Occupati a vivere i loro sogni: gli SKELTERS ci presentano il loro ultimo album “Rivoluzione 9” – INTERVISTA

roots in the city
JUST MUSIC FESTIVAL, reggae, dub e dancehall stasera all’Ex Dogana per il ROOTS IN THE CITY
2 luglio 2017
Brunori Sas
L’ironia di BRUNORI SAS conquista il pubblico di Milano – LIVE
3 luglio 2017

Occupati a vivere i loro sogni: gli SKELTERS ci presentano il loro ultimo album “Rivoluzione 9” – INTERVISTA

Skelters

Non smettiamo mai di vivere i sogni nelle nostre vite evitando banalmente di vivere sognando”.

Lo hanno scritto a chiare lettere gli Skelters il 26 maggio scorso, postando sulla loro Pagina Facebook il videoclip ufficiale del singolo Londra, presentato in anteprima su L’Espresso.

Occupati a vivere i loro sogni. Vanno avanti così gli Skelters alias Giuseppe Russo (voce, chitarra, synth), Emanuele Russo (batteria), Domenico Martinis (voce, chitarra) e Louis Longo (batteria), perché “siamo tutto ciò che vogliamo”, come cantano nel singolo Siamo. Dallo scorso marzo impegnati nella promozione del nuovo album Rivoluzione 9, gli Skelters non hanno mai smesso di provare a concretizzarli i loro sogni e ad essere chi vogliono. Lo fanno da 13 anni, da quando nel 2004 si diedero un nome – prendendo spunto dal brano Helter Skelter dei Beatles – misero i loro desideri in una valigia e iniziarono a portare la loro musica in giro, tra Italia ed Europa, trovando nel Regno Unito una terra pronta a farli sentire come a casa.Skelters

Rivoluzione 9 è solo l’ultimo dei sogni che si realizza, un album interamente in italiano che da un lato torna ad omaggiare i Beatles – il titolo è un esplicito riferimento al brano Revultion 9 della band di Liverpool – dall’altro rappresenta per gli Skelters la chiusura di un ciclo. “9”, infatti, come numero liberatore nella cabala, simbolo del passaggio ad un livello superiore. “9” le tracce contenute all’interno del nuovo disco con cui si consuma la ri(e)voluzione degli Skelters.

Li abbiamo intervistati per scoprire qualcosa in più sui loro sogni e il loro album. Ecco cosa è venuto fuori!

C’è tanta Londra nei 13 anni di attività degli Skelters. Le avete anche dedicato il singolo apripista di “Rivoluzione 9”. Cosa rappresenta per voi? “London calling”?

Londra rappresenta tutto, è il punto focale per l’arte da decenni e lo sarà sempre. Noi siamo molto vicini alla vecchia e cara Londra, andiamo a comporre, ci andiamo spesso e ci ritorneremo entro l’anno per fare qualche data.

Commentando l’album avete affermato che rappresenta anche, per la vostra carriera, la chiusura di un ciclo. Qualcosa finisce, qualcosa sta per iniziare. “Rivoluzione 9” cosa lascia alle sue spalle e quale nuovo ciclo inaugura?

Esatto. “Rivoluzione 9” è un album che ha avuto una lunga gestazione. Rappresenta la fine di un ciclo, perché siamo riusciti a portare a termine l’album, ma rappresenta anche l’inizio di una nuova vita per la band. È il primo album interamente in italiano, si sente una maturità artistica, stilistica, compositiva e testuale. E fra una data e l’altra, stiamo già lavorando al nuovo album! Sarà una figata!

Nei 9 brani dell’album torna spesso il binomio “sogno-realtà”. Per gli Skelters c’è stata un’occasione in cui la realtà ha superato le aspettative dei sogni?

Lavorare con Irma Records e Red & Blue risponde alla tua domanda, avere gente che crede in te è fondamentale in questo lavoro.

Lavorare in una band non è sempre tutto rosa e fiori, ci vuole tanta sintonia. Proviamo a fare “un gioco di ruoli” con gli Skelters: chi tra voi 4 è il conciliatore, chi il bastian contrario, chi il pignolo e chi il ritardatario?

Giuseppe è il ritardatario, ma è il cantante e scrive così dannatamente bene che gli si perdona tutto! Luigi è il conciliatore, la persona più cool del mondo. Domenico il casinista palestrato e semi pignolo. Emanuele, invece, a volte è il bastian contrario altre volte è l’intuitivo e il faro della band!

In questi giorni state definendo le date della tournée estiva. Gli Skelters e la dimensione del live: per voi un concerto riuscito è un concerto che…?

Il live per noi è tutto! Vinci quando la gente compra il tuo disco, fa foto con te e canta a squarciagola le tue canzoni. Ultimamente capita sempre più spesso quindi stiamo vincendo assieme a tutti voi!

In attesa del nuovo album degli Skelters, continuiamo a gustarci “Rivoluzione 9”!

Di seguito la tracklist di “Rivoluzione 9”: 1. Siamo, 2. Eroe, 3. Anima, 4. Il mondo sottosopra, 5. Kamikaze, 6. Senza lei, 7. Londra, 8. Ora non ci sei più, 9. Chimica dell’amore

Link utili: www.skelters.itwww.facebook.com/skeltersofficial

Comments on Facebook

Comments are closed.