Due chiacchiere con FEDERICA CARTA: la vincitrice morale di #Amici16 – INTERVISTA

Francesco Guasti
FRANCESCO GUASTI da venerdì in radio e nei digital store con “CERCAMI ADESSO”
13 Giugno 2017
Targa Tenco
Svelati i nomi dei finalisti della TARGA TENCO 2017: ci sono tra gli altri BAUSTELLE, BRUNORI SAS e ERMAL META
14 Giugno 2017

Due chiacchiere con FEDERICA CARTA: la vincitrice morale di #Amici16 – INTERVISTA

A meno di un mese dalla fine della sedicesima edizione di Amici, abbiamo scambiato due chiacchiere con una delle sue protagoniste: la cantante Federica Carta, arrivata sino alla finalissima insieme al vincitore Andreas Muller, Riccardo Marcuzzo e Sebastian Melo Taveira.

La rosa dei cantanti che hanno avuto accesso al serale, poche volte è stata così eterogenea come in questa edizione del talent. Se Thomas Bocchimpani si è rivelato il performer a 360° “dell’anno scolastico” appena trascorso, Mike Bird ha incuriosito con il suo timbro graffiante e malinconico, Shady Fatin Cherkaoui e Lo Strego hanno portato sul palco dello storico programma le proposte più di nicchia del panorama discografico e Riccardo Marcuzzo è stato consacrato come icona del pop all’italiana, Federica Carta è stato il vero motore che ha veicolato emozioni in Amici 16.

Appena 18 anni eppure dalla sua doti interpretative da artista navigata. La Carta, ormai per tutti semplicemente Federica, ha fatto un percorso che la rende a tutti gli effetti la vincitrice morale del programma. La ragazza “acqua e sapone”, che non si è mai spesa in troppe parole durante il talent, preferendo affidarsi alle sue doti canore per comunicare se stessa al pubblico, “è arrivata forte e chiaro”, è proprio il caso di dirlo.

Con impegno e umiltà ha coltivato il suo talento ed ora, per un’esperienza che volge al termine, è pronta ad iniziare una nuova fase della sua carriera, continuando dritto per la sua strada. Il 19 maggio è uscito il suo album omonimo “Federica” per Universal Music Italia. Amici è stata una palestra e un trampolino di lancio, ora per Federica è arrivato il momento di uscire dai banchi di scuola e continuare ad emozionare dal vivo il suo nutrito pubblico. Abbiamo chiacchierato con lei a poche ore dalla data di Milano del suo Instore Tour. Ecco cosa ci ha raccontato.Federica Carta

Federica, stai avendo un seguito pazzesco. Che effetto fa a 18 anni ritrovarti a cantare i tuoi brani davanti a centinaia di persone che ti fanno da eco?

Fa un effetto un po’ strano. Avere 18 anni o averne 30… l’emozione di sentire delle persone che ti vogliono bene, che cantano le tue canzoni a squarciagola è un piacere immenso. La notte mi ritrovo a pensare tutto il tempo a quello che è successo durante il giorno, al calore della gente. Fino a qualche mese fa non pensavo neanche che qualcuno avrebbe mai potuto ascoltare la mia voce e le mie canzoni.

Hai iniziato a studiare musica quando avevi 9 anni, allora ti saresti mai aspettata di ottenere un successo simile?

Ho iniziato a 9 anni a cantare e tutto pensavo ma non questo. Non avrei mai immaginato di raggiungere quello che sto raggiungendo ora.

Una curiosità: Federica Carta per ricevere il cd autografato di chi farebbe il diavolo a quattro?

Sempre Paolo Nutini! Vorrei guardarlo negli occhi e ringraziarlo per la musica che fa.

Nei brani del tuo album canti l’amore con molta lucidità e razionalità. Tu, che rapporto hai con l’amore?

Per cantare qualcosa tante volte bisogna anche viverlo un po’, no? E quando canto ripenso a situazioni che mi sono successe. Il mio rapporto con l’amore però è un po’ “inesistente”, nel senso che di amore vero e proprio non ho mai potuto parlare. Difficilmente mi innamoro veramente.

Del tuo percorso ad Amici mi ha colpita molto la sintonia che è scattata con Elisa. Prima di cantare le rivolgevi sempre lo sguardo come se fosse il “tuo calmante”, sbaglio?

Elisa è la mia maestra di yoga, lo yoga del cervello. Si è creata una forte intesa. Era la nostra maestra, durante la settimana facevamo tanto lavoro insieme, su ogni dettaglio. Riuscivamo a comunicare con lo sguardo, ci parlavamo con gli occhi prima di ogni esibizione. Sono felice di avere avuto affianco una persona come lei che è riuscita a tirare fuori il meglio di me. Tra noi si è creato un rapporto molto bello. Ci capivamo e mi capiva al volo.

Se ti dovessi descrivere oggi come artista, con 3 soli aggettivi, quali useresti?

Mi sento più forte, carica e più matura, non solo a livello artistico ma anche umano.

La scorsa è stata un’edizione di Amici alquanto discussa. È uscito anche un libro di cui si è molto parlato, “Una Spia tra Amici”. Diventa tu, in senso buono, la nostra “spia tra Amici” rivelandoci qualche curiosità sui tuoi compagni di casetta. Chi era il più disordinato?

La più disordinata ero io! Andreas mi beccava sempre, lui era più perfettino.

Il più dormiglione?

Il dormiglione… sempre io (ride ndr)! Però anche Ricky dormiva un bel po’. Ma c’era un sacco da fare durante il giorno.

Chi il “saggio” a cui ci si rivolgeva per chiedere consigli?

All’inizio io mi rivolgevo sempre a Michele perché si era già creato un bel rapporto tra me e lui. Mi trovavo benissimo, però, anche con Vittoria. In realtà tra tutti e sei c’è stata sempre una forma di dialogo. Si è instaurato tra tutti un bel rapporto. Magari verso la fine mi confidavo con Riccardo e Andreas perché erano i miei compagni di casetta da tanto.

E chi era, invece, “l’anima della casetta”, il più simpaticone fra tutti?

Cosimo! Quando se n’è andato eravamo disperati, poi lo sono diventati loro due (Andreas e Riccardo ndr), i maschietti. Ma Cosimo era una bomba!

Facciamo un gioco: estrapoliamo da “Forte e Chiaro” una frase. Ti do 3 opzioni per completarla in base alla fase in cui ti senti adesso, scegli quale ti rappresenta di più. “Forte e chiaro”: 1) sognare, 2) amare o 3) darsi da fare?

Darsi da fare! In questo momento ho messo il turbo!

E noi non possiamo che augurarle di continuare, “forte e chiaro”, ad emozionarci.

Continua intanto l’Instore Tour di Federica. Di seguito le prossime date ufficiali di giugno: 14 giugno Stezzano (Le Due Torri Shopping Center), 15 giugno Bellinzago Lombardo (La Corte Lombarda), 16 giugno Napoli (CC Azzurro), 17 giugno Casale Monferrato (CC La Cittadella), 18 giugno Parma (Parma Retail), 21 giugno Roma (CC Casilino), 24 giugno Casamassima (CC Auchan), 29 giugno Trentola Ducenta (CC Jambo), 30 giugno Ascoli (CC Al Battente).

Di seguito la tracklist dell’album omonimo “Federica”, disponibile negli store fisici e digitali:Ti Avrei Voluto Dire”, “Se Ancora C’è”, “Dopotutto”, “Forte e Chiaro”, “Lo Sbaglio Migliore”, “Sconfinata Eternità”, “People Talk to Me”, “Mai Così Felice” e “Attraversando gli Anni”.

Per seguire gli aggiornamenti su Federica e il suo Instore Tour:

www.facebook.com/pg/PaperOfficial

www.federicacarta.it

Comments on Facebook

Comments are closed.