se riuscirà ad esserne all’altezza? Noi di Fourzine abbiamo ascoltato Resolute in anteprima per voi e oggi, a pochi giorni dalla sua pubblicazione, vogliamo presentarvelo. 

Ad onor del vero, ammettiamo di avere una certa simpatia nei confronti sia di Stu Larsen che del genere che coltiva, un folk pulito e minimale da cui trasudano le esperienze del ragazzo timido di un tempo – come si è autodefinito – cresciuto in una piccola realtà urbana e diventato poi cittadino del mondo. Sottobraccio la sua chitarra, davanti una lunga strada che lo continua a portare alla scoperta di paesaggi, naturali e umani, che mai anni fa si sarebbe aspettato di incontrare. Pensava che il suo futuro sarebbe rimasto confinato a Dalby, la piccola cittadina australiana in cui è cresciuto, ma il destino e la sua “fame” del mondo lo hanno portato invece lontano tra Spagna, Giappone e Nuova Zelanda. Stu Larsen

Resolute è il nuovo “diario di viaggio” in musica di Larsen, dieci tracce in cui il cantautore da voce alle terre che lo hanno accolto e alle emozioni e riflessioni che gli hanno trasmesso. Lo stesso “By the river”, il singolo che anticipa l’uscita dell’album, è una “lettera d’amore” – come ammesso dall’artista – ispirata dalla vista di un fiume della Nuova Zelanda. Resolute è un disco che è andato costruendosi tra un appartamento in Spagna, un cottage in Scozia e un bunker dell’esercito in Australia. Larsen lo ha pensato durante le sue ultime peregrinazioni, ha fissato le idee sul suo telefono e le ha poi trasformate in dieci tracce che trasportano l’ascoltatore in un assoluto stato di grazia.

Con Resolute veniamo proiettati in un universo musicale, assai simile a quello di mostri sacri come Damien Rice e Ben Harper, fatto di pochi strumenti: chitarra, batteria, piano e voce. Melodie semplici e morbide, per niente artefatte da suoni digitali, per l’ultimo progetto discografico di Larsen. Un album che è un continuo crescendo e lasci scorrere traccia dopo traccia, dalle due ballad iniziali passando per i più ritmati e leggeri pezzi centrali sino all’intenso brano corale “Till the sun comes back” che chiude il disco.

Ascoltando Resolute noi, l’odore delle strade baciate dal sole e solcate dai fiumi percorse da Larsen, siamo riusciti a sentirlo. Un album che può essere la colonna sonora perfetta di un viaggio in auto, con i finestrini abbassati e il vento che ti accarezza i capelli mentre con la mano tieni il tempo sullo sterzo. Se le aspettative che avevamo nei confronti di Resolute sono state soddisfatte? Diremmo proprio di sì. Ma a voi l’ardua sentenza a partire dal 21 Luglio quando finalmente l’ultimo disco di Stu Larsen potrà essere ascoltato d’un fiato da tutto il suo pubblico.

Stu Larsen sarà in concerto in Italia prossimamente il 21 Ottobre a Bologna (Locomotiv Club) e il 22 Ottobre a Milano (Serraglio).

Info sul tour al link: www.barleyarts.com

Link utili: www.stularsen.comwww.facebook.com/stularsen

Comments on Facebook

Comments are closed.