La folksinger ANI DI FRANCO illumina Villa Ada – RECENSIONE

Thegiornalisti
THEGIORNALISTI: da domani in tour con COMPLETAMENTE SENZA ESTATE
5 luglio 2017
Mistakes
Vivaci, spontanei e coinvolgenti: #4Emergenti presenta la punk band dei MISTAKES
6 luglio 2017

La folksinger ANI DI FRANCO illumina Villa Ada – RECENSIONE

Ani di Franco

Sempre energica. Sempre coerente. Sempre (giustamente) inca@@ata, Ani Di Franco torna in capitale, nella suggestiva cornice di Villa Ada, all’interno della manifestazione Roma incontra il Mondo.

Mancava da almeno 3 anni, quando iniziavamo a familiarizzare con i brani di “Allergic to Water“. Oggi, finalmente, ci presenta “Binary”: un disco nuovo nelle sonorità e profondissimo nelle intenzioni, tanto da farci dire che la “cantantessa” di Buffalo – la Consoli ci perdonerà per il prestito – ha ancora molto da regalarci.

Sale sul palco, dopo l’opening dell’ottima Chastity Brown, con la chitarra più grande di lei, le dita scotchate per suonare più forte, non un velo di trucco: nuda (nel senso figurato del termine) come solo lei sa fare, con quella capacità inusitata d’essere intima e allo stesso tempo portavoce di un messaggio politico molto forte.

Inizia così un vero e proprio road trip nella sua prolifica discografia: Not a Pretty Girl, Gravel, Fire Door, As Is, Grey, Allergic To Water, Buildings and Bridges, ecc… e tra una canzone e l’altra una battuta in italiano, qualche scherzo, degli aneddoti. Come quando racconta dei tempi degli esordi, in cui ad ogni intervista la domanda ricorrente era: “Why are you so fucking angry? / Perché sei sempre così arrabbiata?”. Dovette sbarcare in Italia per sentirsi finalmente dire: “Grandissima, continua così!“.

Ad accompagnarla sul palco il bassista Todd Sickafoose, il batterista Terence Higgins, il chitarrista “più alto del mondo Luke Enyeart e ancora la cantautrice Chastity Brown.

Ad accoglierla un pubblico di fedelissimi in giubilo. Era il 1990 quando Ani Di Franco creò la sua etichetta discografica indipendente, la Righteous Babe Records, giurando di mantenersi a distanza di sicurezza dallo show biz mainstream per tutta la sua carriera. Ad oggi quella promessa è mantenuta, con tutto ciò che ne consegue, un’artista per un pubblico scelto, il suo pubblico: chi è allergico alle etichette di una cultura stereotipata, in grado di apprezzare una donna che ha fatto della sua vita, anche quella privata, una manifesto politico, senza tuttavia mai assurgersi a icona, perché questo vorrebbe dire cristallizzarsi, mentre lei no: cambia e sperimenta sempre in quel moto incessante fatto di vita.

Bentornata Ani Di Franco.

 

 

Comments on Facebook
Alice Ungaro
Alice Ungaro
Gravita nel mondo dello spettacolo e dell’audiovisivo sin da piccola, manifestando capacità organizzative e di leadership che la conducono velocemente dall’altro lato della camera. Fermamente convinta che lavorare con passione sia l’unico modo di lavorare, ha fatto dei suoi interessi il suo “core business” specializzandosi nell’organizzazione eventi e nella comunicazione.

Comments are closed.